Corso di laurea specialistica: Psicologia clinica
Classe di laurea: 58/S - Psicologia
Nota bene: immatricolazioni al 1° anno fino all'A.A. 2008/2009

 

Obiettivi formativi
Il Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica ha lo scopo di formare una figura professionale dotata di specifiche competenze pratico-applicative, tali da consentire al laureato di operare autonomamente come psicologo clinico. Il corso fornisce allo studente:

  • un'avanzata preparazione sulle teorie, sui metodi e sulle tecniche della psicologia clinica e dinamica che include le componenti evolutive e sociali di queste discipline e i fondamenti epistemologici
  • un'avanzata preparazione sulle principali forme di intervento clinico rivolte a individui, coppie, famiglie, gruppi e organizzazioni
  • una padronanza degli strumenti operativi che contraddistinguono le principali forme di intervento clinico e una conoscenza delle problematiche, anche deontologiche, connesse all'attività professionale dello psicologo clinico, tali da consentire al laureato di assumere la responsabilità degli interventi clinici sul campo
  • la capacità di condurre interventi sul campo di tipo valutativo-diagnostico, preventivo, consulenziale su individui, coppie, famiglie, gruppi e organizzazioni
  • La capacità di valutare la qualità e l'efficacia degli interventi di base valutativo-diagnostici, preventivi, consulenziali e riabilitativi rivolti a individui, coppie, famiglie e gruppi
  • la conoscenza orale e scritta della lingua inglese o di un'altra lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano.

Sbocchi professionali
Il Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica è volto alla formazione di una figura professionale caratterizzata da:

  • competenze di valutazione, diagnosi, prevenzione e consulenza relativamente a situazioni di disagio psicologico di individui, coppie, famiglie e gruppi
  • capacità di svolgere interventi di consulenza clinica in situazioni di malattia (malattie cardio-circolatorie, Alzheimer, tumorali, genetiche, etc.), in situazioni critiche del ciclo di vita individuale e della famiglia (formazione della coppia, nascita e distacco dei figli, separazione e divorzio, invecchiamento, lutto, adozioni, affidi) e in situazioni giudiziarie e penali
  • interventi di mediazione familiare e interetnica.

I laureati potranno esercitare le funzioni tipiche dello psicologo clinico qui descritte nei servizi e nelle organizzazioni diretti alla persona, in particolare nelle aziende sanitarie locali, aziende ospedaliere, consultori familiari, servizi di mediazione familiare e comunitaria, servizi rivolti all'età evolutiva e al ciclo di vita, cooperative di servizi psicologici, istituzioni della giustizia.
Inoltre potranno svolgere attività libero professionali di tipo clinico, in particolare di diagnosi, consulenza e riabilitazione clinica.