LINGUA RUSSA III

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
3050

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2016/2017
Insegnamento (nome in italiano): 
LINGUA RUSSA III
Insegnamento (nome in inglese): 
RUSSIAN LANGUAGE
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
SLAVISTICA (L-LIN/21)
Anno di corso: 
3
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
Lingue e traduzioni
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Superamento degli esami di Lingua Russa I e II (o Lingua Russa IIA e IIB) o conseguimento della certificazione di livello B1 (TRKI1-TORFL1 o Pushkin-Threshold) integrata dal superamento delle prove d’esame relative alla traduzione didattica e ai moduli del docente ufficiale di Lingua Russa I e II (o IIA e IIB).

Obiettivi formativi

Il corso è propedeutico all'acquisizione delle cinque abilità linguistico-comunicative previste dal livello B2 del Common European Framework of Reference for Languages (CEFR), con particolare attenzione alle strategie comunicative della viva lingua parlata. Il corso, inoltre, si prefigge lo scopo di fornire gli strumenti di base per la tecnica di traduzione dal russo all’italiano di testi letterari e pubblicistici moderni, e di traduzione dall’italiano al russo di strutture linguistiche tipiche del parlato.

Contenuti dell'insegnamento

Modulo del docente ufficiale:
formazione dei lessemi sulla base di alcune radici tematiche e relativo ampliamento del lessico. Analisi contrastiva e problemi di traduzione dal russo all'italiano e viceversa.
Traduzione ‘didattica’: riconoscimento e analisi morfologica dei sostantivi derivati in testi letterari e in produzioni linguistiche tipiche del parlato. Idiomatismi.

Per i contenuti in dettaglio del programma relativo alle attività di addestramento linguistico (ADD) per il raggiungimento del livello B2 del QCER, strumentali al corso, si rimanda alle pagine web del CCL per lingua russa (ADD B2).

Testi di riferimento

Modulo docente ufficiale:
- testi distribuiti in classe per l'esercitazione di traduzione relativa alla lezione teorica;
- E.I. Amjantova et alii, Leksika russkogo jazyka. Flinta, Moskva 2003, pp. 5-78.
- E. A. Zemskaja, Sovremennyj russkij jazyk. Slovoobrazovanie. Flinta. Moskva 2005.

Per i testi di riferimento relativi alle attività di addestramento linguistico (ADD) per il raggiungimento del livello B2 del QCER, strumentali al corso, si rimanda alle pagine web del CCL per lingua russa (ADD B2).

Metodi didattici

Lezioni frontali. Particolare attenzione verrà dedicata alle esercitazioni di traduzione in aula. Pur non essendo obbligatoria, È VIVAMENTE RACCOMANDATA LA FREQUENZA.

Modalità verifica profitto e valutazione

PROVA D'ESAME SCRITTA – (Modulo docente ufficiale):

1. traduzione dall'italiano al russo (è ammesso l'uso del vocabolario monolingue);
2. traduzione dal russo all'italiano (è ammesso l'uso del vocabolario monolingue).

PROVA D'ESAME ORALE:
1. autocorrezione delle prove scritte;
2. conversazione in lingua russa su tematiche specifiche.

VALUTAZIONE:
Il voto finale d'esame è calcolato in base alle valutazioni relative al corso del docente ufficiale.
Contribuisce alla definizione del voto da parte del docente ufficiale il raggiungimento della competenza comunicativa del livello previsto. Attività di addestramento (ADD) specifiche per la preparazione a tale competenza sono offerte nell’ambito del CCL.
I risultati delle prove scritte verranno comunicati direttamente agli studenti tramite la piattaforma.
Il voto finale (definito dal docente ufficiale) è costituito dalla media dei voti delle prove scritte ed orali espresso in trentesimi (con soglia minima di superamento fissata in 18/30) e sarà visibile da parte dello studente nel proprio libretto elettronico.

Altre informazioni

Gli studenti, indipendentemente dall'anno di corso al quale sono iscritti, sono tenuti a presentare il programma d'esame di Lingua Russa III relativo all'anno accademico in corso. L'esame scritto deve essere perfezionato con la prova orale entro 18 mesi dalla data della prima prova parziale superata.
Per ottimizzare la propria preparazione linguistica gli studenti sono invitati a usufruire delle varie tipologie di esercitazioni proposte. Viene inoltre offerta la possibilità di organizzare un lavoro di studio autonomo guidato presso il Centro competenza lingue (CCL).
La verifica di "traduzione didattica" (Sintassi del periodo complesso) relativa al programma di addestramento linguistico del I periodo offerto dal CCL può essere sostenuta dai SOLI STUDENTI FREQUENTANTI come prova parziale anticipata nel primo appello della sessione invernale.