METODOLOGIE E DIDATTICHE DELLE ATTIVITÀ PRATICHE

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
139018-M2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2016/2017
Insegnamento (nome in italiano): 
METODOLOGIE E DIDATTICHE DELLE ATTIVITÀ PRATICHE
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa di Base
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE (M-PED/03)
Anno di corso: 
3
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
4
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
60
Ore di studio individuale: 
40
Ambito: 
Didattica e pedagogia speciale
Materiali didattici: 
Prerequisiti

L’insegnamento è integrato nel corso di studi, e origina da una metariflessione sull’esperienza di alternanza formativa che lo connota fin dal primo anno. Prerequisito al suo buon esito risulta quindi essere l’aver redatto il portfolio dello studente SFP UniBg.

Obiettivi formativi

In coerenza con gli obiettivi formativi complessivi previsti per i laureandi in SFP, l’insegnamento si propone di mettere in luce le positive correlazioni circolari tra esperienza, competenza, conoscenza, pratica educativa. Tale circolarità, fonte e approdo di ogni apprendimento significativo per la persona, può essere implementata od ostacolata dalle forme della didattica. Obiettivo formativo specifico dell’insegnamento, e competenza attesa in uscita, sarà quindi riconoscere, saper ideare ed implementare forme della didattica che, poggiandosi sulla tradizione pedagogica italiana ed internazionale, da un lato, valorizzino l’esperienza e il protagonismo del discente a favore del proprio apprendimento e della crescita del gruppo docente quale organismo formativo, dall’altro lato, siano in grado di promuovere efficacemente apprendimenti negli studenti, con attenzione particolare alla loro integrazione personale, familiare e sociale.
* Per coloro che affronteranno l’insegnamento per acquisire 8 CFU di ambito pedagogico validi per il conseguimento dei 24 CFU necessari per l’accesso ai futuri percorsi triennali di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente per i docenti della scuola secondaria (FIT), obiettivi formativi e contenuti saranno i medesimi; particolare riguardo, in coerenza con gli obiettivi previsti dall’allegato al Decreto, sarà dato a promuovere approcci volti alla progettazione partecipata e per competenze, all’analisi dei principali metodi di insegnamento-apprendimento e alle forme della ricerca-azione come innovazione didattica; per il perseguimento di tali obiettivi i corsisti verranno accompagnati e sollecitati a declinare per il grado di scuola di pertinenza le tematiche affrontate.

Contenuti dell'insegnamento

Percorsi di contenuto per la declinazione degli obiettivi formativi di conoscenza, comprensione e applicazione e per la promozione delle competenze attese (Quadri A4 SUA): 
La realtà e la sua esperienza sia come matrice sia come fine dell'insegnamento e degli apprendimenti scolastici. Dall'esperienza alle formalizzazioni critiche e sistematiche: modelli ed itinerari (Dewey, Kilpatrick, Kerschensteiner, Boschetti Alberti, Pizzigoni, Montessori, Sorelle Agazzi, Giunti). La scuola come centro di ricerca: la metodologia della ricerca didattica nelle diverse discipline di insegnamento. Significato e condizioni operative per il rispetto dell'oggetto formale, dei metodi e del linguaggio delle diverse discipline nella ricerca didattica. La didattica per problemi, per progetti, per compiti autentici. Gruppi di lavoro e lavoro di gruppo come ordinarie modalità autoformative e formative per lo svolgimento delle didattiche presentate. 

* Tutti contenuti indicati sono previsti anche per coloro che si iscrivono al corso solo per acquisire 6 CFU per l’ambito D previsto dal Decreto (Metodologie e tecnologie didattiche) validi per il conseguimento dei 24 CFU necessari per l’accesso ai futuri percorsi triennali di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente per i docenti della scuola secondaria (FIT). Nel corso delle lezioni verranno messe in luce le possibili articolazioni dei contenuti nei contesti della scuola secondaria di I e di II grado.

Testi di riferimento

A. Giunti La scuola come centro di ricerca. La Scuola, Brescia 1978, pp. 300.
C. Casaschi, Alternanza formativa e valenza orientativa e didattica delle discipline. Riflessioni da una ricerca. Introduzione, in «Nuova Secondaria Ricerca», 5, gennaio 2018, intero fascicolo speciale (pp. 212 comprese tabelle).
* Ai fini del riconoscimento dei crediti validi per il conseguimento dei 24 CFU necessari per l’accesso ai futuri percorsi triennali di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente per i docenti della scuola secondaria (FIT) la bibliografia di riferimento è la medesima.

Metodi didattici

Il corso si svilupperà integrando presentazioni teoriche che fondino concetti e lessico e sessioni laboratoriali nelle quali gli studenti saranno chiamati a lavorare problematizzando situazioni concrete e producendo analisi critiche. Ciò avverrà attraverso analisi di caso, lavori di gruppo, incidenti critici e con l’utilizzo di tecniche interattive.
L’utilizzo della piattaforma Moodle permetterà anche agli studenti lavoratori non frequentanti di partecipare attivamente al corso. Essi potranno svolgere esercitazioni a distanza, supervisionate dal docente, e visionare alcune lezioni sempre tramite piattaforma Moodle.

Modalità verifica profitto e valutazione

L’esame consterà di due parti: una verrà svolta per iscritto in itinere nell’ultimo giorno di lezione previsto per il Corso (la data verrà in ogni caso specificata in piattaforma); alcune domande chiuse e risposte brevi ma ben argomentate a domande circostanziate permetteranno la verifica dell’acquisizione dei contenuti fondamentali del corso; una seconda parte, caricata su piattaforma Moodle e discussa in sede di appello, sarà dedicata alla realizzazione di una piccola performance didattica. La prova sarà realizzata a discrezione del corsista su un oggetto a scelta, in un tempo massimo di 3 minuti di performance e 2 di spiegazione finalizzati ad illustrare le scelte didattiche attuate e le ragioni scientifiche a sostegno delle stesse, facendo opportuno riferimento ai contenuti e ai testi dell’insegnamento. Il voto d’esame deriverà da integrazione dei due punteggi ottenuti (in trentesimi nel caso della prova scritta, da 1 a 4 per la performance didattica) e verrà comunicato in sede di appello, nell’occasione della discussione della performance.

Gli studenti che non intendano sostenere la prova scritta in itinere sosterranno la prima parte dell’esame in forma orale in sede di appello, sui contenuti dei testi d’esame.

*Per coloro che parteciperanno al corso in qualità di studenti FIT, la verifica del profitto e la conseguente valutazione verranno effettuate attraverso una prova scritta che metta in correlazione differenti tipologie didattiche applicabili alla propria disciplina di insegnamento evidenziandone matrici epistemologiche e possibili ricadute sugli apprendimenti.
Ai fini del riconoscimento dei crediti validi per il conseguimento dei 24 CFU necessari per l’accesso ai futuri percorsi triennali di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente per i docenti della scuola secondaria (FIT), con il superamento di questo esame saranno riconosciuti 8 CFU del settore scientifico disciplinare M-PED/03 per l’ambito D previsto dal Decreto: Metodologie e tecnologie didattiche.

Altre informazioni

Ulteriori indicazioni bibliografiche e metodologiche per un personale lavoro di approfondimento o per affrontare esercitazioni potranno essere fornite sia durante le lezioni, sia tramite piattaforma Moodle.