Corso (nome in italiano): 
COMUNICAZIONE, INFORMAZIONE, EDITORIA
Sede didattica: 
BERGAMO
Dipartimento: 
Dipartimento di Lettere, Filosofia, Comunicazione (Letters, Philosophy, Communication)

Informazioni generali sul corso

Anno accademico: 
2016/2017
Tipo di corso: 
Laurea Magistrale
Classe di laurea MIUR: 
LM-19 - Classe delle lauree magistrali in Informazione e sistemi editoriali
Codice del corso di studio: 
93-270
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Lingua dell'ordinamento didattico: 
Italiano
Obbligo di frequenza: 
No
Modalità di erogazione: 
Convenzionale
Verifica conoscenze richieste per l'accesso: 
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero
Area di appartenenza del corso: 
Area scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
Il Corso di Studio in breve

Il corso di Laurea Magistrale in Comunicazione, informazione, editoria, permette di acquisire competenze per

• conoscere, analizzare ed elaborare la produzione editoriale cartacea e multimediale, e affrontarne l'organizzazione
• raccogliere e trattare informazioni, e gestirle criticamente attraverso l'impiego di strumenti mediologici e tecnici adeguati
• produrre e gestire i contenuti della comunicazione in ambito aziendale e istituzionale, verso l'interno e verso l'esterno
• garantire conoscenze culturali e linguistiche approfondite e una metodologia di lavoro affinata dalle esperienze pratiche, condotte attraverso stages e tirocini nei settori dell'editoria, dell'informazione e della comunicazione aziendale e istituzionale.

Offre molteplici sbocchi professionali in una varietà di ambiti, quali

• editoria cartacea, informatica, multimediale
• stampa, radio, televisione
• uffici stampa e uffici per le relazioni pubbliche (URP)
• agenzie di comunicazione e agenzie di pubblicità
• istituzioni culturali, musei, teatri
• aziende, enti pubblici e privati

Valorizza la dimensione internazionale attraverso

• la possibilità di conseguire un Doppio titolo con un programma in partnership con Fairleigh Dickinson University: MA Corporate Communication + Laurea Magistrale in Comunicazione, informazione, editoria
• una rete di scambi Erasmus e con università extra-europee
• programmi di tirocinio all'estero Erasmus placement, Euromondo)

Valorizza la dimensione territoriale e i collegamenti con il modo del lavoro attraverso

• una rete di contatti con aziende, enti, istituzioni locali
• partnership di tirocinio selezionate e qualificanti

Intreccia la ricerca dei suoi docenti con la didattica svolta nel corso, per portare agli studenti contenuti e meteodologie avanzate.

Privilegia una didattica student-oriented, per rendere lo studente protagonista del suo progetto di formazione culturale e professionale.

Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Esperto di comunicazione negli ambiti dell'informazione, dell'editoria, delle strategie comunicative di aziende ed enti profit e no-profit
Funzione in un contesto di lavoro:
I laureati in Comunicazione, informazione, editoria svolgono attività professionali qualificate, con funzioni di responsabilità, gestione e progettualità delle attività di comunicazione interna ed esterna di enti, istituzioni, imprese. Progettano contenuti, anche di tipo multimediale e ipertestuale, svolgono attività redazionali e realizzano prodotti per l'informazione, l'editoria, i media. Lavorano in uffici stampa e uffici comunicazione, con capacità di muoversi in modo autonomo e di affrontare responsabilità crescenti.
Competenze associate alla funzione:
Il laureato ha competenze linguistiche e una sicura padronanza delle tecniche retoriche e di scrittura nei diversi ambiti della comunicazione. Affronta criticamente il reperimento e la gestione delle informazioni, consapevole dei risvolti psicologici, sociali, giuridici, economici del processo comunicativo. Può svolgere indagini per rilevare e rielaborare dati. Ha competenze in ambito informatico e dei nuovi media. Ha autonomia di giudizio, senso critico, capacità di lavorare in gruppo e attitudine al problem solving.
Sbocchi professionali:
I laureati avranno accesso a: uffici comunicazione; uffici e agenzie di stampa; uffici di relazioni pubbliche (URP) della Pubblica Amministrazione; agenzie di pubblicità; agenzie di promozione e sponsorizzazione di turismo, eventi, mostre e attività culturali di varia natura; redazioni e servizi editoriali; collaborazione e praticantato presso quotidiani, periodici, radio, televisioni (naturalmente il Corso non dà accesso alla professione di giornalista, che dipende da regole proprie di inserimento e dall'appartenenza a un Ordine professionale specifico); istituti di ricerca sociologica e di analisi territoriale.
Avranno inoltre accesso ai seguenti ruoli professionali non previsti dalla classificazione ISTAT:
redattore di pubblicazioni on line; gestore di servizi informativi on line; progettista di sistemi informativi multimediali on line; esperto di marketing dei sistemi informativi off line e on line; responsabile linee editoriali di case editrici.
Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)
  • Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e professioni assimilate - 2.5.1.6.0
  • Redattori di testi per la pubblicità - 2.5.4.1.3
  • Redattori di testi tecnici - 2.5.4.1.4
  • Revisori di testi - 2.5.4.4.2
Requisiti di ammissione

L'ammissione al Corso di laurea magistrale in Comunicazione, informazione, editoria è subordinata al possesso dei titoli previsti dalle vigenti disposizioni di legge: diploma di laurea o diploma universitario triennale o titolo universitario straniero equipollente.
I laureati delle Classi n. 20 ex D.M. 270; n. 14 ex D.M. 509 e del precedente ordinamento quinquennale in Scienze della Comunicazione sono ammessi senza debiti, previo superamento del colloquio individuale.
I laureati in altre classi di laurea o con titolo universitario straniero equipollente sono ammessi, previo superamento del colloquio individuale, a condizione che abbiano acquisito almeno 60 cfu nei SSD di seguito indicati:
a. Tra i 15 cfu e i 25 cfu nei SSD: L-FIL-LET/12; L-LIN/01; L-LIN/04; L-LIN/07; L-LIN/12; L-LIN/14; L-LIN/21; L-OR/07; L-OR/12; L-OR/21; L-OR/22; L-FIL-LET/04; M-FIL/05
b. Tra i 35 cfu e i 45 nei SSD: L-LIN/03; L-LIN/05; L-LIN/06; L-LIN/10; L-LIN/11; L-LIN/13; L-LIN/21; L-OR/07; L-OR/12; L-OR/21; L-OR/22;L-OR/23; L-FIL-LET/09; L-FIL-LET/10; L-FIL-LET/11; L-FIL-LET/14; L-FIL-LET/15; L-ART/01; L-ART/02; L-ART/03; L-ART/04; L-ART/05; L-ART/06; L-ART/07; M-STO/01; M-STO/02; M-STO/03; M-STO/04; M-STO/05; M-STO/08; SPS/02; SPS/03; SPS/04; SPS/05; SPS/06; SPS/07; SPS/08; SPS/09; SPS/10; M-DEA/01; M-GGR/01; M-GGR/02; M-PSI/01; M-PSI/05; M-PSI/06; M-PED/01; IUS/01; IUS/04; IUS/09; IUS/13; IUS/14; M-FIL/01; M-FIL/02; M-FIL/03; M-FIL/04; M-FIL/05; M-FIL/06; INF/01; ING-INF/05.

La padronanza della lingua italiana,la conoscenza della lingua inglese o di altre lingue straniere sono verificate anche in sede di colloquio di ammissione.

Tutti i candidati verranno sottoposti ad un colloquio individuale, che ha lo scopo di verificare la preparazione personale, oltre al possesso dei requisiti curriculari più oltre indicati, secondo modalità previste e specificate nel Regolamento Didattico del corso.

Orientamento
Orientamento in ingresso

L’attività di orientamento è gestita in forma coordinata dal Consiglio di Corso di studio e dal Servizio Orientamento e Programmi internazionali struttura centrale di Ateneo che opera attraverso la Commissione Orientamento, Tirocini e Placement.
L’attività è progettata e verificata con cadenza bimestrale tramite riunioni della Commissione Orientamento, Tirocini e Placement, presieduta dal Prorettore Delegato all’Orientamento Universitario di Ateneo.
In particolare il Consiglio di Corso di studio ha individuato quale docente referente il la Prof. Francesca Forno.

In collaborazione con Il Servizio Orientamento di Ateneo, il corso fornisce supporto e informazioni ai potenziali interessati attraverso:

- la pubblicazione della pagina web del corso di laurea che contiene informazioni sui requisiti di accesso, modalità di iscrizione, tasse, piani di studio,programmi di internazionalizzazione (Doppio Titolo), calendari, scadenze

- la redazione e la pubblicazione di un pieghevole (versione cartacea e online nella pagina web del corso)

- l'organizzazione di un Open Day dei corsi di Laurea Magistrale, che si svolge di norma nella prima decade di maggio. Nel corso dell'Open Day il Presidente del CdS fa una presentazione del corso e, insieme ad altri docenti del corso risponde ai quesiti degli studenti, cui vengono forniti materiali informativi (accessibili anche on-line).

- colloqui personali tenuti dal referente per l'orientamento Prof.Sirtori, presso il proprio ufficio e tramite mail.
- colloqui personali tenuti dal presidente del corso di laurea Prof.Nicora, presso il proprio ufficio e tramite mail.

- l'organizzazione di conferenze e attività rivolte sia agli studenti del triennio di comunicazione, sia agli studenti della LM, anche nell'ambito dello spazio culturale UniBergamoRete 2015. (www.unibergamorete.it )

Il Servizio Orientamento
offre un Counselling orientativo individuale, affidato a uno psicologo dell'orientamento, per approfondire questioni relative alle scelte formative e professionali.

organizza lo sportello SOAM (Sportello Orientamento e Accoglienza Matricole, dove gli studenti indecisi e i neo immatricolati possono rivolgersi per avere informazioni specifiche rispetto ai servizi dell’università ed avere un supporto nell’inserimento nell’ambiente universitario)

Contatti e recapiti utili:
Docente referente per l'orientamento: Prof.M.Sirtori (marco.sirtori@unibg.it)
Guida online all'orientamento www.unibg.it/orienta_guida
Ufficio Orientamento e programmi internazionali: www.unibg.it/ufforientamento

Orientamento e tutorato in itinere

L'attività di orientamento e tutorato in itinere è gestita in forma coordinata dai docenti tutor del corso di laurea magistrale in Comunicazione, informazione, editoria e dal Servizi per gli studenti di Ateneo, coordinati dal pro-rettore all'Orientamento. Docente responsabile dell'Orientamento del corso di studio è la prof.Forno.

I docenti tutor forniscono informazioni per l'accesso ai servizi e alle procedure amministrative di Dipartimento e di Ateneo. Indirizzano inoltre gli studenti durante il loro percorso in ambiti specifici.
Più in dettaglio:
- la docente referente per i piani di studio, prof. Pisanty, supporta l'attività di compilazione dei piani.
- il docente responsabile dei tirocini, Prof. Sirtori informa con cadenza periodica via mail gli studenti del corso delle opportunità più significative per il loro percorso formativo e professionale. Particolare attenzione viene infatti prestata all'attività di orientamento ai tirocini, allo scopo di indirizzare lo studente verso esperienze qualificanti, da svolgere sia in Italia che all'estero.
- la docente referente del programma di Doppio titolo con Fairleigh Dickinson University, Prof. Nicora, orienta gli studenti interessati a conseguirlo.
- vengono tenute sessioni informative organizzate dall'Ufficio Orientamento e programmi internazionali relative agli scambi Erasmus ed Erasmus placement e agli scambi extra-UE
- vengono tenuti seminari organizzati dai Servizi bibliotecari per gli studenti laureandi, per illustrare le risorse bibliotecarie e assistere nelle ricerche bibliografiche.

Per facilitare l'ingresso al mondo del lavoro, l'Ufficio orientamento , in collaborazione con il corso di laurea, tiene un ciclo di incontri finalizzati a insegnare allo studente a stendere un efficace Curriculum Vitae, ad affrontare un colloquio di lavoro -anche in lingua straniera- e a intraprendere la ricerca del lavoro.

I docenti del corso, nell'orario di ricevimento e di ufficio, offrono informazioni e aiuto per affrontare eventuali difficoltà legate a singole discipline.

Nel periodo dell'inizio delle lezioni è attivo uno sportello SOAM (Sportello Orientamento e Accoglienza Matricole) dove gli studenti neo iscritti possono raccogliere informazioni specifiche sui servizi dell'università e trovare un supporto all'inserimento.

Per prevenire la dispersione l'Ufficio Orientamento e programmi internazionali, offre incontri di Counselling individuale volti a indagare i motivi soggettivi che possono essere alla base di un ritardo nel percorso di studi (primo potenziale indice di abbandono) e ad elaborare con lo studente la strategia più adatta per aiutarlo a superare la difficoltà. (http://www.unibg.it/campus-e-servizi/servizi-gli-studenti/orientamento/s...)

Accompagnamento al lavoro

Studenti e laureati dispongono delle seguenti risorse di accompagnamento al mondo del lavoro:

- Eventi che promuovono l'incontro con il mondo del lavoro, quali il Career Day del polo Economico-Giuridico-Umanistico
-Newsletter e portale con domande-offerte di tirocinio extra-curriculare e di lavoro
-Accordi specifici per offerte di alta qualificazione in ambito nazionale e locale (es. Bandi FiXO promossi da Italia Lavoro; Camera di commercio di Bergamo progetto 'Sviluppo competitivo e veloce delle PMI')
- possibilità di lasciare il proprio CV online per due anni nel portale di ateneo MPS MarketStagePlacement (http://mps.unibg.it)
- Counselling professionale individualizzato per la redazione del Curriculum Vitae, la ricerca attiva di opportunità di lavoro, la simulazione di un colloquio in lingua italiana o inglese (www.unibg.it/orientamento) a cura del Servizio Orientamento e programmi internazionali
-'Scurricula', attività formativa interattiva finalizzata a informare sulle modalità di colloquio in azienda.

In particolare, il corso di laurea
- promuove un seminario di formazione sulla redazione del CV per i propri studenti e laureati. (Worklab )
- svolge attività di informazione relativa agli stage all'estero
- cura la scelta di partner di tirocinio che offrono esperienze professionali significative.

Per facilitare l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, il corso di laurea magistrale Comunicazione, informazione, editoria ha aderito al progetto promosso da Regione Lombardia di istituire un percorso di Apprendistato in Alta Formazione finalizzato al conseguimento del titolo per studenti inseriti in azienda con tale forma di contratto. (www.unibg.it/orientamento)

L'attività di accompagnamento al lavoro è gestita in forma coordinata dal referente per i tirocini di CIE Prof.Sirtori, e dal Servizio Orientamento e programmi internazionali .Le attività sono progettate e verificate con cadenza mensile nelle riunioni della Commissione orientamento, tirocini e placement, presiedute dal Pro-rettore delegato all'Orientamento Universitario di Ateneo, prof.M.Lazzari

Obiettivi formativi e competenze attese
Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo (A4.a)

Il corso di Laurea magistrale in Comunicazione, informazione, editoria, si pone l'obiettivo di fornire conoscenze e competenze culturali e linguistiche approfondite e strumenti metodologici che permettano al laureato di svolgere attività professionali qualificate nell'ambito del'editoria, dell'informazione e della comunicazione interna ed esterna di enti e imprese.

In particolare, il laureato è in grado di:
• conoscere, analizzare ed elaborare la produzione editoriale cartacea e multimediale, e affrontarne l'organizzazione e la progettazione
• raccogliere informazioni, rielaborarle, gestirle criticamente e trattarle attraverso l'impiego di strumenti mediologici e tecnici adeguati
• produrre e gestire i contenuti della comunicazione in ambito aziendale e istituzionale, verso l'interno e verso l'esterno
• tradurre in pratica le competenze acquisite attraverso gli insegnamenti grazie a esperienze di stages e tirocinio nei settori dell'editoria, dell'informazione e della comunicazione
• avere consapevolezza degli aspetti teorici e metodologici della comunicazione come ambito di studio
• riconoscere i limiti delle proprie conoscenze e competenze
• reperire strumenti di aggiornamento e di ampliamento delle proprie conoscenze e competenze, ove la situazione e il contesto lavorativo lo richiedessero
• lavorare in gruppo e in contesti pluriculturali

Il corso di studio fornisce le competenze necessarie per operare nel mondo della comunicazione, concentrandosi soprattutto su quelle fondanti, nella consapevolezza che la varietà degli sbocchi professionali e la costante evoluzione degli stessi, richiederà al laureato di adattarsi rapidamente al contesto lavorativo in cui verrà a operare, accogliendone le specificità dei contenuti e delle tecnologie. Questa flessibilità scaturisce da una formazione solida e trasversale alle specificità contingenti e si alimenta del senso critico, nonché della consapevolezza della complessità dell'ambito comunicativo stesso, progressivamente maturata dallo studente nello svolgimento del corso.
Il percorso comune consta di 70 cfu, cui si aggiungono 20 cfu orientati più specificamente verso l'editoria e l'informazione, o verso la comunicazione interna ed esterna di imprese e istituzioni.
Il tirocinio (10 cfu) è obbligatorio per tutti, ma viene proposto in modo mirato, tenendo conto della propensione individuale dello studente a potenziare le competenze raggiunte nell'ambito editoriale o in quello della comunicazione di imprese e istituzioni. E' altresì possibile collegare l'attività di tirocinio con la tesi di laurea, in modo da coniugare l'attività svolta in un contesto concretamente esperito con la riflessione teorica e metodologica necessaria a comprenderlo e a operarvi.
Il percorso formativo si articola in diverse aree di apprendimento finalizzate a costruire le competenze trasversali e quelle più specifiche, orientate a ciascuno dei due percorsi:
• l'area 'Dinamiche dell'interazione linguistica' si concentra sugli aspetti retorici, semiologici, linguistici della comunicazione ( I anno, 25 cfu obbligatori);
• l'area 'Socio-culturale' fornisce la capacità di analizzare criticamente le caratteristiche culturali, storiche e sociologiche della realtà contemporanea e del contesto in cui avviene la comunicazione (I e II anno, 30 cfu di cui 20 obbligatori, 5 cfu per il percorso Comunicazione, 5 per il percorso Editoria).
• l'area dei 'Linguaggi multimediali' fornisce conoscenze sui diversi canali comunicativi, sulle tecnologie mediali e sulla loro interazione (I e II anno, 30 cfu di cui 25 obbligatori, 5 per il percorso Editoria)
• l'area 'Economico-giuridica' fornisce conoscenze relative agli aspetti economici e ai principi giuridici che riguardano l'editoria, il marketing e la comunicazione aziendale in senso stretto, la comunicazione istituzionale e sociale. (I e II anno, 25 cfu di cui 10 per il percorso editoria, 15 per il percorso comunicazione)

Tresversale alle aree è l'obiettivo di fornire: un'ottima padronanza dell'italiano parlato e scritto, indispensabile ai fini specifici della comunicazione in ogni contesto, la capacità comunicare in modo adeguato e efficace, autonomia di giudizio, consapevolezza metodologica.

Risultati di apprendimento attesi / Conoscenza e comprensione / Capacità di applicare conoscenza e comprensione (A4.b)
Area delle 'Dinamiche dell'interazione linguistica'
Conoscenze e comprensione:
L'area delle 'Dinamiche dell'interazione linguistica' comprende gli insegnamenti: Discorso e pubblico (15 cfu L-LIN/12 e M-FIL/05 1° anno) e Linguistica e psicologia dell'interazione (10 cfu L-LIN/01 + M-PSI/05 1° anno).

Impartiti tutti nel primo anno di corso, gli insegnamenti dell'area forniscono allo studente:
approfondite conoscenze linguistiche e del loro significato nel contesto comunicativo;
una sicura padronanza delle tecniche retoriche e di scrittura;
consapevolezza dell'intersezione tra retorica e pragmatica;
conoscenza della dimensione semiotica e in particolare narratologica dei discorsi;
capacità di comprensione, anche psicologica, degli interlocutori;
capacità di comprensione dei processi comunicativi in diversi contesti, con particolare attenzione alle dinamiche caratteristiche della comunicazione persuasiva.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il laureato sarà capace di:
applicare le conoscenze linguistiche, metalinguistiche e retoriche a diversi contesti comunicativi;
analizzare, fare la revisione e procedere alla redazione di testi adatti ai diversi contesti, in funzione dei destinari e degli scopi prefissati;
valutare l'efficacia della comunicazione e delle strategie impiegate .

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Area Socio-culturale
Conoscenze e comprensione:
L'area 'Socio-culturale' comprende gli insegnamenti: Ricerca sociale e consumi (10 cfu -SPS/07 1°anno); Sociologia della comunicazione 2 (5cfu - SPS/08 1° anno) Letteratura e cultura per la comunicazione e l'editoria (10 cfu L-FIL-LET/11 - L-LIN/10 2° anno); Sociologia dell'organizzazione LM (5 cfu SPS/09 2° anno); Teorie e prassi teatrale (5cfu L-ART/05 2°anno); Fondamenti della comunicazione musicale (5cfu L-ART/07 2° anno).

Gl insegnamenti dell'area Socio-culturale forniscono allo studente:
conoscenze relative al contesto sociale e culturale in cui si svolgono i processi comunicativi;
conoscenze relative all'analisi dei linguaggi della società di massa, in rapporto al contesto storico;
la capacità di comprendere:
le matrici rituali della comunicazione;
le trasformazioni sociali, culturali ed economiche del mondo contemporaneo attraverso l’analisi del cambiamento delle pratiche e dei modelli di consumo.

In funzione dell'indirizzo scelto, nella seconda annualità, lo studente può ampliare lo spettro dei linguaggi di massa (L-ART/05; L-ART/07) o approfondire gli aspetti organizzativi della vita sociale (SPS/09).

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il laureato avrà acquisito capacità di :
svolgere indagini, rilevare e rielaborare i dati che caratterizzano l'analisi sociologica;
strutturare questionari per inchieste;
riconoscere le strategie retoriche che accomunano letteratura e pubblicità;
comprendere le relazioni che legano il contesto storico-culturale ai linguaggi di massa.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Area dei Linguaggi multimediali
Conoscenze e comprensione:
L'area dei Linguaggi multimediali comprende gli insegnamenti:
Teorie e tecniche dell'informazione (5 cfu SPS/08 1° anno); Teorie e tecniche del linguaggio visuale (10 cfu L-ART/06 1° anno); Informatica, media digitali e società delle reti (10 cfu INF/01 SPS/08 2°anno); Teorie e tecniche dell'infografica (5cfu M-GGR/02 2° anno), Teoria e tecniche della progettazione web (5 cfu -INF/01 2°anno)
I primi tre sono obbligatori, gli ultimi due caratterizzano l' indirizzo Editoria.

L'area fornisce competenze critico-analitiche relative a:
il campo giornalistico (stampa, radio, televisione, digitale)
gli strumenti di analisi testuale del testo giornalistico;
elementi di analisi critica delle relazioni fra newsmaking e sfera pubblica;
lo scenario mediale contemporaneo;
le culture di rete e digitali e sui processi di innovazione in atto nel campo delle comunicazioni;
le dimensioni sociali e comunicative dei social network e dei locative media (in mobilità, interconnessi e geolocalizzati) intesi come nuovo macrosistema tecnologico;
il linguaggio audiovisivo, con un particolare fuoco sul cinema e sulla televisione;
il linguaggio filmico nella visualità contemporanea e nel rapporto con diversi sistemi espressivi e forme della visualità novecentesche;
la neo-televisione, la convergenza di linguaggi e piattaforme tecnologiche eterogenee;
le rappresentazioni geografiche, cartografiche e l'infografica dei media;
la funzionalità di siti e strumenti web

Le conoscenze teoriche e metodologiche riguardano in particolare:
internet come campo etnografico;
le tecniche di big data analysis usate nel campo dell'analisi sociale e di mercato;
l’organizzazione e la rappresentazione dell'informazione, con particolare attenzione alle basi di dati e al Web;
il dibattito teorico sul cinema e alcune categorie di estetica dell'immagine;
l'infografica e, nello specifico, la cartografia quale operatore simbolico in grado di incidere sulla conoscenza della "spazialita".

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il laureato sarà capace di utilizzare le conoscenze e gli strumenti metodologici per:
interrogare e progettare basi di dati;
cercare informazioni in rete e valutarle criticamente;
servirsi di analisi di dati relativi ai sistemi mediali;
analizzare e redigere articoli in funzione delle strategie di agenda setting;
costruire strumenti cartografici;
interpretare l'uso dell'infografica nei media;
progettare e valutare siti web e strumenti per il web
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Area Economico-giuridica
Conoscenze e comprensione:
L'area Economico-giuridica comprende gli insegnamenti: Strategie economiche della promozione editoriale (5 cfu SPS/08 1° anno); Marketing e comunicazione pubblicitaria (10 cfu SECS-P/08 1° anno); Diritto editoriale (5 cfu IUS/09 1° anno)) Diritto della comunicazione delle attività economiche (5 cfu IUS/09 2° anno).
Gli insegnamenti dell'area forniscono allo studente conoscenze e criteri per interagire con l'ambito dell'economia e del diritto, con specifico riferimento all'indirizzo prescelto.

Gli insegnamenti dell'indirizzo editoria forniscono conoscenze relative

al settore editoriale librario italiano, con riferimento alla struttura distributiva e dei canali commerciali di vendita,
tecniche di ideazione, produzione, promozione e marketing del prodotto editoriale (tradizionale e e-book);
alla sfera giuridica pubblicistica relativa al diritto editoriale e delle relative principali problematiche connesse all’impiego delle nuove forme di linguaggio tecnologico.

Gli insegnamenti dell'indirizzo comunicazione forniscono conoscenze relative

all’attività pubblicitaria sia come strumento della comunicazione d’impresa, sia come fenomeno linguistico e socio-culturale;
a temi di marketing strategico e operativo con un taglio sia teorico che pratico;
alla sfera giuridica che riguarda la pubblicità e la comunicazione di impresa.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il laureato sarà capace di utilizzare le conoscenze e gli strumenti metodologici acquisiti per
inserirsi nel contesto professionale del settore editoriale, nell'ambito della distribuzione, della promozione e della produzione;
tenere conto della dimensione giuridica dell'informazione e dell'editoria;
gestire diversi aspetti della pratica professionale dell' attività pubblicitaria e delle strategie di marketing;
tenere conto della dimensione giuridica della pubblicità e della comunicazione di impresa.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
informazione attualmente non disponibile
Autonomia di giudizio (making judgements)

Tutti gli insegnamenti perseguono l'obiettivo di sviluppare l'autonomia di giudizio dello studente. Le lezioni frontali privilegiano una didattica articolata e interattiva, che contempla discussioni guidate in cui lo studente apprende a rielaborare in forma personale i concetti appresi e a confrontarsi con un "pubblico" formato dai colleghi, dai docenti stessi e dagli eventuali esperti presenti. La verifica formale in sede di esame consente il monitoraggio regolare e costante dei progressi dello studente. Anche la partecipazione a stage e tirocini in ambienti di lavoro diversi contribuisce a sviluppare un'adeguata consapevolezza del rapporto tra le dimensioni teoriche e pratiche della comunicazione.
La tesi di laurea permette di verificare ulteriormente la maturazione critica e scientifica raggiunta dallo studente.
Al termine del suo percorso formativo, il laureato avrà quindi acquisito una verificata capacità autonoma di giudizio che lo metterà in grado di analizzare e interpretare le situazioni e i contesti in cui si troverà a operare; di valutare l'eventuale necessità di incrementare le proprie conoscenze (e in quali direzioni), le opportunità professionali e i rapporti interni alle strutture lavorative; di agire responsabilmente per raggiungere e far raggiungere ai propri collaboratori gli obiettivi prefissati.

Abilità comunicative (communication skills)

La didattica, nelle sue varie forme e articolazioni ricordate, ha tra i suoi obiettivi lo sviluppo delle abilità comunicative. In particolare le esercitazioni e i momenti seminariali prevedono presentazioni individuali di relazioni e/o prodotti multimediali in cui è possibile, per lo studente, sviluppare le proprie abilità e, per il docente, verificarne il progressivo apprendimento. Dal punto di vista linguistico, il laureato dovrà raggiungere una sicura padronanza della lingua italiana scritta e orale. Al tempo stesso, l'uso anche di una bibliografia in lingua, il contributo di visiting professor, il programma di scambi internazionali, le esperienze di stage e tirocinio all'estero, l'eventuale conseguimento del doppio titolo, avranno concorso a sviluppare la capacità di comunicare in una lingua straniera. Durante il percorso formativo, lo studente avrà acquisito le specifiche competenze informatiche e mediologiche che gli consentiranno di impiegare dati, informazioni e strumenti per svolgere efficacemente la propria professione; avrà le capacità comunicative necessarie per condividere il proprio pensiero nel mondo del lavoro e per modulare i propri registri linguistici e relazionali sulla base di contesti e destinatari. Tutti i conseguimenti e i processi di conseguimento delle abilità indicate sono regolarmente sottoposti a verfica attraverso gli esami, le esercitazioni e la continua interazione critica con i docenti.

Capacità di apprendimento (learning skills)

Grazie alla formazione accademica, alle conoscenze apprese e all'autonomia di giudizio raggiunta -verificate a passo a passo durante l'intero percorso accademico attraverso le prove d'esame scritte e orali, le relazioni scritte e presentate, il confronto costante con i docenti e, non da ultimo, la redazione della tesi di laurea- il laureato avrà raggiunto la capacità di dare una chiara organizzazione concettuale al sapere acquisito. Sarà consapevole dei contorni delle proprie competenze e del più vasto quadro di riferimento in cui esse sono state inserite durante il percorso formativo. Avrà quindi la capacità di percepire le necessità di allargamento degli orizzonti e avrà a disposizione la strumentazione metodologica sia per usare le risorse presenti in biblioteche e archivi tradizionali, sia per accedere alle informazioni disponibili in rete. Le esperienze seminariali interne all'università e quelle temporanee di lavoro nei tirocini lo avranno abituato al confronto e allo scambio sul terreno delle idee. Sarà quindi in grado di perseguire e apprendere ulteriori conoscenze, rese necessarie da sollecitazioni o richieste provenienti dall'inserimento nel mondo del lavoro, oppure con iniziative personali e autonome di ricerca, funzionali ad accrescere le proprie qualificazioni in funzione di obiettivi professionali, scientifici e culturali indipendenti.

Prova finale

La prova finale che consente il conseguimento della laurea magistrale consiste nella elaborazione e discussione di una tesi scritta o di una produzione multimediale (CD-Rom, audiovisivo ecc.), elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. La tesi o la produzione multimediale potrà essere svolta in uno degli insegnamenti inclusi nell'offerta formativa e di cui lo studente abbia sostenuto l'esame. Potrà essere anche un approfondimento analitico e teorico di un'esperienza di tirocinio, dovrà essere coerente con le finalità del Corso di laurea e proporrà uno studio documentato e approfondito del tema prescelto.

Tirocini

Poiché tirocini sono obbligatori, hanno alto valore formativo e costituiscono un'efficace processo di accostamento al mondo del lavoro, il corso di laurea dedica particolare attenzione all'assistenza agli studenti perché svolgano esperienze qualificanti.
L'attività di assistenza per lo svolgimento di periodi di tirocinio è gestita in forma coordinata dal docente referente tirocini del corso di laurea magistrale CIE, Prof.Sirtori, e dal Servizio Orientamento e programmi internazionali di Ateneo.

Per permettere un più efficace incontro tra aziende e studenti/laureati, l'Ateneo di Bergamo ha creato due portali:
- sportello internet per le procedure amministrative necessarie per l'attivazione di tirocini (convenzione, attivazione di tirocini e la presentazione di offerte di lavoro e di tirocinio)
- Portale per 'estrapolazione dei curricula dei laureati (http://mps.unibg.it)

> programmi per tirocini all'estero
- Erasmus Placement (tirocini in Europa per studenti mobilità con borsa)
- Sprint e Prime (tirocini negli USA per studenti)
- Euromondo (tirocini in tutto il mondo per laureati; mobilità con borsa)

Il corso di laurea ha attivato particolari convenzioni con aziende e istituzioni per lo svolgimento di tirocini continuativi che permettano agli studenti di calendarizzare per tempo il loro impegno.
Inoltre incoraggia lo svolgimento di tirocini all'estero ed extracurriculari (svolti 2014/15 3 estero, 9 extracurriculari).

Il docente referente per i tirocini, Prof.Sirtori:

- attraverso mail, la pagina FB e colloqui individuali fornisce gli studenti informazioni specifiche per la scelta e l'organizzazione del tirocinio, informandoli con delle opportunità più significative per il loro percorso formativo e professionale.
- con la collaborazione dei docenti del collegio, anche su suggerimento degli studenti, il referente individua aziende ed enti, anche stipulando nuove convenzioni, per garantire in modo continuativo tirocini o stage in linea con l'iter formativo e con le aspettative professionali degli studenti
- assegna di un docente referente interno all'ateneo che affianchi lo studente nella redazione del progetto formativo e ne segua l'attività.

Gli studenti sono monitorati nello svolgimento del tirocinio con cadenza settimanale o quindicinale. In alcuni casi viene suggerito allo studente di rielaborare in termini più teorici l'esperienza di tirocinio attraverso la tesi di laurea.

Mobilità internazionale
Assistenza e accordi per la mobilita' internazionale degli studenti

Gli studenti del corso di laurea magistrale in Comunicazione, informazione, editoria, dispongono delle seguenti opportunità di studiare all'estero:

DOPPIO TITOLO MA Corporate Communication Fairleigh Dickinson University (New Jersey USA) + LM Comunicazione, informazione, editoria Unibg

Il corso di LM CIE ha sottoscritto un accordo di doppio titolo con Fairleigh Dickinson University (New Jersey -USA). L'accordo, grazie a un programma integrato di studio, permette agli studenti iscritti alla LM Comunicazione, informazione, editoria di frequentare una parte della loro carriera universitaria presso l'università partner statunitense, ottenendo alla fine del percorso sia il titolo di studio italiano, sia quello straniero, ovvero MA Corporate and Organizational Communication. Lo studente interessato vi può partecipare, purché abbia una media di almeno 25/30 e possieda le necessarie competenze linguistiche. Allo studente viene richiesto di seguire un piano di studio concordato tra i docenti responsabili degli Atenei partner. Docente referente dell'accordo è la prof.F.Nicora. Sono disponibili due borse di studio del valore di 3600 euro ciascuna.

PROGRAMMA ERASMUS E SCAMBI EXTRA-UE

Gli studenti di CIE possono avvalersi dei programmi di mobilità internazionale:
- LLP/Erasmus periodi di studio presso università europee (http://www.unibg.it/internazionalizzazione/mobilita/studio/erasmus)
- accordi di mobilità con università extra europee (Stati Uniti, Australia, Cina, Russia) attivi presso l'Ateneo.(http://www.unibg.it/internazionalizzazione/mobilita/studio/programmi-di-...)

La mobilità all'estero è prevista anche per i programmi di tirocinio.

Il Servizio Orientamento e programmi internazionali d'Ateneo cura la diffusione delle informazioni presso gli studenti delle opportunità di internazionalizzazione del percorso formativo. Si occupa inoltre del supporto amministrativo, della gestione delle procedure di selezione dei candidati e del riconoscimento accademico delle attività svolte dallo studente durante il propria periodo di mobilità.

Eventuali altre iniziative

OTTIMIZZAZIONE DELL'ORARIO

Per ottimizzare il lavoro dello studente, in particolare degli studenti lavoratori e pendolari, l'attività didattica è stata distribuita in modo equilibrato su semestri e sottoperiodi, nonchè concentrata in tre/quattro giorni settimanali di impegno.
Il docente referente (Tutor) per l'orario è il Prof. Riccardo Dondi.

AVVIO ALLA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA
La Biblioteca dell'ateneo organizza specifiche sessioni informative sull'uso delle risorse bibliografiche e dei database.

ORGANIZZAZIONE CICLO DI INCONTRI: COMUNICAZIONE SOCIALE E SOSTENIBILITA'

Ciclo di lezioni e attività seminariali sul tema della 'Comunicazione sociale e della sostenibilità' che coinvolgono accanto a docenti e studiosi, personalità del mondo professionale del territorio bergamasco.

ORGANIZZAZIONE SEMINARIO 'Looking Eastward: culture and communication in the middle-East and China'

ORGANIZZAZIONE ATTIVITA' LABORATORIALE di VIDEOMONTAGGIO Introduzione all'uso di Premiere, programma di videomontaggio (modulo base e modulo avanzato)

SERVIZI PER GLI STUDENTI DISABILI E PORTATORI DI DSA

Gli studenti diversamente abili che frequentano il Corso di studio possono usufruire di supporti loro dedicati dai Servizi agli studenti Disabili e portatori di DSA. Il referente dipartimentale del servizio è la Prof.ssa Schiavini con la quale studenti e/o familiari possono prendere contatti per concordare sia le attività formative dell'anno in corso sia gli interventi da realizzare. Il Referente ha il compito di segnalare agli altri docenti eventuali elementi di difficoltà, di comunicare alla Commissione eventuali problemi da affrontare coinvolgendo gli uffici competenti, di fornire un contributo personale di assistenza allo studente in modo da rendere più agevole il percorso di studio.

I principali servizi offerti comprendono:
- Servizio di tutorato alla pari, per un massimo di 100 ore per anno accademico., finalizzato al superamento delle barriere didattiche ed architettoniche. Il servizio di tutorato consiste nell'organizzazione dell'accompagnamento a lezione all'interno delle sedi universitarie, nella redazione degli appunti, nell'intermediazione con i docenti, nel disbrigo di pratiche amministrative e di segreteria, come l'iscrizione agli esami, nella compilazione del piano di studi ed altro.
- Servizio di consulenza psicopedagogica.
- Pianificazione mirata di aule ed orari di lezione.
- Conferimento d'incarichi professionali ad interpreti L.I.S. (Lingua dei Segni Italiana).
- Predisposizione di prove equipollenti su richiesta e previo accordo con i docenti con l'ausilio di specifici mezzi tecnici.
- Fornitura di attrezzature tecniche e sussidi didattici specifici (PC attrezzati, registratori, ecc.).
- Organizzazione di seminari dedicati.
- Possibilità di richiedere l'acquisto di attrezzature tecniche e sussidi didattici specifici, concessi in uso per tutta la durata del corso di studi.

L'Ufficio per i servizi agli studenti con disabilità e/o DSA dà informazioni sui servizi erogati e sulle opportunità attivate rispetto all'accompagnamento, a interventi specifici di supporto individuale e borse di studio. (http://www.unibg.it/ disabili).

Descrizione del percorso di formazione e dei metodi di accertamento
Descrizione dei metodi di accertamento

La verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi avviene attraverso diverse tipologie di accertamento, che tengono conto delle specifiche conoscenze, capacità e abilità relative alle diverse aree di apprendimento. Tali prove di verifica consistono in:
a) Colloqui orali durante i quali lo studente dovrà dimostrare l'acquisizione delle conoscenze specifiche della disciplina attraverso una corretta strutturazione del discorso, mettendo in luce capacità argomentative e critiche, capacità di stabilire collegamenti e di contestualizzare le problematiche culturali nonché un pieno controllo della lingua italiana.

b) Prove scritte con domande a risposta aperta nelle quali lo studente ha la possibilità di verificare la propria capacità di elaborare le conoscenze e gli strumenti critici acquisiti, strutturando un discorso coerente, correttamente argomentato e sinteticamente esposto.

c) L'elaborazione scritta di tesine -sulla base di una bibliografia fornita dal docente, in cui lo studente potrà dimostrare l'uso appropriato delle fonti e la capacità di costruire un discorso critico, argomentato in modo appropriato- potrà costituire una parte della valutazione finale, eventualmente insieme a un colloquio orale o in sostituzione dello stesso.

d) La partecipazione ad attività seminariali mediante interventi orali e presentazioni in aula potrà contribuire alla formulazione della valutazione finale. Tali interventi consentono allo studente di mettersi alla prova applicando gli strumenti di giudizio critico acquisito e ad affinare le abilità comunicative, logiche e argomentative.

La maggior parte degli insegnamenti prevede per gli studenti ‘non frequentanti' letture integrative e/o sostitutive dei materiali utilizzati in aula.