Corso di laurea magistrale: Economia dell'innovazione dell'impresa e dei mercati internazionali (immatricolati entro l'a.a. 2010/11)
Classe di laurea: LM-56 - Scienze dell'economia

 

Obiettivi formativi
Il corso si propone di formare persone di alto profilo scientifico, culturale e professionale in grado di operare in contesti a forte valenza innovativa e competitiva, attive nei mercati internazionali. Gli studenti verranno impegnati ad apprendere, sia concettualmente che operativamente, gli strumenti d'analisi e d'intervento tipici dei processi innovativi e dei cambiamenti che riguardano le singole imprese, i settori produttivi, le conglomerazioni di imprese quali i distretti industriali o i sistemi locali, del lavoro, nonché i "nuovi" mercati. In particolare, gli argomenti di studio saranno costituiti da: complementarità tra innovazioni tecnologiche, innovazioni organizzative e sviluppo delle competenze nel contesto di imprese moderne; resistenze ai cambiamenti; ruolo delle spese di ricerche e sviluppo e sistemi di protezione dell'innovazione; meccanismi di produzione e diffusione della conoscenza; politiche per il trasferimento tecnologico e incentivi all'innovazione; nati-mortalità delle imprese e dinamiche innovative del mercato; investimenti, banche e sviluppo; imprese export-oriented, competitività e strategie di innovazione; offshoring, competitività ed effetti sulla performance. Questi obiettivi saranno conseguiti anche attraverso la stesura di una tesi di laurea in cui il candidato intraprenda un percorso di ricerca di qualità, utilizzando i metodi di ricerca di analisi più appropriati della particolare disciplina o area.

Sbocchi occupazionali e professionali
Il laureato troverà utile collocazione in contesti nei quali possa mettere a frutto le competenze analitiche acquisite. Precisamente:

  • attività dirigenziali di line
  • attività nel mondo della consulenza aziendale
  • attività nell'ambito delle analisi economiche d'impresa e dei mercati nazionali e internazionali
  • attività di ricercatori applicati operanti in istituzioni pubbliche e in imprese e organizzazioni private.

Le competenze acquisite costituiscono inoltre strumentazione fondamentale per chi voglia esercitare attività imprenditoriali e manageriali in imprese e organizzazioni private e pubbliche.

Criteri d'accesso al corso
Per i laureati triennali provenienti dalle classi 17 e 28 (D.M. 509/99) e 18 e 33 (D.M. 270/04) da qualsiasi Facoltà e Università italiana provengano, nonché per i laureati quadriennali (ante D.M. 509/99) in lauree equiparate alla classe 64/S (cfr. Decreto Interministeriale 5 maggio 2004 - Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 21 agosto 2004 n. 196):

  • per l'ammissione al corso di laurea magistrale è sufficiente che lo studente abbia conseguito un voto di laurea non inferiore a 85/110
  • in caso di voto inferiore, è richiesto al candidato di sostenere un colloquio/test per la verifica della personale preparazione con una Commissione ad hoc del corso di laurea magistrale.

Per i laureati di altre classi di laurea, nonché per i laureati quadriennali (ante D.M. 509/99) in lauree non equiparate alla classe 64/S (cfr. Decreto Interministeriale 5 maggio 2004 - Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 21 agosto 2004 n. 196), valgono i criteri di cui sopra, con la sola differenza che il voto previsto al punto 1) non deve essere inferiore a 100/110.
Per coloro i quali abbiano un voto inferiore, una Commissione ad hoc valuterà il curriculum e l'adeguatezza della preparazione personale relativamente ai contenuti di base:

  • delle discipline economiche-politiche ed economico-aziendali
  • dei principi e degli istituti giuridici
  • degli strumenti matematici e statistici

Sarà inoltre accertata la conoscenza di base dell'informatica e la sufficiente padronanza della lingua inglese.

Prova finale
Elaborazione di una tesi, scritta sotto la supervisione di un relatore, in cui il candidato affronta in modo originale aspetti della dinamica evolutiva delle imprese, dei settori e dei mercati. La tesi verrà discussa davanti a una Commissione. È possibile redigere e discutere la tesi in lingua inglese. Le modalità di svolgimento sono disciplinate nel rispettivo Regolamento.