ECONOMIA PUBBLICA | Università degli studi di Bergamo

ECONOMIA PUBBLICA

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
86037

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2016/2017
Insegnamento (nome in italiano): 
ECONOMIA PUBBLICA
Insegnamento (nome in inglese): 
Public Economics
Tipo di attività formativa: 
Altra attività formativa
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Anno di corso: 
3
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
9
Responsabile della didattica: 
Altri docenti: 
Mutuazioni
  • Corso di studi in ECONOMIA AZIENDALE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
72
Ore di studio individuale: 
153
Ambito: 
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
Testi e materiali didattici: 
Prerequisiti

Nessuno, se non le propedeuticità richieste dal piano di studio.

Obiettivi formativi

Al termine del corso lo studente possiederà una conoscenza approfondita dei fattori che definiscono dal punto di vista teorico la ragionevolezza dell’intervento pubblico, l’appropriatezza degli strumenti di tale intervento dal lato delle entrate e delle spese pubbliche, i suoi confini adeguati, i suoi principali effetti sulla distribuzione del reddito e sul funzionamento del sistema economico, i meccanismi di decisione politica alla sua origine. Inoltre, avrà maturato una particolare conoscenza in merito con riferimento al contesto italiano, anche in relazione all’organizzazione territoriale del Governo e al sistema della finanza decentrata.
Tali conoscenze forniranno allo studente elementi fondamentali per la comprensione del ruolo della Pubblica Amministrazione e dei suoi effetti sul sistema istituzionale, sociale, economico e territoriale, sia nel nostro Paese che nel contesto internazionale nel quale è inserito, permettendogli di cogliere e interpretare più adeguatamente le dinamiche in corso e di tradurre più velocemente le proprie analisi in decisioni efficaci, qualunque sia la realtà (pubblica o privata) nella quale si troverà a operare.
Le stesse conoscenze costituiranno anche un supporto determinante nell’eventualità che lo studente decida di proseguire il proprio percorso di formazione con studi superiori.

Contenuti dell'insegnamento

Introduzione (Crediti: 6 e 9)
- Le ragioni dell’intervento pubblico
- La classificazione delle spese e delle entrate pubbliche

Il sistema tributario italiano nel contesto internazionale (Crediti: 6 e 9)
- L’imposta personale sul reddito delle persone fisiche
- L’imposta sul reddito delle società
- La tassazione delle attività finanziarie
- Le imposte indirette

Gli effetti delle imposte (Crediti: 6 e 9)
- Tassazione, consumo, risparmio e offerta di lavoro
- Il “trade off” tra efficienza ed equità
- Gli impatti sugli equilibri di mercato

La spesa pubblica italiana nel contesto internazionale (Crediti: 6 e 9)
- I servizi sociali
- Il sistema sanitario
- Il sistema pensionistico
- L’istruzione

Inefficienza dei mercati e decisione politica (Crediti: 9)
- Il monopolio naturale
- Beni pubblici e meccanismi politici di decisione
- Il processo decisionale e l’evoluzione della finanza pubblica in Italia

L’organizzazione territoriale del Governo e il sistema della finanza decentrata in Italia (Crediti: 9)
- La complessa architettura del federalismo fiscale
- Le teorie del federalismo fiscale
- Il decentramento in Italia

Testi di riferimento

Lettura obbligatoria (Crediti: 6 e 9):
- Artoni R., Elementi di scienza delle finanze, il Mulino, 8° ed., 2015, Capitoli I-IX, Appendici I-II.
Lettura obbligatoria (Crediti: 9):
- Artoni R., Elementi di scienza delle finanze, il Mulino, 8° ed., 2015, Capitoli X-XII.
Letture complementari (Crediti: 6 e 9):
- Arachi G., Baldini M. (a cura di), La finanza pubblica italiana. Rapporto 2018, il Mulino, 2018.
- Balestrino A., Galli E., Spataro L., Scienza delle finanze, UTET, 2015.
- Bosi P., (a cura di), Corso di scienza delle finanze, il Mulino, 7° ed., 2015.
- Bosi P., Guerra M.C., I tributi nell’economia italiana, il Mulino, 2018.
- Campa G., Economia e finanza pubblica, UTET, 2017.
- IRES Piemonte, IRPET Toscana, SRM Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, PoliS, IPRES Istituto Pugliese di Ricerche Economiche, Liguria Ricerche , La finanza territoriale. Rapporto 2018, Rubbettino Editore, 2018.

Eventuale ulteriore materiale utile per la preparazione dell’esame verrà pubblicato sul sito internet dell’università nella pagina dedicata al corso.

Metodi didattici

La didattica si svolgerà tramite lezioni frontali, anche con l’utilizzo delle più moderne tecnologie e dei principali data set disponibili on line, prestando particolare attenzione al dialogo con gli studenti, che potranno, durante le lezioni, formulare proposte di approfondimento e dibattito.
Durante il corso saranno organizzati alcuni seminari con qualificate personalità della comunità scientifica, delle istituzioni pubbliche e della società civile, finalizzati all’approfondimento di dimensioni rilevanti nel contesto attuale.
All’interno del corso potranno anche essere proposte alcune esercitazioni ed alcuni esperimenti di laboratorio, aventi ad oggetto temi di particolare interesse, volti a favorire la comprensione degli stessi attraverso esemplificazioni pratiche.

Modalità verifica profitto e valutazione

La verifica del profitto avverrà attraverso una prova scritta e una prova orale.
La prova scritta consisterà in alcune domande aperte e/o esercizi e sarà valutata in trentesimi.
La prova orale consisterà in alcune domande e sarà valutata in trentesimi.
Il voto finale risulterà dalla media aritmetica delle valutazioni riportate nelle due prove, arrotondata al numero intero più vicino. Nel caso di conseguimento di due valutazioni pari a 30/30, il voto finale sarà pari a 30/30 e lode.
Ogni singola risposta verrà valutata secondo i seguenti criteri:
- pertinenza rispetto alla domanda;
- esaustività rispetto alla domanda;
- proposta di nessi appropriati;
- sintesi (non ridondanze e ripetizioni);
- proprietà di linguaggio;
- chiarezza espositiva.
Modalità e contenuti della prova saranno gli stessi per studenti frequentanti e non frequentanti.
La prova orale si terrà per tutti i candidati nello stesso giorno della prova scritta o, in caso di numero elevato degli stessi, per alcuni di essi nel giorno successivo.

Prerequisites

None, other than the prerequisites required by the course curriculum.

Educational goals

By the end of the course students will have acquired a thorough knowledge of the theoretical factors underlying: the rationale for public sector intervention; the suitability of the tools employed in terms of revenue and expenditure; its appropriate limits; its main effects on income distribution and on the functioning of the economic system; and the mechanisms of political decision that initiate such intervention. In addition, students will have gained specific knowledge about these issues with reference to the Italian context, also in relation to the territorial organization of the Government and the decentralized finance system.
This knowledge will provide students with the fundamentals they require to understand the role of the Public Administration and its impact on institutional, social, economic and territorial systems, both in Italy and in the surrounding international context. This will also offer a better grasp and interpretation of the dynamics at work, and a more rapid translation of analyses into effective decisions, irrespective of the operational context (public or private).
This body of knowledge will also be invaluable to any students who decide to pursue their studies to a higher level.

Course content

Introduction (Credits: 6 and 9)
- The rationale of public intervention
- Classification of public expenditure and revenues

The Italian tax system in the international context (Credits: 6 and 9)
- Personal income tax
- Corporation tax
- Taxation of financial assets
- Indirect taxes

The effects of taxes (Credits: 6 and 9)
- Taxation, consumption, savings and jobs
- The trade-off between efficiency and equity
- Effects on the market

The Italian public expenditure in the international context (Credits: 6 and 9)
- Social services
- Health system
- Social security
- Education

Inefficiency of markets and political decision (Credits: 9)
- The natural monopoly
- Public goods and political decision mechanisms
- The decision-making process and the evolution of public finances in Italy

The territorial organization of the Government and the decentralized finance system in Italy (Credits: 9)
- The complex framework of fiscal federalism
- The theories of fiscal federalism
-
Decentralization in Italy

Textbooks and reading lists

Required reading list (Credits: 6 and 9):
- Artoni R., Elementi di scienza delle finanze, il Mulino, 8th ed., 2015, Chapters I-IX, Appendixes I-II.
Required reading list (Credits: 9):
- Artoni R., Elementi di scienza delle finanze, il Mulino, 8th ed., 2015, Chapters X-XII.
Complementary reading list (Credits: 6 and 9):
- Arachi G., Baldini M. (a cura di), La finanza pubblica italiana. Rapporto 2018, il Mulino, 2018.
- Balestrino A., Galli E., Spataro L., Scienza delle finanze, UTET, 2015.
- Bosi P., (a cura di), Corso di scienza delle finanze, il Mulino, 7° ed., 2015.
- Bosi P., Guerra M.C., I tributi nell’economia italiana, il Mulino, 2018.
- Campa G., Economia e finanza pubblica, UTET, 2017.
- IRES Piemonte, IRPET Toscana, SRM Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, PoliS, IPRES Istituto Pugliese di Ricerche Economiche, Liguria Ricerche , La finanza territoriale. Rapporto 2018, Rubbettino Editore, 2018.

Any additional material relevant for the exam will be posted on the University webpage for this course.

Teaching methods

Teaching will take the form of lectures, making use of the latest technologies and principal online data sets available, and will be highly interactive. Students will be encouraged during the lessons to contribute proposals for further investigation and debate.
Throughout the course there will be a number of seminars with the participation of experts from the scientific community, public institutions, and civil society, to provide greater insights into themes of topical relevance in today’s context.
The course could also include exercises and laboratory experiments aimed at engendering a greater understanding of topics of particular interest through work on practical examples.

Assessment and Evaluation

Assessment will be by means of a final written and oral exam.
The written exam will consist of some open questions and/or exercises and it will be marked out of thirty.
The oral exam will consist of some questions and it will be marked out of thirty.
The final grade will be the arithmetical average of the marks for the two exams, rounded to the nearest whole number. Where the two exams achieve a mark of 30/30, the final grade will be 30/30 cum laude (First Class Honours).
Each separate answer will be assessed according to the following criteria:
- relevance to the question;
- comprehensiveness in relation to the question;
- inclusion of appropriate links;
- conciseness (without redundancy or repetition);
- command of language;
- clarity of presentation.
The procedure and content of the exam will be the same for both attending and non-attending students.
The oral exam will be taken on the same day as the written exam or, in the case of high numbers of candidates, some oral exams will be scheduled the following day.