Indagine pilota della mobilità | Università degli studi di Bergamo

Indagine pilota della mobilità

In questo momento di emergenza, anche il nostro ateneo sta mettendo le proprie competenze al servizio del Paese, lavorando in modo sinergico con istituzioni, istituti di ricerca e imprese.

Indagine Pilota della Mobilità per la Gestione COVID-19 nella fase post-picco

L’Ateneo invita i residenti della Val Seriana ad installare la App "Rilevatore Terremoto" visitando il sito sismo.app o scaricandola dagli store Android e iOS.

Insieme ad Earthquake Network, il dipartimento di Ingegneria Gestionale, dell’Informazione e della Produzione, promuove un’indagine pilota sulla mobilità e il rischio di contagio, con particolare riferimento alla Val Seriana, zona tra le più colpite dalla pandemia di COVID-19 nella Bergamasca.

La soluzione deriva infatti dall'implementazione di un sistema di allerta in tempo reale relativamente al rischio sismico, attivo dal 2012, con oltre 5 milioni di utenti.
Alcune potenzialità del monitoraggio continuo sono pubblicate sulla pagina Facebook Covid19Mobility.

Francesco Finazzi, docente di ingegneria e capo del progetto di ricerca insieme al collega Alessandro Fassò, sottolinea che lo studio intende essere d'aiuto alle popolazioni coinvolte dall'emergenza COVID-19 monitorando la mobilità delle persone in forma anonima al fine di valutare il rischio di contagio e fornire informazioni utili alla collettività. Installando l’App dunque si partecipa all’indagine pilota la quale verrà condotta da oggi fino al termine del 2020.

Il sistema proposto è su base volontaria per il monitoraggio continuo del rischio individuale di esposizione a patologie infettive basata su tracciamento tramite smartphone con garanzia di anonimato.