Progetto Orientamento 2016 - Tra scelte di vita professionali e scienze umane e sociali

Il “Progetto orientamento 2016” del Dipartimento di Scienze umane e sociali dell’Università degli studi di Bergamo è un’occasione di condivisione, riflessione ed esperienza rivolto ai ragazzi (di terza, quarta e quinta superiore), agli insegnanti, alle famiglie e aperto agli operatori sociali ed educativi del territorio.

Per le/i ragazze/i
È la possibilità di conoscere da protagonisti l’offerta formativa di un Dipartimento che propone: a) i Corsi di Laurea triennali in Scienze dell’educazione (Educatore nei servizi per gli anziani; per il lavoro; per la prima infanzia; nei servizi sociali e per la comunità) e in Scienze psicologiche; b) i Corsi magistrali in Psicologia clinica e Scienze pedagogiche. Ma è anche un’occasione per approfondire un orientamento personale in ottica formativa e professionale attraverso esperienze, laboratori e colloqui personali.

Per le/gli insegnanti
È un’occasione per confrontarsi con colleghi docenti universitari sui temi e le forme dell’orientamento oggi (didattica orientativa, competenze, alternanza, lavoro, “disorientamento” esistenziale) sia attraverso un seminario specifico di introduzione (5 febbraio, aula 5, Dipartimento di Scienze Umane e Sociali) sia attraverso un seminario scientifico-didattico permanente concordato con i docenti interessati.

Per le famiglie
È un’opportunità per verificare l’offerta formativa del Dipartimento, incontrando i professori, ricevendo informazioni dirette e conoscendo gli sbocchi professionali dei corsi di laurea insieme ai nuovi servizi di placement predisposti per aumentare la già soddisfacente percentuale (73%) di studenti occupati ad un anno dalla laurea.

Il “Progetto Orientamento 2016” propone

Lo Sportello S.o.f.i.a. (Servizio di Orientamento e di Formazione in Ingresso di Ateneo) (per tutti gli studenti)
Un team di orientatori del Dipartimento incontra gli studenti delle classi IV e V che intendono autenticare la prospettiva di intraprendere un percorso formativo universitario nell’ambito della psicologia o delle scienze dell’educazione. Al colloquio individuale potranno seguire successivi incontri in piccolo gruppo.
Lo sportello è attivo ogni martedì pomeriggio dall’8 febbraio al 31 luglio su prenotazione via web. La prenotazione allo sportello è obbligatoria.

Lo stage University Week (riservato a studenti/esse delle classi IV)
Gli studenti, singolarmente o in gruppo o gruppo classe, possono partecipare alla University Week nell’ambito dei propri progetti di alternanza scuola-lavoro o di stage. L’esperienza dell’University Week si articola in tre giornate e mezzo di concreta vita universitaria. Le giornate saranno dedicate: a presentazioni, lezioni universitarie, seminari tematici, attività laboratoriali orientative; alla preparazione della tesina interdisciplinare richiesta per l’esame di Stato, con accesso tutorato a tutti i servizi della biblioteca universitaria del Polo Umanistico; agli scenari sulle prospettive professionali aperte dai quattro curricoli di Scienze dell’Educazione e dalla laurea triennale in Scienze psicologiche. L’University week si concluderà nell’ultima mezza giornata: a) per Scienze dell’Educazione con la somministrazione ad esito immediato delle prove di ingresso al corso, così da non aver più bisogno di sostenerle nel caso di successivo perfezionamento dell’iscrizione presso l’Ateneo; b) per Scienze psicologiche con la simulazione delle prove di ingresso che dovranno essere poi essere sostenute per l’accesso al corso a numero programmato. In occasione delle University week sono previste sessioni dedicate alle famiglie.
La partecipazione alla University Week, configurandosi nella formula dello stage, è da concordare con l’Istituto di Istruzione di provenienza.

Gli University Day
Le classi o i gruppi di allievi che ne fanno richiesta scelgono di frequentare per un giorno le lezioni di uno o più insegnamenti; dopo aver ascoltato le lezioni, seguiranno alcune attività di laboratorio concordate con il docente e con i suoi collaboratori. La partecipazione all’University Day è da concordare con l’Istituto di Istruzione di provenienza.

I Meeting-ex
Gli studenti universitari che provengono da un Istituto di Istruzione del territorio incontrano, introdotti e supportati da un tutor universitario, gruppi di studenti provenienti dallo stesso loro ex Istituto. Gli studenti universitari forniscono agli studenti secondari la loro testimonianza sui problemi incontrati nel percorso che stanno frequentando, e rispondono alle loro eventuali domande.
I Meeting ex sono da concordare con gli Istituti di Istruzione e possono essere eventualmente realizzati presso gli Istituti stessi.

Call for paper per il numero speciale di “Formazione, Persona Lavoro”
Al fine di favorire un dialogo scientifico tra scuola e università, la rivista di fascia A “Formazione, Persona, Lavoro” (www.forperlav.eu), edita dalla Scuola Internazionale di Dottorato in Formazione della persona e mercato del lavoro, dedica un numero speciale al tema dell’orientamento; per il numero speciale, la direzione della Rivista intende selezionare «buone pratiche» maturate e svolte nelle scuole secondarie. La pubblicazione del numero è prevista per il gennaio 2017. I lavori inviati saranno soggetti a peer-review da parte di esperti del tema.

Governance

Il “Progetto orientamento”  (www.unibg.it/susorientamamento) è coordinato da un Comitato direttivo e da un Consiglio scientifico, supportato da un Comitato operativo per le declinazioni pratiche delle azioni previste.

Comitato direttivo: prof. Giuseppe Bertagna, Direttore del Dipartimento; prof. Marco Lazzari, Prorettore con delega alle Attività di orientamento in entrata e in uscita, tutorato e alle politiche di raccordo con il mondo del lavoro; prof.sa Giuliana Sandrone, Presidente del corso di laurea in Scienze dell’educazione; prof. Letizia Caso, Presidente del corso di laurea in Scienze psicologiche; prof. Stefano Tomelleri, Presidente del corso di laurea magistrale in Scienze pedagogiche.

Consiglio scientifico: prof.sa Ilaria Castelli, docente di Psicologia dello sviluppo e Psicologia delle età della vita (coordinatrice); prof. Emilio Gattico, docente di Psicologia ed epistemologia genetica e Psicologia dello sviluppo; prof. Adolfo Scotto di Luzio, docente di Storia della pedagogia e Storia della pedagogia del lavoro e della marginalità; prof. Alberto Zatti, docente di Psicologia sociale, Psicologia di comunità e Psicologia delle differenze di genere; prof.sa Roberta Di Pasquale, docente di Psicologia clinica; prof. Simone Gori, docente di Psicologia generale e Metodologia.

Comitato operativo: dott.sa Cristina Casaschi, assegnista di ricerca (coordinatrice), dottori Eleonora Florio, Cristina Zarbo, Laura Celsi, Arianna Barazzetti, Luca Sighinolfi, dottorandi in Formazione della persona e mercato del lavoro.