ACCESSO CIVICO

Il diritto di accesso civico è disciplinato dall’art. 5 del D.lgs. n. 33/2013, così come modificato dal D.lgs. 97/2016. 

ACCESSO CIVICO “SEMPLICE”

L’art. 5, comma 1, del D.lgs. n. 33/2013 prevede il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati oggetto di obblighi di pubblicazione nel caso in cui la stessa sia stata omessa.

Il diritto è pertanto esercitabile da qualunque soggetto interessato, senza obbligo di motivazione. Nella richiesta devono essere identificati i dati, le informazioni o i documenti che non sono stati pubblicati dall’Amministrazione. La richiesta può essere trasmessa per via telematica (da un indirizzo di posta elettronica non certificata) al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, dott. Marco Rucci, al seguente indirizzo: prevenzione.corruzione@unibg.it.

Il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza incarica gli uffici competenti di provvedere alla pubblicazione dei dati, informazioni e documenti oggetto della richiesta e comunica al richiedente l’avvenuta pubblicazione indicando il relativo link.

ACCESSO CIVICO “GENERALIZZATO” (c.d. FOIA)

L’art. 5, comma 2, del D.lgs. n. 33/2013 prevede il diritto di chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati rilevanti, secondo quanto previsto dall'articolo 5-bis del medesimo decreto.

La richiesta può essere presentata compilando il modulo reperibile nel riquadro “Documenti”, con i propri dati anagrafici, recapiti e oggetto della richiesta.

Il modulo compilato e firmato può essere trasmesso scansionato, unitamente alla copia di un documento di identità, all’indirizzo di posta elettronica accesso@unibg.it o all’indirizzo di posta elettronica certificata protocollo@unibg.legalmail.it.

Sarà cura del personale che riceve le istanze trasmetterle agli uffici competenti.