PROBLEMI E ITINERARI DI LETTERATURA CONTEMPORANEA

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
139019-M1

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2016/2017
Insegnamento (nome in italiano): 
PROBLEMI E ITINERARI DI LETTERATURA CONTEMPORANEA
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA (L-FIL-LET/11)
Anno di corso: 
3
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
90
Ore di studio individuale: 
60
Ambito: 
Discipline letterarie
Materiali didattici: 
Prerequisiti

È richiesta una buona padronanza della lingua italiana orale e scritta.

Obiettivi formativi

1. conoscenza delle caratteristiche e degli strumenti della letteratura italiana dall’Unità a oggi e, in genere, del testo letterario;
2. leggere e valutare criticamente e con consapevolezza testi di letteratura italiana, anche dialettale, comprendendone il significato, le caratteristiche estetiche, stilistiche, retoriche e le dominanti dei generi letterari (in particolar modo, del romanzo e del romanzo di formazione);
3. leggere e analizzare i testi della letteratura italiana in una prospettiva interculturale e interdisciplinare;
4. ripercorrere e valutare gli intrecci tra letteratura, teatro, musica e cinema;
5. padronanza degli strumenti bibliografici e informatici per lo studio della letteratura italiana dall’unità ad oggi;
6. Per le attività laboratoriali: usare i testi letterari in percorsi educativi per la scuola dell’infanzia e primaria adeguandoli al livello scolastico, all’età, alla cultura di appartenenza e alle caratteristiche personali e sociali degli allievi.

Contenuti dell'insegnamento

Orientamenti e strumenti di critica letteraria. – La letteratura italiana dall’unificazione nazionale attraverso percorsi di lettura, unità tematiche e inquadramenti storici nei quali graduare significativi testi d’autore (in particolare, Verga, Svevo, Pirandello, Ungaretti, Pavese, Gadda, Calvino). – Testi di altri scrittori significativi, anche dialettali, del Secondo Ottocento e del Novecento (Luigi Benaglio, Giacinto Gambirasio, Bortolo Belotti). – Il romanzo e il romanzo di formazione nella letteratura italiana (con letture da A. Moravia, "Agostino"; U. Saba, "Ernesto"; E. Morante, "L’isola di Arturo") anche nel confronto interculturale e interdisciplinare con testi di altre letterature contemporanee (come J. London, "Martin Eden" e J.D. Salinger, "Il giovane Holden"). – Esempi di intreccio tra letteratura scritta, rappresentazione teatrale e opera cinematografica e padronanza degli strumenti di analisi e di critica necessari per esprimere un giudizio consapevole; in particolare, verranno proposte la lettura e l’analisi di opere di Camillo Boito ("Senso"), Giovanni Verga ("Libertà"), Giuseppe Tomasi di Lampedusa ("Il Gattopardo") e Anna Banti ("Noi credevamo"), nel confronto con le versioni cinematografiche di L. Visconti, F. Vancini e M. Martone. – Riferimenti all’opera lirica e ai testi per musica. – Risorse informatiche e telematiche per lo studio della letteratura italiana. – Uso degli strumenti bibliografici e informatici per navigare nel panorama della letteratura contemporanea.

Testi di riferimento

1) R. Bonavita, “Storia della letteratura italiana”, vol. V: “L’Ottocento”, Bologna, il Mulino, 2005, pp. 69-149.
2) A. Casadei, “Storia della letteratura italiana”, vol. VI: “Il Novecento”, Bologna, il Mulino, 2013 (194 pp.)

TESTI LETTERARI:
3) C. Boito, “Senso”, a cura di C. Bertoni, Lecce, Manni, 2015.
4) G. Verga, “Libertà”, in Id., “Tutte le novelle”, a cura di G. Zaccaria, Torino, Einaudi, 2015.
5) Un romanzo a scelta tra: G. Tomasi di Lampedusa, “Il Gattopardo”, Milano, Feltrinelli, 2013 e A. Banti, “Noi credevamo”, Milano, Mondadori, 2010.

Metodi didattici

Insegnamento frontale ed attività di laboratorio con relazioni finali conservate nel Portfolio dello studente.

Modalità verifica profitto e valutazione

L’esame consiste in un colloquio sui testi di riferimento e sugli argomenti affrontati nel corso. Vengono valutate la preparazione critico-storica acquisita, la capacità espositiva dello studente e la sua competenza terminologica. Durante l’esame verranno valutati anche i lavori contenuti nel Portfolio personale dello studente.

Altre informazioni

Tutti i testi segnalati sono disponibili presso la Biblioteca Umanistica dell’Università - P.zza S. Agostino 2 – nonché presso altre biblioteche pubbliche. Nella prima lezione del corso il docente darà puntuali informazioni su come reperire i testi e indicherà in quali casi si possono impiegare edizioni online, affidabili dal punto di vista dei contenuti e del rigore filologico. Alcuni testi verranno messi a disposizione dal docente sulla piattaforma Moodle.
Gli studenti impossibilitati a seguire le lezioni sono tenuti a rivolgersi al docente per farsi confermare i contenuti del programma e la bibliografia di riferimento.