Corso (nome in italiano): 
INGEGNERIA MECCANICA
Corso (nome in inglese): 
MECHANICAL ENGINEERING
Sede didattica: 
DALMINE
Dipartimento: 
Dipartimento di Ingegneria e Scienze Applicate / Department of Engineering and Applied Sciences

Informazioni generali sul corso

Anno accademico: 
2015/2016
Tipo di corso: 
Laurea Magistrale
Classe di laurea MIUR: 
LM-33 - Classe delle lauree magistrali in Ingegneria meccanica
Codice del corso di studio: 
39-270
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Lingua dell'ordinamento didattico: 
Italiano
Obbligo di frequenza: 
No
Modalità di erogazione: 
Convenzionale
Verifica conoscenze richieste per l'accesso: 
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero
Area di appartenenza del corso: 
Area ingegneria industriale e dell'informazione
Il Corso di Studio in breve

L'obiettivo è fornire allo studente solide competenze in: progettazione e gestione dei sistemi di produzione industriale, progettazione meccanica costruttiva e funzionale, scelta dei materiali e delle relative tecnologie di lavorazione, modellazione e analisi dell'intero ciclo di vita di prodotti e processi, progettazione e gestione di macchine e impianti di conversione dell'energia. Nell'ambito del corso di Laurea, lo studente può decidere di orientare il proprio percorso di studi all'approfondimento di alcune tematiche specifiche dei settori: energia, meccatronica, produzione, progettazione.
Sbocchi occupazionali e professionali i laureati magistrali possono trovare occupazione presso industrie meccaniche ed elettromeccaniche, aziende ed enti per la produzione e la conversione dell'energia, imprese impiantistiche, industrie per l'automazione e la robotica, imprese manifatturiere, in generale con mansioni relative alla progettazione di dispositivi, macchine e sistemi complessi, alla gestione della produzione, alla manutenzione e gestione di macchine, linee, reparti di produzione.e sistemi energetici

Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Ingegnere Meccanico
Funzione in un contesto di lavoro:
Gli ambiti professionali tipici per i laureati magistrali della classe sono quelli dell'innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi,
sia nella libera professione sia nelle imprese manifatturiere o di servizi sia nelle amministrazioni pubbliche. I laureati
magistrali potranno trovare occupazione presso industrie meccaniche ed elettromeccaniche, aziende ed enti per la
produzione e la conversione dell'energia, imprese impiantistiche, industrie per l'automazione e la robotica, imprese manifatturiere in generale per la produzione, l'installazione e il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine,
linee e reparti di produzione, sistemi complessi.
Competenze associate alla funzione:
Considerando le diverse possibilità di approfondimento di temi specifici le competenze utilizzabili fin dai primi anni di impiego sono:
- progettazione e gestione dei sistemi di produzione industriale anche complessi;
- progettazione costruttiva e funzionale di sistemi meccanici;
- progettazione funzionale di sistemi meccatronici e dinamica dei sistemi;
- scelta dei materiali e delle relative tecnologie di lavorazione;
- modellazione e analisi dell’intero ciclo di vita di prodotti e processi anche complessi;
- progettazione e gestione di macchine e impianti di conversione dell’energia anche complessi.
Sbocchi professionali:
I laureati magistrali possono trovare occupazione presso
industrie metalmeccaniche, aziende ed enti
per la produzione e la conversione dell’energia, imprese
impiantistiche, industrie per l’automazione e la robotica,
imprese manifatturiere, in generale con mansioni relative
alla progettazione di dispositivi, macchine e sistemi complessi,
alla gestione della produzione, alla manutenzione
e gestione di macchine, di linee, reparti di produzione e sistemi energetici.
Le principali mansioni possono essere:
esperti di gestione dell'energia e dei sistemi energetici
tecnici meccanici con elevata specializzazione
progettisti meccanici
esperto nella progettazione e gestione del processo produttivo.
Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)
  • Ingegneri meccanici - 2.2.1.1.1
Requisiti di ammissione

I requisiti per l'accesso sono specificati all'interno del regolamento didattico del corso. In termini generali, lo studente deve disporre di conoscenze adeguate relative alle componenti di base dell'Ingegneria Meccanica, alla fisica ed alle matematiche. E', inoltre, considerato prerequisito indispensabile per l'accesso al corso di laurea magistrale la capacità di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese, con riferimento particolare all'ambito meccanico. Ogni domanda di iscrizione verrà valutata dalla Commissione responsabile per l'ammissione al percorso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica. Le modalità di verifica delle conoscenze richieste, comprese quelle linguistiche, sono riportate nel Regolamento Didattico del Corso di Studi.

Orientamento
Orientamento in ingresso

Orientamento in ingresso
Il corso di studio fornisce supporti e attività di orientamento ai potenziali interessati attraverso:
– la Guida online all'orientamento
– la propria Pagina Web, nella quale sono reperibili le informazioni essenziali relative alle modalità di accesso, ai calendari e ai piani di studio dei vari curricula
– l'ufficio Orientamento e Programmi Internazionali, preposto alle attività di orientamento pre-universitario, in itinere e di inserimento nel mondo del lavoro, che opera in stretta collaborazione con i referenti delle scuole secondarie superiori, con le aziende e gli enti pubblici.

L'Ufficio Orientamento coordina le seguenti attività in cooperazione con i docenti del corso e con i responsabili del Servizio studenti:
– Tutorato per l'attivazione del tirocinio formativo in Italia e all'estero
– Counselling orientativo individuale e di gruppo, affidato a uno psicologo dell'orientamento, per approfondire le scelte formative e professionali
– Open day per Lauree magistrali, per illustrare l'offerta formativa di secondo livello a chi sta per terminare una laurea triennale e a chi, già inserito nel mondo del lavoro, vuole arricchire la propria preparazione professionale.

Contatti e recapiti utili:
Guida online all'orientamento: http://www.unibg.it/campus-e-servizi/servizi-gli-studenti/orientamento/g...
Pagina web del corso di studio: http://www.unibg.it/LS-IM
Ufficio Orientamento e Programmi Internazionali: http://www.unibg.it/orientamento

Docente di riferimento del Corso di studio per le attività di orientamento: Prof. Roberto Strada
indirizzo mail: roberto.strada@unibg.it

Orientamento e tutorato in itinere

Orientamento e tutorato in Itinere

Le attività di orientamento e tutorato in itinere sono costituite da:

– Attività informative dello sportello SOAM (Sportello Orientamento e Accoglienza Matricole), dove gli studenti indecisi e i neo-immatricolati possono rivolgersi per avere informazioni specifiche rispetto ai servizi dell'Università e trovare un supporto per l'inserimento nell'ambiente universitario.
http://www.unibg.it/futuri-studenti
– Rilevazioni rivolte a tutti gli studenti che non conseguono CFU nella prima sessione di esami (circa 1300 questionari inviati nel 2013).
– Incontri di counseling individuale (circa 20 ragazzi incontrati nel 2013).
http://www.unibg.it/campus-e-servizi/servizi-gli-studenti/orientamento/s...
– Open Day delle Lauree Magistrali.
(http://www.unibg.it/openday)

L'attività di orientamento e tutorato in itinere è gestita in forma coordinata da un docente referente Prof. Roberto Strada del corso di studi e dal Servizio Orientamento, Stage e Placement, struttura centrale di Ateneo.

L'attività è progettata e verificata con cadenza mensile tramite riunioni della Commissione Orientamento, Tirocini e Placement, presieduti dal Prorettore Delegato all'Orientamento Universitario di Ateneo, prof.ssa Piera Molinelli.

Accompagnamento al lavoro

Accompagnamento al lavoro

Gli studenti dell'Ateneo di Bergamo possono svolgere stage e tirocini in 2491 enti convenzionati, pubblici e privati, in Italia e all'estero. Tali enti spesso divengono i loro datori di lavoro al conseguimento del titolo di studio.

Studenti e laureati dispongono delle seguenti risorse di accompagnamento al lavoro:

1) Un'attività di counseling professionale individualizzato che li prepara all'ingresso nel mercato del lavoro e li supporta nella redazione del curriculum vitae, nella ricerca attiva di opportunità di lavoro e nella simulazione di un colloquio in lingua italiana o inglese.
(http://www.unibg.it/campus-e-servizi/servizi-gli-studenti/orientamento/s...)

2) Eventi che promuovono l'incontro col mondo del lavoro:
– Career Day del polo Economico-Giuridico-Umanistico (edizione primaverile)
– Career Day del polo Scientifico-Ingegneristico (edizione invernale)
– “Scurricula”, un'attività formativa interattiva, finalizzata a informare sulle modalità di colloquio in azienda.
Al Carrer Day del Dipartimento di Ingegneria svoltosi nel dicembre del 2012 hanno partecipato oltre 300 studenti.

2) Accordi specifici per offerte altamente qualificate con:
– Presidenza del Consiglio dei Ministri
– Sesaab SpA, per la realizzazione del progetto “EcoLab”
– Camera di Commercio di Bergamo (Bergamo Sviluppo), per il progetto “Sviluppo competitivo veloce delle PMI”.
Nell'anno 2013, 2 studenti del Corso di studio hanno partecipato al progetto Sviluppo competitivo veloce delle PMI.

3) Bandi del progetto FIxO (promossi da Italia Lavoro, agenzia tecnica del Ministero del Lavoro), volti a implementare l'occupazione giovanile; in particolare, per il bando 2012-13, l'Università degli studi di Bergamo ha progettato percorsi di supporto ai contratti di apprendistato e alla ricerca di opportunità all'estero.

Le attività di accompagnamento al lavoro sono gestite in forma coordinata da un docente referente del Corso di studio, Prof. Roberto Strada, e dal Servizio Orientamento e Programmi Internazionali, struttura centrale di Ateneo.
(http://www.unibg.it/campus-e-servizi/servizi-gli-studenti/orientamento/s...).

Le attività sono progettate e verificate con cadenza mensile tramite riunioni della Commissione Orientamento, Tirocini e Placement, presiedute dal Prorettore Delegato all'Orientamento Universitario di Ateneo, prof.ssa Piera Molinelli.

Obiettivi formativi e competenze attese
Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo (A4.a)

I laureati nei corsi di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica devono:
- conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria, sia in generale sia in modo approfondito relativamente a quelli dell'ingegneria meccanica, nella quale sono capaci di identificare, formulare e risolvere, anche in modo innovativo, problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
- essere capaci di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi;· essere capaci di progettare e gestire esperimenti di elevata complessità; essere dotati di conoscenze di contesto e di capacità trasversali;
Oltre che a consolidare le tematiche proprie di tutta l'ingegneria meccanica il corso di laurea magistrale prevede quattro diversi percorsi ognuno dei quali approfondisce in modo particolare uno dei classici settori dell'ingegneria meccanica:
settore energia, settore progettazione meccanica, settore produzione e settore meccatronica.

Risultati di apprendimento attesi / Conoscenza e comprensione / Capacità di applicare conoscenza e comprensione (A4.b)
Area Approfondimento Cultura Ingegneristica Meccanica
Conoscenze e comprensione:
- valutare le complesse relazioni tra le diverse componenti di una macchina e/o un sistema meccanico presenti all'interno delle imprese e delle amministrazioni pubbliche.
- comprendere i problemi propri della meccanica e applicare i principali modelli nel campo della progettazione di macchine e sistemi meccanici, nel campo della organizzazione delle attività produttive, della produzione e impiego dell'energia.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Scopo di quest'area di apprendimento è di fornire conoscenze approfondite di tipo interdisciplinare (sempre comunque all'interno dell'ingegneria meccanica) per:
- affrontare e risolvere problemi di carattere prettamente meccanico nel campo della progettazione, della produzione e dei sistemi energetici.
- valutare gli aspetti economici delle scelte tecnologiche;
- favorire e promuovere l'innovazione tecnologica.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Area Energia
Conoscenze e comprensione:
Scopo dell'area Energia è di fornire all'allievo approfondite conoscenze riguardo;
- la fluidodianamica, la trasmissione del calore e la termodinamica applicata;
- i sistemi energetici e le tecnologie delle energie rinnovabili;
- le macchine a fluido.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
L'area fornirà all'allievo le capacità:
- di progettare,valutando anche gli aspetti economici, innovativi sistemi energetici e macchine a fluido tenendo in debito conto gli aspetti ambientali;
- di gestire i sistemi energetici.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Area Produzione
Conoscenze e comprensione:
Scopo dell'Area Produzione è quello di fornire approfondite conoscenze riguardo:
- le tecnologie di lavorazione dei materiali e la definizione del ciclo di produzione;
- i sistemi e gli impianti di produzione;
- le tecniche di controllo della qualità;
- le metodologie per la verifica dimensionale dei prodotti.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
L'allievo sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite per progettare e gestire sistemi di produzione utilizzando anche tecnologie innovative, tenendo in debito conto gli aspetti economici e le problematiche relative alla gestione della qualità.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Area Progettazione Meccanica
Conoscenze e comprensione:
Scopo dell'area di apprendimento è di fornire all'allievo la conoscenza:
- delle metodologie della verifica strutturale a fatica;
- dello studio cinematico e dinamico dei sistemi meccanici;
- dello studio del ciclo di vita del prodotto.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Scopo dell'area di apprendimento è di fornire all'allievo le capacità di applicare le conoscenze acquisita alla progettazione di sistemi meccanici complessi, tenendo in debito conto gli aspetti legati alla scelta dei materiali, al ciclo di vita del prodotto ed alla verifica strutturale
.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Area Meccatronica
Conoscenze e comprensione:
Scopo dell'area di apprendimento è di fornire le opportune conoscenze riguardo:
- la progettazione funzionale dei sistemi meccanici;
- i sistemi meccatronici e la relativa modellistica e simulazione;
- l'automatica
- i fondamenti dell'elettronica e delle misure industriali.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
L'allievo sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite per progettare moderni sistemi meccatronici, utilizzando avanzate tecniche informatiche di supporto alla progettazione, tenendo in debito conto gli aspetti cinematici, dinamici, strutturali e applicando anche conoscenze di automatica, di elettronica e di misure industriali
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Autonomia di giudizio (making judgements)

Il corso di laurea magistrale contribuirà allo sviluppo di una opportuna autonomia di giudizio con riferimento alla valutazione critica del funzionamento delle tecnologie e della loro applicazione alla risoluzione di problemi concreti di tipologia, non solo prettamente meccanica, ma anche di tipo interdisciplinare, all'interpretazione dei risultati di esperimenti spesso con grandi quantità di dati da gestire ed interpretare, alla valutazione di opportunità relative all'adozione e sviluppo di differenti tecnologie per la risoluzione di uno specifico problema.

Abilità comunicative (communication skills)

Il laureato magistrale in ingegneria meccanica deve saper comunicare con tecnici ed esprimersi con proprietà di linguaggio. La conoscenza della lingua inglese è prerequisito indispensabile per il conseguimento della laurea per cui il laureato deve essere in grado di comunicare anche in inglese su problematiche di carattere tecnico; deve essere altresì in grado di comprendere ed elaborare testi in lingua inglese. Tutto ciò viene garantito dal fatto che il materiale di studio fornito è spesso disponibile nella sola lingua
inglese, così come la documentazione relativa a quasi tutte le tecnologie innovative presentate nell'ambito del corso.
A tale scopo i laureati acquisiranno adeguate competenze e strumenti per la comunicazione personale con riferimento a:
- comunicazione in lingua italiana e inglese, scritta e orale;
- capacità di lavorare in gruppo;
- trasmissione e divulgazione dei risultati del proprio lavoro.
Le attività di laboratorio e tutorato che vengono svolte dai docenti durante i corsi stimolano l'allievo ad interagire con essi e con i suoi colleghi; la prova d'esame, sia essa scritta che orale, consente di verificare le abilità comunicative maturate dall'allievo.
Inoltre nel corso di alcuni degli insegnamenti caratterizzanti il corso di studi, sono previste delle attività seminariali svolte sia da esperti del settore sia da gruppi di studenti su argomenti specifici di ciascun insegnamento.

Capacità di apprendimento (learning skills)

Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica fornirà le capacità necessarie per lo sviluppo e l'approfondimento di ulteriori competenze, con riferimento a:
- consultazione di materiale bibliografico;
- sviluppo di indagini sul campo;
- consultazione in rete della descrizione estesa delle tecnologie presentate durante le lezioni
- coinvolgimento in un'attività estesa di sviluppo della tecnologia svolta nell'ambito della tesi di laurea.
La suddivisione delle ore di lavoro complessive previste per lo studente dà un forte rilievo alle ore di lavoro personale per offrire allo studente la possibilità di verificare e migliorare la propria capacità di apprendimento. Analogo obiettivo persegue l'impostazione di rigore metodologico degli insegnamenti che porta lo studente a sviluppare un ragionamento logico che, a seguito di precise ipotesi, porti alla conseguente dimostrazione di una tesi.

Prova finale

Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica culminerà in una rilevante attività di progettazione e/o sperimentale, che si conclude con un elaborato che dimostri la padronanza degli argomenti tipici dell'Ingegneria Meccanica, la capacità di operare in modo autonomo ed innovativo e un buon livello di capacità di comunicazione.

Tirocini

Assistenza per lo svolgimento di periodi di formazione all'esterno (tirocini e stage)

Due portali dell'Ateneo di Bergamo consentono un incontro efficace tra aziende e studenti/laureati:
– MPS, per le procedure amministrative necessarie per l'attivazione di tirocini o stage
(http://stage.unibg.it/);
– Marketplace degli stage, bacheca gratuita di incontro domanda-offerta di tirocinio o di lavoro
(http://mps.unibg.it/).
Grazie a questi strumenti il numero di tirocini curriculari ed extracurriculari nei corsi di studio di ambito ingegneristico si è attestato, negli ultimi due AA, intorno alle 100 unità.

A supporto della mobilità all'estero di studenti e laureati, anche nei casi in cui il piano degli studi non preveda tirocini o stage, il Servizio Orientamento e Programmi Internazionali ricerca opportunità di formazione on the job all'estero e propone i seguenti progetti:
– Erasmus Placement (tirocini in Europa per studenti)
http://www.unibg.it/internazionalizzazione/mobilita/studio/erasmus
– Leonardo da Vinci (tirocini in Europa per laureati)
http://www.unibg.it/internazionalizzazione/mobilita/tirocinio/erasmus-tr...
– Sprint e Prime (tirocini negli USA per studenti)
http://www.unibg.it/tirocini
– Euromondo (tirocini in tutto il mondo per laureati).
http://www.euromondo-bergamo.eu/index.asp

L'attività di assistenza per lo svolgimento di periodi di tirocini e stage è gestita in forma coordinata da un docente referente del corso di studi, Prof. Roberto Strada, e dal Servizio Orientamento e Programmi Internazionali, struttura centrale di Ateneo.

L'attività è progettata e verificata con cadenza mensile tramite riunioni della Commissione Orientamento, Tirocini e Placement, presieduti dal Prorettore Delegato all'Orientamento Universitario di Ateneo, prof.ssa Piera Molinelli.

Mobilità internazionale
Assistenza e accordi per la mobilita' internazionale degli studenti

Assistenza e accordi per la mobilità internazionale degli studenti

Gli studenti dell'Università degli studi di Bergamo dispongono delle seguenti opportunità di mobilità internazionale:

1) circa 150 destinazioni per periodi di studio presso Università europee nell'ambito del programma LLP/Erasmus.
Le sedi disponibili sono elencate nella pagina WEB: http://www.unibg.it/internazionalizzazione/mobilita/studio/erasmus/outgoing

2) programmi di mobilità verso le seguenti Università di paesi extra Unione Europea:
- FDU Fairleigh Dickinson University - Madison NJ (USA)
- University of Missouri-Columbia (USA)
- Colorado State University Pueblo (USA)
- UTS - University of Technology Sydney (AUS)
- CETYS (MEX)
(http://www.unibg.it/internazionalizzazione/mobilita/studio/programmi-di-...):

L'ufficio Orientamento e Programmi Internazionali d'Ateneo si occupa dell'informazione e del supporto per la mobilità internazionale per gli studenti, nonché della promozione dei percorsi di studio in lingua inglese (http://www.unibg.it/internazionalizzazione/didattica-internazionalizzata...).
Il docente referente per il corso di studio magistrale in Ingegneria Meccanica è il prof. Riccardo Riva

Eventuali altre iniziative

Servizi per i Disabili

Gli studenti diversamente abili e/o con DSA e/o i loro familiari possono prendere contatti col docente referente del proprio Dipartimento per concordare le attività formative dell'anno in corso e gli interventi da realizzare. Il docente referente ha il compito di segnalare agli altri docenti del corso di studio eventuali elementi di difficoltà, di comunicare alla Commissione eventuali problemi da affrontare coinvolgendo gli uffici competenti, di fornire un contributo personale di assistenza allo studente in modo da rendere più agevole il suo percorso di studio.

I docenti referenti, nominati con Decreto Rettorale, sono:
 Dipartimento di Scienze Aziendali, economiche e metodi quantitativi: Prof. Stefano Lucarelli
 Dipartimento di Giurisprudenza: Prof.ssa Daniela Barbierato
 Dipartimento di Ingegneria: Prof. Bruno Zappa
 Dipartimento di Lingue, letterature straniere e comunicazione: Prof.ssa Ada Valentini
 Dipartimento di Scienze Umane e Sociali: Prof.ssa Giuliana Sandrone
 Dipartimento di Lettere e Filosofia: Prof.ssa Juanita Schiavini.
(http://www.unibg.it/campus-e-servizi/servizi-gli-studenti/servizio-disab...)

L'Università degli studi di Bergamo fornisce i seguenti servizi agli studenti disabili e portatori di DSA:
(http://www.unibg.it/campus-e-servizi/servizi-gli-studenti/servizio-disabili):

1) Servizio di tutorato alla pari, per un massimo di 100 ore per anno accademico, finalizzato al superamento delle barriere didattiche e architettoniche. Il servizio di tutorato consiste nell'organizzazione dell'accompagnamento a lezione all'interno delle sedi universitarie, nel recupero degli appunti, nell'intermediazione con i docenti, nel disbrigo di pratiche amministrative e di segreteria, come l'iscrizione agli esami, nella compilazione del piano di studi e altro.

2) Servizio di consulenza psicopedagogica.

3) Pianificazione mirata di aule e orari di lezione.

4) Conferimento d'incarichi professionali a interpreti L.I.S. (Lingua dei Segni Italiana).

5) Predisposizione di prove equipollenti con l'ausilio di specifici mezzi tecnici, su richiesta e previo accordo con i docenti.

6) Fornitura di attrezzature tecniche e sussidi didattici specifici (PC attrezzati, registratori, ecc.), concessi in uso per tutta la durata del corso di studi.

7) Organizzazione di seminari dedicati.

8) Possibilità di richiedere l'acquisto di attrezzature tecniche e sussidi didattici specifici.

È inoltre attivo l'Ufficio per i servizi agli studenti con disabilità e/o DSA, a cui è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni sui servizi erogati e sulle opportunità attivate rispetto all'accompagnamento, a interventi specifici di supporto individuale e borse di studio. (http://www.unibg.it/campus-e-servizi/servizi-gli-studenti/servizio-disabili).

Descrizione del percorso di formazione e dei metodi di accertamento
Descrizione dei metodi di accertamento

L'accertamento della preparazione segue modalità che dipendono dal singolo insegnamento.
Come è consuetudine per i corsi di laurea di ingegneria, l'accertamento spesso si basa su prove scritte che richiedono di risolvere esercizi che dimostrano la padronanza delle tecniche illustrate nelle lezioni ed esercitazioni.
Alcuni insegnamenti prevedono in aggiunta o in alternativa colloqui orali e in diverse situazioni per il superamento dell'esame viene richiesta o è comunque offerta la possibilità che la valutazione si basi sulla realizzazione di un elaborato che dimostri l'acquisizione delle competenze in un ambito progettuale di maggiori dimensioni rispetto a quanto possibile svolgere nella sola prova d'esame.
Ogni "scheda insegnamento", in collegamento informatico al Quadro A4-b, indica, oltre al programma dell'insegnamento, anche il modo in cui viene accertata l'effettiva acquisizione dei risultati di apprendimento da parte dello studente.