CORSI DI LAUREA TRIENNALE

Titolo conseguito
La laurea si consegue al termine del triennio del corso di studi, quando lo studente acquisisce 180 crediti cfu/ECTS, previo superamento di un esame di laurea finale.

Modalità di ammissione
È richiesto un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale.

 

CORSI DI LAUREA MAGISTRALE

Titolo conseguito
La Laurea magistrale in Giurisprudenza rappresenta un percorso di laurea a ciclo unico di durata quinquennale. Il Diploma di Laurea magistrale si consegue al termine del quinquennio (300 crediti cfu/ECTS) previo superamento di un esame finale di laurea.

Modalità di ammissione
Titolo di ammissione al corso di laurea è il diploma di scuola secondaria superiore.
 

Avvisi e comunicazioni

  • Sospensione ricevimento studenti

    Si comunica che il ricevimento studenti è sospeso per tutto il mese di agosto, salvo diverse disposizioni date da ogni singolo docente. Il ricevimento riprenderà regolarmente a settembre come da calendario definito da ciascun docente.

     

  • CIM 2016 - Competizione italiana di mediazione

    I migliori negoziatori italiani di domani arrivano dall'Università di Bergamo

    Primo posto per l'Università degli Studi di Bergamo che, dopo essersi piazzata seconda lo scorso anno, vince l'edizione 2016 della Competizione Italiana di Mediazione (http://bit.ly/1Q5RUkt) tenutasi a Milano il 18 e 19 febbraio. Sedici le università italiane partecipanti a questa competizione nazionale che misurava l'abilità degli studenti a negoziare nell'ambito del procedimento di mediazione civile e commerciale. Tale evento è organizzato dall’Università Statale di Milano in collaborazione con la Camera Arbitrale di Milano, nelle cui sale il 19 febbraio sono stati premiati i sei studenti del quinto anno della Laurea magistrale in Giurisprudenza dell'Ateneo bergamasco: Lucrezia Galimberti, Simona Galluzzo, Serena Mosconi, Stefano Matteo, Andrea Martinelli e Silvia Maria Vitali.

    A guidare il team i coaches Arik Strulovitz e Alessandro Bossi, con la partecipazione di Michele Marinini e con la supervisione della professoressa Daniela D'Adamo, docente di diritto processuale civile avanzato. Il training finalizzato alla partecipazione a questa competizione si inserisce nel progetto di didattica innovativa nell'ambito del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza denominato "Alternative Dispute Resolution e tecniche di negoziazione" - ha spiegato la docente -; è un'occasione per gli studenti di mettersi in gioco ed applicare sul campo quello che studiano in Università, confrontandosi con i colleghi di altri atenei. L'entusiasmo che muove i nostri studenti è lo stesso che ha portato i loro colleghi, classificatisi secondi nel 2015, a rientrare nel progetto in veste di preparatori.