Corso (nome in italiano): 
MANAGEMENT, FINANCE AND INTERNATIONAL BUSINESS
Corso (nome in inglese): 
MANAGEMENT, FINANCE AND INTERNATIONAL BUSINESS
Sede didattica: 
BERGAMO
Dipartimento: 
Dipartimento di Scienze Aziendali, Economiche e Metodi Quantitativi

Informazioni generali sul corso

Anno accademico: 
2015/2016
Tipo di corso: 
Laurea Magistrale
Classe di laurea MIUR: 
LM-77 - Classe delle lauree magistrali in Scienze economico-aziendali
Codice del corso di studio: 
91-270-ENG
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Lingua dell'ordinamento didattico: 
Inglese
Obbligo di frequenza: 
No
Modalità di erogazione: 
Convenzionale
Verifica conoscenze richieste per l'accesso: 
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero
Area di appartenenza del corso: 
Area scienze economiche e statistiche
Il Corso di Studio in breve

Il Corso di Laurea Magistrale in Management, Finanza e International Business si propone di formare figure professionali in grado di intraprendere carriere manageriali in imprese industriali, commerciali, di servizi e ad alta professionalità, nonché all'interno di intermediari finanziari e di imprese che operano a livello internazionale.
Il percorso formativo è strutturato in particolare con l'obiettivo di fornire conoscenze e competenze avanzate nelle principali aree funzionali aziendali, nonché di aiutare gli studenti ad acquisire le conoscenze, le abilità e l'atteggiamento necessario per operare in ruoli manageriali e imprenditoriali all'interno delle aziende o come consulenti.
Attraverso metodiche avanzate di apprendimento, gli studenti potranno svolgere un ruolo attivo nel percorso di studio, nonché approfondire concreti casi aziendali, tramite l'utilizzo di case study, role playing, testimonianze, nonché ricerche di apprendimento specifico su temi di particolare interesse. Ciò consentirà ai laureati di sviluppare capacità avanzate di analisi e interpretazione dei diversi contesti aziendali e di gestione della complessità, nonché di capacità analitiche e pragmatiche di gestione.
Il corso prevede inoltre la possibilità di tirocini e stage in realtà aziendali o in società di consulenza direzionale e si conclude con la redazione di una dissertazione scritta che dovrà contenere elementi di originalità, sarà sviluppata sotto la supervisione di un docente del Corso di Studi.
Il percorso formativo è particolarmente incentrato sulle materie dell'area disciplinare aziendale. Particolare attenzione è rivolta ai temi del comportamento organizzativo e ai processi di imprenditorialità e di finanza straordinaria, nonché alla creazione di valore nelle imprese, alla governance e ai processi decisionali nelle diverse tipologie di aziende, alle tematiche relative alle politiche di distribuzione e di marketing internazionale e ai processi di internazionalizzazione, nonché ai processi che governano la direzione e la gestione degli intermediari finanziari e i mercati dei capitali.
Questa formazione disciplinare aziendale, che consente allo studente di acquisire in maniera integrata conoscenze funzionali e settoriali secondo l'ottica interfunzionale e imprenditoriale propria di chi si prepara ad assumere ruoli direttivi, viene quindi completata da adeguate conoscenze di natura quantitativa utili per l'individuazione e l'elaborazione dei dati necessari ai processi decisionali e da conoscenze relative alle principali variabili di contesto necessarie per l'operatività delle aziende in ambito nazionale e internazionale.

Il corso di studio si articola in due indirizzi diversi:
• Management, Leadership e Marketing;
• International Business and Finance.

I due indirizzi sono offerti internamente sia in italiano e sia in inglese:
- curricula in italiano: www.unibg.it/LS-MFIB
- curricula in inglese: www.unibg.it/IC-MFIB

Il corso di Laurea prevede la possibilità di frequentare i corsi in Università partner in Europa e con docenti internazionali.

Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Profilo Generico
Funzione in un contesto di lavoro:
Il laureato potrà operare con competenze adeguate svolgendo le seguenti funzioni:

a) Funzioni manageriali, imprenditoriali e di consulenza nelle seguenti tipologie di imprese: imprese industriali,
commerciali e finanziarie, aziende di servizi e di consulenza direzionale, imprese che operano a livello sia nazionale che
internazionale.

b) funzioni di responsabilità all'interno delle aree gestionali delle banche e degli altri intermediari finanziari: in
particolare, credito, finanza, controllo di gestione, gestione dei rischi e allocazione del capitale.

Competenze associate alla funzione:
Il laureato magistrale in Management, Finanza e international Business:
- detiene le conoscenze, le abilità e gli atteggiamenti necessari per operare in ruoli manageriali e imprenditoriali all'interno delle aziende o come consulenti aziendali;
- possiede in modo approfondito tutte le conoscenze fondamentali per la direzione delle imprese e l'assetto
strutturale e i processi che ne consentono il governo;
- ha conoscenza teorica e applicativa delle strategie di crescita esterna delle imprese e dei meccanismi di governo,
con particolare riferimento alle decisioni di diversificazione, internazionalizzazione, acquisizione;
- possiede solide conoscenze di carattere organizzativo, strategico, nonché di misurazione dei fenomeni aziendali
che consentono l'inserimento con profitto in aziende operanti nel settore della consulenza organizzativa e in tutte le
funzioni aziendali.
-conosce gli elementi concettuali e operativi necessari per lanciare una attività d'impresa o per sviluppare nuovi
progetti all'interno di imprese già consolidate;
- possiede un background giuridico relativamente alla regolamentazione dei mercati internazionali e alle operazioni
societarie relative alla crescita esterna delle imprese, quali acquisizioni e joint venture;
- possiede un background economico relativamente all'evoluzione delle dinamiche internazionali;
- conosce i principi che governano la gestione degli intermediari finanziari e l'organizzazione e il funzionamento dei mercati nonché le interrelazioni tra intermediari, mercati e imprese clienti;
- possiede un background utile ad effettuare analisi quantitative e qualitative per a conoscenza dei settori e delle dinamiche degli stessi.
Sbocchi professionali:
I possibili sbocchi professionali dei laureati in Management, Finanza e International Business sono sintetizzabili nelle seguenti tipologie di organizzazioni:
- aziende di varia dimensione e operanti, a livello locale o internazionale, nei più svariati settori.
In particolare nelle grandi aziende il laureato può inserirsi tanto nelle diverse funzioni specialistiche aziendali (marketing, finanza, produzione, strategia competitiva, gestione, elaborazione delle informazioni, sistema informativo, e-business, ICT) quanto in ruoli che richiedono conoscenza interfunzionale, apertura internazionale, attitudine al cambiamento: attività tipicamente di staff e di supporto alla Direzione Generale.
Nelle piccole medie aziende il laureato può svolgere ruoli di assistenza agli imprenditori e ai responsabili funzionali;
- società di consulenza aziendale: in queste attività il laureato è impiegato tipicamente nei ruoli di junior analyst,
business analyst, assistant consultant, consulenza finanziaria;
- aziende di famiglia e nuove imprese: in particolare la laurea offre agli studenti un insieme di competenze e di attitudini finalizzate a facilitare la partecipazione a un team imprenditoriale impegnato nella nascita o nello sviluppo di una nuova impresa;
- banche e altri intermediari finanziari:in particolare nelle seguenti funzioni credito, finanza, controllo di gestione, gestione dei rischi e allocazione del capitale.
Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)
  • Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione - 2.5.1.1.1
  • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private - 2.5.1.2.0
  • Specialisti dell’organizzazione del lavoro - 2.5.1.3.2
  • Specialisti in attività finanziarie - 2.5.1.4.3
  • Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICT) - 2.5.1.5.2
  • Analisti di mercato - 2.5.1.5.4
  • Specialisti dell'economia aziendale - 2.5.3.1.2
Requisiti di ammissione

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale in MAFIB occorre essere in possesso di:
• Laurea o diploma universitario di durata triennale, oppure di altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.
• Buona conoscenza della lingua inglese (livello minimo certificato B1 e B2 o equivalente).

Per ulteriori informazioni si rinvia al link del corso di studio.

Orientamento
Orientamento in ingresso

Orientamento in ingresso

Il corso di studio fornisce supporti e attività di orientamento ai potenziali interessati attraverso:
- la Guida online all'orientamento
- la propria Pagina Web, nella quale sono reperibili le informazioni essenziali relative alle modalità di accesso, ai calendari e ai piani di studio dei vari curricula
- l'ufficio Orientamento e Programmi Internazionali, preposto alle attività di orientamento pre-universitario, in itinere e di inserimento nel mondo del lavoro, che opera in stretta collaborazione con i referenti delle scuole secondarie superiori, con le aziende e gli enti pubblici.

L'Ufficio Orientamento coordina le seguenti attività in cooperazione con i docenti del corso e con i responsabili del Servizio studenti:
- Open day per Lauree triennali e magistrali a ciclo unico, per presentare agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado i corsi di laurea attivati e tutti i servizi offerti agli iscritti
- Tutorato per l'attivazione del tirocinio formativo in Italia e all'estero
- Counselling orientativo individuale e di gruppo, affidato a uno psicologo dell'orientamento, per approfondire le scelte formative e professionali
- Open day per Lauree magistrali, per illustrare l'offerta formativa di secondo livello a chi sta per terminare una laurea triennale e a chi, già inserito nel mondo del lavoro, vuole arricchire la propria preparazione professionale.

L'attività di orientamento e tutorato in itinere è gestita in forma coordinata da un docente referente (prof. Daniele Gervasio) del corso di studi e dal Servizio Orientamento, Stage e Placement, struttura centrale di Ateneo.

L'attività è progettata e verificata con cadenza mensile tramite riunioni della Commissione Orientamento, Tirocini e Placement, presieduti dal Prorettore Delegato all'Orientamento Universitario di Ateneo, prof.ssa Piera Molinelli.

Contatti e recapiti utili:
Guida online all'orientamento: http://www.unibg.it/orientamento
Pagina web del corso di studio in italiano: http://www.unibg.it/LS-IMEF
Pagina web del corso di studio in inglese: http://www.unibg.it/IC-IMEF
Ufficio Orientamento e Programmi Internazionali: http://www.unibg.it/orientamento

Docente di riferimento del Corso di studio per le attività di orientamento: PROF. DANIELA ANDREINI
indirizzo mail: daniela.andreini@unibg.it

Orientamento e tutorato in itinere

Le attività di orientamento in ingresso si dividono in:
- Attività informative:
o sportello SOAM (Sportello Orientamento e Accoglienza Matricole, dove gli studenti indecisi e i neo immatricolati possono rivolgersi per avere informazioni specifiche rispetto ai servizi dell'università ed avere un supporto nell'inserimento nell'ambiente universitario)

- Attività formative o di orientamento più specifiche:
o Incontri di counseling individuale  http://www.unibg.it/orientamento
o Effettuazione di una rilevazione verso tutti gli studenti che non abbiano conseguito CFU nella prima sessione (circa 1300 questionari inviati nel 2014).

L'attività di orientamento e tutorato in itinere è gestita in forma coordinata dalla prof. Daniela Andreini, docente referente del corso di studi, e dal Servizio Orientamento, Stage e Placement, struttura centrale di Ateneo.

L'attività è progettata e verificata con cadenza mensile tramite riunioni della Commissione Orientamento, Tirocini e Placement, presieduti dal Prorettore Delegato all'Orientamento Universitario di Ateneo, prof.ssa Piera Molinelli.

Accompagnamento al lavoro

Gli studenti dell'Ateneo di Bergamo possono svolgere stage e tirocini in 2491 enti convenzionati, pubblici e privati, in Italia e all'estero. Tali enti spesso divengono i loro datori di lavoro al conseguimento del titolo di studio.

Studenti e laureati dispongono delle seguenti risorse di accompagnamento al lavoro:
1) Un'attività di counseling professionale individualizzato che li prepara all'ingresso nel mercato del lavoro e li supporta nella redazione del curriculum vitae, nella ricerca attiva di opportunità di lavoro e nella simulazione di un colloquio in lingua italiana o inglese.

2) Eventi che promuovono l'incontro col mondo del lavoro:
– Career Day del polo Economico-Giuridico-Umanistico (edizione primaverile)
– Career Day del polo Scientifico-Ingegneristico (edizione invernale)
– “Scurricula”, un'attività formativa interattiva, finalizzata a informare sulle modalità di colloquio in azienda.
Il Career Day 2014 ha visto la presenza di 340 studenti del Dipartimento di afferenza del corso di studi, pari a circa la metà di tutti gli studenti/laureati partecipanti all'evento.

3) Accordi specifici per offerte altamente qualificate
Nel 2014 con la Camera di Commercio di Bergamo (Bergamo Sviluppo) è stato rinnnovato il protocollo per l'attivazione della quinta edizione del progetto “Sviluppo competitivo veloce delle PMI”, che ha visto la partecipazione di 20 studenti di tutto l'Ateneo.

4) Bandi del progetto FIxO (promossi da Italia Lavoro, agenzia tecnica del Ministero del Lavoro), volti a implementare l'occupazione giovanile; in particolare, per il bando 2013-14, l'Università degli studi di Bergamo ha progettato percorsi di supporto ai contratti di apprendistato e alla ricerca di opportunità all'estero.

5) Adesione al progetto di Apprendistato in Alta Formazione, che prevede piani formativi particolari per studenti inseriti in azienda con tale forma di contratto.

6) Infine, per incentivare le aziende ad inserire dei giovani laureati al proprio interno, l’Università di Bergamo, dietro finanziamento del Bacino Imbrifero Montano Oglio, per l’anno 2014 ha bandito 14 borse di studio del valore di circa 4000€ destinate ad altrettanti laureati che effettueranno un’esperienza di stage di 6 mesi presso un’azienda localizzata in uno dei 51 comuni aderenti al BIM.

Le attività di accompagnamento al lavoro sono gestite in forma coordinata dalla prof. Daniela Andreini, docente referente del Corso di studio, e dal Servizio Orientamento e Programmi Internazionali, struttura centrale di Ateneo.
(http://www.unibg.it/orientamento).

Le attività sono progettate e verificate con cadenza mensile tramite riunioni della Commissione Orientamento, Tirocini e Placement, presiedute dal Prorettore Delegato all'Orientamento Universitario di Ateneo, prof.ssa Piera Molinelli.

Obiettivi formativi e competenze attese
Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo (A4.a)

Il percorso formativo è strutturato con l'obiettivo di fornire conoscenze e competenze avanzate nelle principali aree funzionali aziendali, nonché capacità di risolvere le principali problematiche che le aziende affrontano comunemente sia nel mercato nazionale che internazionale. Particolare attenzione è rivolta ai temi del comportamento organizzativo e ai processi di imprenditorialità e di finanza straordinaria, alla creazione di valore nelle imprese, alla governance e ai processi decisionali nelle diverse tipologie di aziende, alle tematiche relative alle politiche di distribuzione e di marketing internazionale e ai processi di internazionalizzazione, nonché ai processi che governano la direzione e la gestione degli intermediari finanziari e i mercati dei capitali.

Questa formazione disciplinare aziendale, che consente allo studente di acquisire in maniera integrata conoscenze funzionali e settoriali secondo l'ottica interfunzionale e imprenditoriale propria di chi si prepara ad assumere ruoli direttivi, viene quindi completata da adeguate conoscenze di natura quantitativa (per esempio, utili per l'individuazione e l'elaborazione dei dati necessari ai processi decisionali di impresa o necessari per la comprensione dei modelli che
stanno alla base della gestione dei rischi negli intermediari finanziari), da conoscenze relative alle principali variabili di contesto necessarie per l'operatività delle aziende in ambito nazionale e internazionale (variabili giuridiche e macroeconomiche).

A tale fine il Corso articola il percorso formativo attraverso aree di apprendimento portanti, con l'obiettivo di favorire l'acquisizione delle necessarie competenze interdisciplinari:

- area manageriale: ha la finalità di fornire competenze fondamentali al fine di supportare i tipici processi decisionali nelle imprese e di governare le relazioni tra sistema d'impresa e sistema competitivo. In quest'ambito, assumono fondamentale importanza imprenditorialità e gestione dell'innovazione, creazione del valore, gestione degli scambi internazionali e marketing.

- area gestione risorse umane e comportamenti organizzativi: ha la finalità di fornire competenze legate alla traduzione organizzativa delle strategie e alla gestione del cambiamento organizzativo; nonché di fornire strumenti chiave per la gestione delle relazioni all'interno delle imprese e per spiegare e prevedere comportamenti e prestazioni.

- area finanza e intermediari finanziari: ha la finalità di fornire competenze di finanza aziendale nazionale ed internazionale nonchè di sviluppare strumenti di analisi finanziaria, di finanza straordinaria, di gestione dei rischi finanziari, creditizi e assicurativi nell'ottica delle aziende e di allocazione delle risorse finanziarie nel rispetto dell'obiettivo della creazione di valore.

- area economica: ha la finalità di fornire gli strumenti teorici e analitici per comprendere i comportamenti e le scelte degli individui e delle imprese e il funzionamento del sistema economico nel suo complesso;

- area matematico-statistica: ha la finalità di fornire conoscenze di natura quantitativa (per esempio, utili per l'individuazione e l'elaborazione dei dati necessari ai processi decisionali di impresa o necessari per la comprensione dei modelli che stanno alla base della gestione dei rischi negli intermediari finanziari)i;

- area giuridica: ha la finalità di fornire competenze fondamentali dei principi ed istituti dell'ordinamento giuridico necessari per operare adeguatamente nel mondo delle imprese.

Il corso di studio è articolato in due curricula/indirizzi, con obiettivi formativi specifici. Entrambi gli indirizzi sono attivati sia in lingua italiana che in lingua inglese. I percorsi in lingua inglese sono rivolte sia a studenti italiani che stranieri.

Primo indirizzo
- Management, Leadership e Marketing (MLM)

L'indirizzo è finalizzato a trasmettere le competenze multi-funzionali e di contesto necessarie a supportare un'efficace gestione aziendale, a sviluppare capacità di individuare e applicare le logiche e gli strumenti più adatti a specifici problemi aziendali, nonché a interpretarli e gestirli. In particolare il corso intende:

- assicurare agli studenti le conoscenze, le abilità e gli atteggiamenti necessari per operare in ruoli manageriali e imprenditoriali all'interno delle aziende o come consulenti aziendali;
- trasmettere le conoscenze specialistiche relative ai processi di governo, di gestione, di organizzazione nei vari tipi di aziende e di aggregati interaziendali;
- sviluppare le abilità e gli atteggiamenti personali di ascolto, di gestione delle tensioni, di lavoro in gruppo, di apprendimento innovativo, di iniziativa, di assertività e di leadership;
- sperimentare lo sviluppo dei processi di cambiamento imprenditoriale in aziende di piccola, media o grande dimensione.

Secondo indirizzo
- International Business e Finance (IBF)

L'indirizzo è finalizzato a offrire un'approfondita conoscenza multidisciplinare sul funzionamento delle imprese internazionali, dei mercati e degli intermediari finanziari con riferimento alle tematiche sia di governo sia di gestione. In particolare, il corso intende:

- sviluppare capacità logiche e competenze specialistiche utili al fine di analizzare e interpretare i fenomeni finanziari nazionali e internazionali
- fornire strumenti per la comprensione e la gestione dei processi del credito, della finanza, del risk management, della compliance, della tesoreria degli intermediari finanziari
- rafforzare le conoscenze riguardanti l'operatività delle aziende multinazionali in merito alle funzioni gestionali, strategiche, finanziarie, produttive e di marketing.

Il Corso di Laurea si caratterizza per la presenza di metodi didattici innovativi e interattivi che consentono agli studenti di svolgere un ruolo chiave nel percorso di studio e di approfondire concreti casi aziendali, attraverso l'utilizzo di case study, role playing, testimonianze, simulazioni, nonché svolgere ricerche specifiche su temi di particolare interesse.
 La didattica utilizzata consente, in particolare, una sovrapposizione tra approcci teorici e operatività d'azienda che oltre a favorire un continuo confronto, consentiranno l'acquisizione di competenze e professionalità spendibili in diversi contesti aziendali.

Sono inoltre attivati numerosi programmi internazionali tra cui si segnalano i programmi Boarding Pass e Global Class Summer Tour. Il Bording Pass è un programma realizzato in collaborazione con la Freie Universität (Berlino – D), la IÉSEG School of Management (Lille – F), la University of Washington Bothell (Seattle - USA) e la Technische Universität di Chemnitz (D). Il progetto consente agli studenti (massimo 16) di trascorrere un intero semestre nell'Università straniera prescelta. Il Global Class Summer Tour [Link al sito] è un progetto di internazionalizzazione che prevede un soggiorno di due settimane a Seattle finalizzato alla partecipazione a seminari presso l'Università di Washington Bothell e a visite aziendali presso alcune imprese (Microsoft, AT&T Wireless, Nintendo, Amazon.com e Boeing). Gli studenti avranno così l'occasione di incontrare i manager aziendali e discutere di tematiche quali: business development, sviluppo e innovazione, dinamiche del mercato, knowledge management, organizzazione, sviluppo di prodotto, comunicazione, pricing, etc.

Risultati di apprendimento attesi / Conoscenza e comprensione / Capacità di applicare conoscenza e comprensione (A4.b)
Area Manageriale
Conoscenze e comprensione:
Il laureato magistrale al termine del percorso di studi, tramite gli insegnamenti impartiti nel Corso e al lavoro di elaborazione della tesi di laurea, acquisirà gli strumenti teorici, metodologici ed esperienziali atti a comprendere ed analizzare con autonomia di giudizio la complessità di governo e gestione delle imprese nazionali e internazionali e le principali problematiche che le aziende affrontano comunemente.
Nello specifico il laureato acquisirà:

- le conoscenze, le abilità e gli atteggiamenti necessari per operare in ruoli manageriali e imprenditoriali all'interno delle aziende o come consulenti aziendali;
- le conoscenze fondamentali per la direzione delle imprese e l'assetto strutturale e i processi che ne consentono il governo in un'ottica internazionale;
- le conoscenze teoriche e applicative legate al governo delle strategie di crescita interna ed esterna delle imprese, con particolare riferimento alle decisioni di diversificazione, internazionalizzazione, acquisizione;
- le conoscenze legate alla misurazione dei fenomeni aziendali in ottica internazionale, nonché all'impatto anche economico di comportamenti non etici nelle imprese;
- gli elementi concettuali e operativi necessari per lanciare una attività d'impresa o per sviluppare nuovi progetti all'interno di imprese già consolidate;
- le conoscenze teoriche e pratiche legate alla misurazione del valore d’impresa e alla valutazione degli intangibili;
- le conoscenze teoriche e pratiche relative alle decisioni di marketing con particolare riferimento alle variabili che influenzano il comportamento dei consumatori e le scelte di acquisto.

Il raggiungimento delle capacità indicate avviene prevedendo all'interno degli insegnamenti, lo svolgimento di esercitazioni di laboratorio o informatiche, attività di tutorato, l'applicazione degli strumenti di analisi empirica di casi aziendali, l’attivazione di seminari e testimonianze del mondo imprenditoriale, la ricerca bibliografica e lo studio di casi. Il raggiungimento di tali abilità avviene, al pari di tutte le altre abilità, formulando opportunamente il contenuto e le modalità di svolgimento degli esami (scritti e orali) e nell'ambito della preparazione della prova finale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il laureato magistrale al termine del suo percorso di studi avrà acquisito conoscenze che gli consentono di applicare concetti, strumenti e metodologie alle realtà operative in cui verrà impiegato.

In particolare il laureato:
- è in grado, sulla base delle conoscenze acquisite nei differenti settori scientifico-disciplinari di comprendere gli
elementi fondamentali nei processi che governano la gestione aziendale, di individuare le criticità positive e
negative di tali processi e di prendere decisioni adeguate ai ruoli che gli vengono attribuiti nelle diverse fasi dello sviluppo di carriera; ciò in generale e con riferimento a particolari ambiti di operatività: nazionale e internazionale, nelle imprese commerciali e di produzione e nelle aziende di servizi professionali;
- nell'ambito di tale capacità generale, è in grado di sviluppare un business plan aziendale, e di garantire competenze su funzioni aziendali specifiche (ad esempio: marketing, strategia);
- ha capacità di eseguire ricerche su tematiche prestabilite ed avere una valida conoscenza operativa delle tematiche affrontate.

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenze e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, l'analisi di casi aziendali, la presentazione di testimonianze e la produzione di specifici output nei diversi corsi, tesi a favorire l'applicazione delle conoscenze.
L'eventuale partecipazione al tirocino (facoltativo all'interno dei CFU di scelta libera) consente di ricondurre gli schemi concettuali acquisiti alle concrete problematiche delle aziende che operano sia in campo nazionale che internazionale.
Le verifiche (esami scritti e/o orali, relazioni, esercitazioni) prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo
studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica. Nelle attività di tirocinio la verifica
avviene tramite la presentazione di una relazione da parte dello studente e del tutor aziendale.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
area Finanza e Intermediari Finanziari
Conoscenze e comprensione:
Il laureato magistrale al termine del percorso di studi, tramite gli insegnamenti impartiti nel Corso e grazie al lavoro di elaborazione della tesi di laurea, acquisirà gli strumenti teorici, metodologici ed esperienziali atti a comprendere ed analizzare con autonomia di giudizio il funzionamento dei mercati e degli intermediari finanziari con riferimento alle tematiche sia di governo sia di gestione.
Nello specifico il laureato acquisirà:

• Conoscenza dei principi che governano la gestione degli intermediari finanziari e l’organizzazione e il funzionamento dei mercati nonché le interrelazioni tra intermediari, mercati e imprese clienti;
• competenze specialistiche utili al fine di analizzare e interpretare i fenomeni finanziari nazionali e internazionali;
• strumenti per la comprensione e la gestione dei processi del credito, della finanza, del risk management, della compliance, della tesoreria degli intermediari finanziari

Il raggiungimento delle capacità indicate avviene prevedendo all'interno degli insegnamenti, lo svolgimento di esercitazioni di laboratorio o informatiche, attività di tutorato, l'applicazione degli strumenti finanziari, l’attivazione di seminari e testimonianze del mondo della finanza. Il raggiungimento di tali abilità avviene, al pari di tutte le altre abilità, formulando opportunamente il contenuto e le modalità di svolgimento degli esami (scritti e orali) e nell'ambito della preparazione della prova finale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il laureato magistrale:
- è in grado di comprendere gli elementi fondamentali nei processi che governano la finanza aziendale, di individuare le criticità positive e negative di tali processi e di prendere decisioni adeguate ai ruoli che gli vengono attribuiti nelle diverse fasi dello sviluppo di carriera; ciò con riferimento a ambiti di operatività tipici delle imprese finanziarie.
- nell’ambito di tale capacità generale, è in grado di applicare tecniche di analisi finanziara dei data base finalizzate alle decisioni d'impresa e di utilizzare modelli quantitativi per un approccio sistematico utile per la risoluzione dei problemi finanziari.

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenze e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, l’analisi di casi aziendali, la presentazione di testimonianze nel settore della finanza e degli intermediari finanziari e la produzione di specifici output nei diversi corsi, tesi a favorire l’applicazione delle conoscenze.
Le verifiche (esami scritti e/o orali, relazioni, esercitazioni) prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
area gestione risorse umane e comportamenti organizzativi
Conoscenze e comprensione:
Il laureato magistrale al termine del percorso di studi, tramite gli insegnamenti impartiti nel Corso e grazie al lavoro di elaborazione della tesi di laurea, acquisirà le conoscenze, le abilità e gli atteggiamenti necessari per operare in ruoli manageriali e imprenditoriali all'interno delle aziende o come consulenti aziendali.

Nello specifico il laureato acquisirà:
• conoscenze relative a abilità e atteggiamenti personali di ascolto, di gestione delle tensioni, di lavoro in gruppo, di apprendimento innovativo, di iniziativa, di assertività e di leadership;
• conoscenze di carattere organizzativo, nonché di lettura dei fenomeni organizzativi all'interno delle realtà aziendalii che consentono l’inserimento con profitto in aziende operanti nel settore della consulenza organizzativa e in tutte le funzioni aziendali;
• conoscenze relative alla gestione strategica delle risorse umane e strumenti specifici di gestione e motivazione del personale.

Il raggiungimento delle capacità indicate avviene prevedendo all'interno degli insegnamenti, lo svolgimento di esercitazioni di laboratorio o informatiche, attività di tutorato,la discussione di casi concreti, la partecipazione a simulazioni e Role Playing, l’attivazione testimonianze del mondo gestione delle risorse umane. Il raggiungimento di tali abilità avviene, al pari di tutte le altre abilità, formulando opportunamente il contenuto e le modalità di svolgimento degli esami (scritti e orali) e nell'ambito della preparazione della prova finale o dell'eventuale svolgimento dello stage.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il laureato magistrale:
- è in grado, sulla base delle conoscenze acquisite nelle tematiche di organizzazione, gestione delle risorse umane e comportamenti organizzativi di comprendere gli elementi fondamentali nei processi che governano le relazioni all'interno delle aziende e di ricoprire i ruoli che gli vengono attribuiti nelle diverse fasi dello sviluppo di carriera;
- è in grado di gestire le relazioni sia all’interno dell’azienda (con colleghi, superiori e subordinati) che all’esterno (con il mercato e con i clienti);
- ha capacità di lavorare in gruppo, gestire lo stress e le situazioni conflittuali, eseguire ricerche su tematiche prestabilite ed avere una valida conoscenza operativa delle tematiche affrontate;

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenze e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, l’analisi di casi aziendali, lo sviluppo di role playing, la presentazione di testimonianze e la produzione di specifici output nei diversi corsi, tesi a favorire l’applicazione delle conoscenze.
Le verifiche (esami scritti e/o orali, relazioni, esercitazioni) prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
area economica
Conoscenze e comprensione:
Il laureato al termine del percorso di studi acquisirà gli strumenti teorici, metodologici ed culturali atti a comprendere ed analizzare con autonomia di giudizio la complessità di funzionamento dei sistemi economici.
Nello specifico il laureato acquisirà:
- conoscenze di natura economica (sia riferite ai modelli di interpretazione del comportamento delle imprese e dei mercati, anche internazionali, sia riferite alla loro rappresentazione econometria, sia in relazione alla conoscenza degli aggregati economico-finanziari che definiscono il sistema e alle relazioni tra questi aggregati e la politica economica)
- conoscenze e capacità di comprensione degli strumenti e dei modelli di politica economica europea e internazionale;
- conoscenze riguardanti gli strumenti teorici e metodologici funzionali alla comprensione dei modelli di comportamento di un'economia monetaria internazionale, all'analisi del comportamento delle imprese nelle diverse forme di mercato e all'analisi degli aspetti internazionali del funzionamento del sistema economico,
- i fondamentali dell’analisi economica dei problemi energetici ed ambientali e le conoscenze relative alle caratteristiche principali dei mercati e delle industrie energetiche, ai problemi ambientali e agli aspetti economici delle politiche energetiche ed ambientali.

Il raggiungimento delle capacità indicate avviene prevedendo all'interno degli insegnamenti, lo svolgimento di esercitazioni di laboratorio o informatiche, attività di tutorato, l'applicazione degli strumenti di analisi empirica ai fenomeni economici e sociali, il ricorso a software specializzati, la ricerca bibliografica e lo studio di casi. Il raggiungimento di tali abilità avviene, al pari di tutte le altre abilità, formulando opportunamente il contenuto e le modalità di svolgimento degli esami (scritti e orali) e nell'ambito della preparazione della prova finale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il laureato:
- è in grado utilizzare le conoscenze acquisite per analizzare le opportunità e le criticità del sistema economico sia sotto il profilo dell'analisi economica teorica, sia sotto quello dell'analisi economica applicata.
- è in grado di applicare le tecniche per lo studio quantitativo dei fenomeni economici;
- sa utilizzare tecniche di previsione economica per le decisioni delle imprese e degli operatori finanziari.
In particolare lo studente avrà modo di trasferire le conoscenze metodologiche acquisite nelle realtà operative aziendali e finanziarie.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
area matematico statistica
Conoscenze e comprensione:
Il laureato al termine del percorso di studi acquisirà gli strumenti teorici e metodologici (matematici e statistici) utili per l’individuazione l’elaborazione dei dati necessari ai processi decisionali di impresa o necessari per la comprensione dei modelli che stanno alla base della gestione dei rischi negli intermediari finanziari.
Il laureato acquisirà:
- conoscenze relative alla probabilità e statistica avanzata per la finanza e le decisioni d’impresa;
- conoscenza degli strumenti matematici utilizzati nelle discipline a carattere aziendale e finanziario;
- i metodi quantitativi di ricerca utili a supportare le decisioni aziendali.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Al termine del percorso formativo il laureato:
- è in grado di individuare opportune tecniche di analisi quantitativa per affrontare problemi di valutazione e di scelta in ambito economico, aziendale e finanziario;
- sa utilizzare tecniche di previsione economica per le decisioni delle imprese e degli operatori finanziari;
- è in grado di utilizzare gli strumenti matematici finalizzati alla comprensione dei fenomeni aziendali.
- è in grado di applicare tecniche di analisi dei data base finalizzate alle decisioni d'impresa, di usare e progettare basi di dati relazionali e di tecnologie alla base delle applicazioni in rete, di sviluppare progetti di e-business e di inserimento di nuove tecnologie abilitanti i processi aziendali, di utilizzare modelli quantitativi per un approccio sistematico utile per la risoluzione dei problemi aziendali.

Il raggiungimento delle suddette capacità avviene prevedendo all’interno degli insegnamenti lo svolgimento di esercitazioni, l’applicazione degli strumenti di analisi empirica ai fenomeni aziendali e l’utilizzo di software. Il raggiungimento di tali abilità è comprovato dal superamento delle prove d’esame che si svolgono in forma scritta ed orale, nell’ambito della preparazione della prova finale e nello svolgimento di eventuali presentazioni d’aula durante il corso.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
area giuridica
Conoscenze e comprensione:
Il laureato al termine del percorso di studi acquisirà le conoscenze giuridiche necessarie per l’operatività delle aziende in ambito nazionale e internazionale.
Nello specifico il laureato acquisirà:
- conoscenze avanzate di diritto commerciale
- conoscenze avanzate circa la disciplina dell'amministrazione e del controllo delle società di capitali ed in particolare della società per azioni
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Al termine del percorso formativo il laureato:
- sarà in grado di comprendere, utilizzare e interpretare la disciplina contenuta nel codice civile e nel Testo Unico della Finanza con riguardo all'organizzazione, alla disciplina dell'amministrazione e del controllo delle società di capitali;

Il raggiungimento di tali abilità è comprovato dal superamento delle prove d’esame che si svolgono in forma orale con analisi della normativa e delle sue interpretazioni.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Autonomia di giudizio (making judgements)

Il laureato magistrale:
- ai diversi livelli in cui è chiamato a operare, in funzione del suo sviluppo di carriera e, pertanto, con intensità crescente, sa selezionare gli approcci e gli strumenti necessari per la gestione ordinaria e straordinaria delle diverse tipologie di aziende;
- sa utilizzare le informazioni interne ed esterne in modo adeguato ad elaborare valutazioni sulle scelte correnti e strategiche da prendere nel contesto in cui opera;
- sa valutare la qualità dei processi interni e delle relazioni organizzative per il buon governo dell'impresa;
- sa selezionare e sviluppare gli approcci e gli strumenti necessari per gestire le problematiche che le imprese devono affrontare nell'attività di governo.
L'autonomia di giudizio viene sviluppata attraverso uno studio critico di testi, e documenti e nella preparazione della prova finale. Inoltre le lezioni frontali privilegiano una didattica articolata ed interattiva, che contempla discussione di casi, attività di role playing, seminari, testimonianze, preparazione di elaborati,
discussioni guidate in cui lo studente apprende a rielabolare in forma personale i concetti appresi e a confrontarsi con gli altri studenti e i docenti. Il raggiungimento di tali abilità è comprovato dal superamento delle prove d'esame che si svolgono in forma scritta e orale, nell'ambito della preparazione della prova finale e nello svolgimento delle eventuali presentazioni d'aula durante il corso.

Abilità comunicative (communication skills)

Il laureato magistrale:
- è in grado di esporre in forma scritta e orale, in modo efficace e con un linguaggio adeguato a diversi interlocutori, le proprie conclusioni riguardo a studi e analisi, esplicitando in modo chiaro i propri ragionamenti;
- ha capacità di lavorare in gruppo, gestire lo stress e le situazioni conflittuali;
- può comunicare e lavorare agevolmente in lingua inglese.
Le abilità comunicative sono sviluppate particolarmente in occasione delle attività formative che prevedono la preparazione e la presentazione orale di relazioni e documenti scritti. L'acquisizione delle abilità comunicative sopraelencate avviene, inoltre, tramite l'attività svolta dallo studente per la preparazione della prova finale e la discussione della medesima e in occasione dello svolgimento dell'eventuale tirocinio-stage.
La lingua inglese viene appresa tramite apposita attività formativa e verificata mediante le relative prove. Il suo apprendimento può essere potenziato nel caso, previsto, di istituzione di corsi in lingua inglese.

Capacità di apprendimento (learning skills)

Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso, con riguardo in particolare allo studio individuale previsto, alla preparazione di progetti individuali e di gruppo, all'attività svolta per la preparazione della tesi di laurea.
La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, richiedendo la presentazione di dati reperiti autonomamente, mediante la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante la preparazione della tesi di laurea. Le capacità così acquisite dovranno consentire al laureato magistrale di intraprendere successivamente ulteriori percorsi formativi specifici, quali master di secondo livello o comunque iniziative di formazione permanente.

Prova finale

La prova finale consiste nella preparazione e nella relativa discussione di una dissertazione scritta, elaborata dal candidato sotto la supervisione di un relatore: la dissertazione deve dimostrare capacità critica e contenere elementi di originalità.
Nell'ipotesi in cui il candidato abbia optato nel proprio percorso formativo per l'attività di tirocinio, la tesi di laurea può consistere nell'analisi di casi ai quali il candidato abbia
attivamente partecipato nel corso della suddetta attività, e deve essere sviluppata sullo sfondo di un adeguato impianto teorico. In questo caso le attività formative di tirocinio e di redazione della tesi di laurea risultano strettamente integrate.
E' possibile redigere e discutere la tesi in lingua inglese.

Tirocini

Due portali dell'Ateneo di Bergamo consentono un incontro efficace tra aziende e studenti/laureati:
- Sportello internet per la convenzione, l'attivazione di tirocini curriculari ed extracurriculari e la presentazione di offerte di lavoro e tirocinio (http://sportello.unibg.it/esse3/Home.do);
- Portale per l'estrapolazione dei curricula dei laureati (http://mps.unibg.it/)

L'investimento sopra riportato ha generato un crescente numero dei tirocini curriculari ed extracurriculari attivati a livello di Ateneo: 1632 curriculari e 676 extracurriculari. Nell'ambito del Dipartimento a cui afferisce il corso di studio nel 2014 sono stati attivati in totale 189 tirocini di II livello.

L'Ateneo di Bergamo incentiva la mobilità all'estero, anche laddove il tirocinio non sia previsto nel piano di studi. In supporto alla mobilità, il Servizio Orientamento e Programmi Internazionali propone ai propri studenti e laureati la partecipazione ai seguenti progetti:
- Erasmus Placement (tirocini in Europa per studenti)
- Leonardo da Vinci (tirocini in Europa per laureati)
- Sprint e Prime (tirocini negli USA per studenti)
- Euromondo (tirocini in tutto il mondo per laureati)
Nell'ambito del Dipartimento a cui afferisce il corso di studio nel 2014 sono stati attivati 31 tirocini all'estero.

Oltre a ciò, sia i docenti referenti per il corso di laurea che il personale del servizio si attivano per ricercare possibili opportunità di formazione on the job all'estero.

L'attività di assistenza per lo svolgimento di periodi di tirocini e stage è gestita in forma coordinata dalla prof. Daniela Andreini, docente referente del corso di studi, e dal Servizio Orientamento e Programmi Internazionali, struttura centrale di Ateneo.

L'attività è progettata e verificata con cadenza mensile tramite riunioni della Commissione Orientamento, Tirocini e Placement, presieduti dal Prorettore Delegato all'Orientamento Universitario di Ateneo, prof.ssa Piera Molinelli.

Mobilità internazionale
Assistenza e accordi per la mobilita' internazionale degli studenti

L'ufficio Orientamento e Programmi Internazionali d'Ateneo si occupa dell'informazione e del supporto per la mobilità internazionale per gli studenti, nonché della promozione dei percorsi di studio in lingua inglese (http://www.unibg.it/international_courses).

Gli studenti dell'Università degli studi di Bergamo dispongono delle seguenti opportunità di mobilità internazionale:
1) circa 150 destinazioni per periodi di studio presso Università europee nell'ambito del programma LLP/Erasmus.
2) programmi di mobilità verso le seguenti Università di paesi extra Unione Europea:
- FDU Fairleigh Dickinson University - Madison NJ (USA)
- University of Missouri-Columbia (USA)
- Colorado State University Pueblo (USA)
- UTS - University of Technology Sydney (AUS)
- CETYS (MEX)

In particolare, gli studenti iscritti al corso di LM in Management, Finanza e International Business, hanno la possibilità di partecipare ai seguenti programmi di mobilità internazionale:
- Boarding Pass
- Complementary Degree Program in Global Business
- Global Class Summer Tour

Per info consultare il sito:
http://www.unibg.it/economia (sezione: programmi di internazionalizzazione)

Il coordinatore per gli scambi con l'estero è il Prof. Edoardo Della Torre.

Eventuali altre iniziative

Servizi per le disabilità e i DSA (www.unibg.it/disabili)

1) Docenti referenti per Dipartimento
Per facilitare il contatto con gli studenti diversamente abili e/o con DSA, oltre al Prorettore di Ateneo (prof.ssa Rosella Giacometti), per ciascun Dipartimento è stato nominato un referente, ovvero un docente con il quale lo studente e/o i familiari possono prendere contatti per concordare sia le attività formative dell'anno in corso sia gli interventi da realizzare. Il Referente ha il compito di segnalare agli altri docenti eventuali elementi di difficoltà, di comunicare alla Commissione per i servizi alle disabilità, eventuali problemi da affrontare coinvolgendo gli uffici competenti, di fornire un contributo personale di assistenza allo studente in modo da rendere più agevole il percorso di studio.

Docente Referente per il Dipartimento di Scienze Aziendali, economiche e metodi quantitativi: Prof. Stefano Lucarelli

2) Servizi agli studenti Disabili e portatori di DSA
Di seguito, i principali servizi offerti:
- Servizio di tutorato alla pari, per un massimo di 100 ore per anno accademico., finalizzato al superamento delle barriere didattiche ed architettoniche. Il servizio di tutorato consiste nell'organizzazione dell'accompagnamento a lezione all'interno delle sedi universitarie, nel recupero degli appunti, nell'intermediazione con i docenti, nel disbrigo di pratiche amministrative e di segreteria, come l'iscrizione agli esami, nella compilazione del piano di studi ed altro.
- Servizio di consulenza psicopedagogica;
- Pianificazione mirata di aule ed orari di lezione;
- Conferimento d'incarichi professionali ad interpreti L.I.S. (Lingua dei Segni Italiana);
- Predisposizione di prove equipollenti su richiesta e previo accordo con i docenti con l'ausilio di specifici mezzi tecnici;
- Fornitura di attrezzature tecniche e sussidi didattici specifici (PC attrezzati, registratori, ecc.), concessi in uso per tutta la durata del corso di studi;
- Organizzazione di seminari dedicati;
- Possibilità di richiedere l'acquisto di attrezzature tecniche e sussidi didattici specifici.

Descrizione del percorso di formazione e dei metodi di accertamento
Descrizione dei metodi di accertamento

La valutazione delle conoscenze e competenze acquisite dallo studente avviene attraverso il superamento delle prove di accertamento (esami). La modalità della prova di accertamento può essere solo scritta, solo orale o scritta e orale dipendendo dalle specificità degli insegnamenti. A titolo d'esempio, la valutazione delle conoscenze in ambito giuridico viene effettuata con una modalità orale, mentre in ambito matematico-statistico viene privilegiata la modalità scritta in virtù della specificità degli argomenti trattati.
La tipologia delle prove, siano esse scritte o orali, prevede una valutazione sia delle conoscenze teoriche (verificabili tramite domande aperte e/o test a risposta multiple) sia delle conoscenze pratiche (verificabili tramiti esercitazioni o discussioni di casi ed articoli).
Le prove di accertamento delle conoscenze hanno la finalità di valutare, non solo le conoscenze teoriche e/o pratiche acquisite dallo studente, ma soprattutto le capacità critiche e di ragionamento ed elaborazione, particolarmente in ambito manageriale.
L'accertamento della conoscenza in alcune discipline, a titolo d'esempio Lingua Inglese, può essere effettuata attraverso prove pratiche che vengono svolte in laboratori specifici. Questo al fine di preservare la specificità dell'insegnamento e garantire una più adeguata valutazione delle conoscenze e delle competenze acquisite dallo studente.