ZOOLOGIA

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
139028-M2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2016/2017
Insegnamento (nome in italiano): 
ZOOLOGIA
Insegnamento (nome in inglese): 
ZOOLOGY
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
ZOOLOGIA (BIO/05)
Anno di corso: 
4
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
4
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
24
Ore di studio individuale: 
76
Ambito: 
Discipline biologiche ed ecologiche
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Non sono richiesti prerequisiti.

Obiettivi formativi

Il corso si propone di far sperimentare agli studenti un percorso di studio utile per contribuire, insieme alle altre aree disciplinari, al raggiungimento da parte degli alunni della scuola primaria degli obiettivi proposti dalle Indicazioni nazionali della scuola primaria e dell’infanzia. Particolare attenzione si darà all’approccio sperimentale, tramite l’apprendimento di tecniche di indagine di tipo osservativo relative alla manipolazione della materia e all’integrazione costante tra la teoria e la pratica. Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà dimostrare di aver compreso i principi fondamentali della botanica, della zoologia e della biosfera, così da sapersi porre criticamente di fronte ai tre nuclei fondanti "Proprietà - struttura - trasformazione”.

Gli obiettivi specifici da acquisire al termine del corso sono:
- la conoscenza dei fondamenti teorici e dei linguaggi scientifici delle Scienze della Vita;
- la comprensione degli esiti di studi empirici al fine di costruire conoscenze e migliorare l'efficacia degli interventi;
- l’abilità nel progettare percorsi di apprendimento su tematiche di Scienze della Vita e di educazione ambientale;
- l’abilità nell’individuare strumenti e metodologie appropriate a specifici contesti di insegnamento/apprendimento;
- l’attitudine alla riflessione epistemologica sui principali saperi relativi alle “Scienze della vita” e alla sostenibilità ambientale.

Contenuti dell'insegnamento

Si intende favorire lo sviluppo di un atteggiamento riflessivo nei confronti della conoscenza scientifica e dei processi di insegnamento - apprendimento nell'ambito delle Scienze della Vita, e offrire alcuni strumenti per il successivo approfondimento individuale. Su alcuni temi chiave si procederà a:
1. individuare le connessioni fra i concetti strutturanti necessari per affrontare l'argomento;
2. indagare sulle rappresentazioni mentali dei bambini e degli adulti;
3. riflettere sui problemi e sugli ostacoli cognitivi.

Argomenti:
• I caratteri e la classificazione dei viventi. Caratteri embrionali, caratteri chiave e correlati. Dalla nomenclatura binomia di Linneo alla sistematica moderna.
• La teoria dell’evoluzione: meccanismi di speciazione e di biodiversità.
• Fondamenti di zoologia: le principali caratteristiche degli animali (invertebrati e i vertebrati). Struttura cellulare e cicli metabolici.
• Genetica classica: la trasmissione dei caratteri ereditari. Modalità di divisione cellulare, determinazione del sesso, riproduzione e sviluppo.

Testi di riferimento

– A. Gainotti, A. Modelli, G. Ceruti, Il racconto della biologia, Zanichelli
– E. Padoa Schioppa. I quaderni della didattica. Metodi e strumenti per l’insegnamento e l’apprendimento della biologia. EDISES, ISBN: 978-88-3319-021-1

Metodi didattici

La didattica di svolgerà tramite lezioni frontali e approfondimenti di laboratorio. L’approccio didattico prevede la raccolta delle preconoscenze degli studenti, proponendo l’utilizzo di modelli e materiale visuale per rappresentare i contenuti proposti. Ciascun argomento sarà accompagnato da una riflessione sulle modalità didattiche più efficaci per affrontare i temi proposti con i bambini. Con questo intento saranno proposti esempi di buone pratiche da sviluppare in aula, mediante l’utilizzo di tematiche modello da presentare ai bambini sia della scuola dell’infanzia che di quella primaria. Saranno utilizzati strumenti multimediali come supporto per lo studio interdisciplinare e come approfondimento tematico. Sarà richiesto inoltre allo studente di progettare unità didattiche ed esperimenti con risorse naturali e materiali poveri, realizzabili in classe, finalizzati ad aiutare la comprensione delle leggi scientifiche e a verificarne la coerenza con i fenomeni osservati. Un'attenzione particolare sarà rivolta all'istruzione inclusiva per gli studenti con difficoltà o disabilità.

Modalità verifica profitto e valutazione

La verifica dell'apprendimento è certificata mediante il superamento di un esame con valutazione in trentesimi. L’esame prevede una prova in forma scritta, superata la quale lo studente potrà sostenere la prova orale. La prova scritta consiste in un test su argomenti trattati durante il corso e si tiene in itinere nell’ultimo giorno di lezione previsto per il Corso (la data verrà in ogni caso specificata in piattaforma). Di durata non inferiore a 30 minuti, è finalizzata a verificare sia la capacità di applicare correttamente le conoscenze teoriche, sia la capacità di comprensione delle problematiche proposte. L’ammissione all’orale richiede l’ottenimento di una valutazione maggiore o uguale a 18/30. I risultati dello scritto sono pubblicati nella pagina internet del corso, insieme alla conferma della data degli orali. La data normalmente coincide con quanto pubblicato sul sito dell’Ateneo. Gli studenti che non possono sostenere la prova scritta in itinere sosterranno la prima parte dell’esame in forma orale in sede di appello, sui contenuti dei testi d’esame. Nel corso della prova orale lo studente realizzerà una sintetica prova didattica su un tema a scelta, in un tempo massimo di 5 minuti, durante i quali dovrà presentare le scelte didattiche e le relative motivazioni scientifiche, con riferimento ai contenuti del corso. Il voto finale, espresso in trentesimi come integrazione dello scritto e dell’orale, tiene conto della qualità delle competenze possedute e della modalità espositiva.
Il voto finale potrà essere:
a) Insufficiente (inferiore a 18/30): Il candidato non dimostra di possedere le nozioni minime sugli argomenti affrontati nel corso, presenta capacità espressive modeste e comunque insufficienti a sostenere un dialogo coerente, scarsa capacità di sintesi e scarsa interazione con il docente durante il colloquio.
b) Sufficiente (da 18 a 20/30): Il candidato dimostra di avere poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. Le capacità espressive sono modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; le capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; l'interazione con il docente durate il colloquio è scarsa.
c) Discreto (da 21 a 23/30): Il candidato dimostra di avere discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
d) Buono (da 24 a 26/30): Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderatamente approfondito, con poche lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi.
e) Ottimo (da 27 a 29/30): Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni molto approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi.
f) Eccellente (30/30): Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi. La lode si attribuisce a candidati che manifestano un grado di preparazione completo e un utilizzo appropriato del lessico specifico.

Prerequisites

The course has no specific prerequisites.

Educational goals

The course proposes to make the students experiment a useful study path to contribute, together with the other disciplinary areas, to the achievement by the pupils of the primary school of the objectives proposed by the National Indications of primary and childhood school. Particular attention will be given to the experimental approach, through the learning of observational investigation techniques related to the manipulation of matter and the constant integration between theory and practice. At the end of the course, the student will have to demonstrate that he has understood the fundamental principles of botany, zoology and the biosphere, as well as to be able to place himself critically in front of the three founding nuclei "Properties - structure - transformation".

The specific objectives to be acquired at the end of the course are:
- knowledge of the theoretical foundations and scientific languages of the Life Sciences;
- the understanding of the results of empirical studies to build knowledge and improve the effectiveness of interventions;
- the ability to design learning paths on issues of Life Sciences and environmental education;
- the ability to identify tools and methodologies appropriate to specific teaching/learning contexts;
- the attitude to epistemological reflection on the primary knowledge relating to "Life sciences" and environmental sustainability.

Course content

The goal is to foster the development of a reflective attitude towards scientific knowledge and teaching-learning processes. On some key issues, we will proceed to:
1. to identify the connections between the structuring concepts necessary to face the topic;
2. investigate the mental representations of children and adults;
3. reflect on problems and cognitive obstacles.

Topics:
• The characters and the classification of living beings. Embryonic characters, key and related characters. From the binomial nomenclature of Linnaeus to modern systematics.
• The theory of evolution: mechanisms of speciation and biodiversity.
• Fundamentals of Zoology: the main characteristics of animals (invertebrates and vertebrates). Cell structure and metabolic cycles.
• Classical genetics: the transmission of hereditary characters. Mode of cell division, determination of sex, reproduction and development.

Textbooks and reading lists

– A. Gainotti, A. Modelli, G. Ceruti, Il racconto della biologia, Zanichelli
– E. Padoa Schioppa. I quaderni della didattica. Metodi e strumenti per l’insegnamento e l’apprendimento della biologia. EDISES, ISBN: 978-88-3319-021-1

Teaching methods

Lectures and laboratory studies are planned. The educational approach involves the gathering of the students' knowledge, proposing the use of models and visual material to represent the proposed contents. A reflection on the most effective teaching methods for dealing with the themes introduced with children will accompany each topic. With this aim, examples of good practices to be developed in the classroom will be proposed, using model themes. Multimedia tools will be used as a support for interdisciplinary study and as a thematic study. The student will also be required to design teaching units and experiments with natural resources and poor materials, achievable in the classroom, aimed at helping the understanding of scientific laws and verifying their coherence with the observed phenomena. Particular attention will be paid to inclusive education for students with difficulties or disabilities.

Assessment and Evaluation

The evaluation consists of two parts: a written test, during the course, after which the student can take the oral exam. The written test consists of a test on topics covered during the course in an in-class written part on the last day of lessons (the date will be specified on the platform). It usually has a duration of not less than 30 minutes and is aimed at verifying both the ability to correctly apply theoretical knowledge and the skill to understand the proposed problems. Admission to the oral exam requires the achievement of an evaluation equal to or greater than 18/30. The results of the writing test are published on the course web page, together with the confirmation of the oral date. The date coincides typically with what is published on the University website. Students who cannot take the in-class written test during the course will take the first part of the exam on the theoretical contents of the course in a speaking format on the date of the oral exam. Throughout the oral examination, the student will carry out a synthetic didactic test on a selected topic, in a maximum of 5 minutes. The student will have to illustrate the didactic choices carried out and the scientific reasons supporting them, with appropriate reference to the course content and texts. The final mark, expressed on a scale of 1-30 as integration between written and oral tests, takes into account the quality of the acquired skills and the speaking ability.
The final mark can be:
a) Insufficient (less than 18/30): The candidate does not demonstrate that he possesses the minimum notions on the topics dealt with in the course, has modest expressive abilities and in any case insufficient to support a coherent dialogue, a lack of synthesis and little interaction with the teacher during the interview.
b) Sufficient (from 18 to 20/30): The candidate demonstrates to have few acquired notions, superficial level, many gaps. The expressive capacities are modest, but sufficient to support a coherent dialogue; the logical abilities and consequentiality in the connection of the elementary level arguments; interaction with the teacher during the interview is scarce.
c) Fair (from 21 to 23/30): The candidate shows to have a discrete acquisition of notions, but little depth, few gaps; expressive skills more than sufficient to support a coherent dialogue; acceptable mastery of scientific language; logical skills and consequentiality in the connection of moderate complexity topics; more than enough capacity for synthesis and adequate graphic expression.
d) Good (from 24 to 26/30): The candidate demonstrates that he has a wealth of notions rather broad, moderately in-depth, with few gaps; satisfactory expressive abilities and significant mastery of scientific language; dialogic ability and critical spirit well detectable; good synthesis skills.
e) Very good (from 27 to 29/30): The candidate demonstrates to have profound knowledge, with marginal gaps; remarkable expressive abilities and high mastery of scientific language; remarkable dialogic ability, useful competence and good aptitude for logical synthesis; high synthesis skills.
f) Excellent (30/30): The candidate demonstrates that he has a wealth of pervasive and in-depth knowledge, any irrelevant gaps; high expressive abilities and high mastery of scientific language; excellent dialogic ability marked aptitude for making connections between different topics; remarkable synthesis ability. "Laude" is given to candidates who demonstrate a complete degree of preparation and appropriate use of the specific vocabulary.