BIOSFERA (LABORATORIO)

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
139028-M4

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2016/2017
Insegnamento (nome in italiano): 
BIOSFERA (LABORATORIO)
Insegnamento (nome in inglese): 
INSTITUTIONAL WORKSHOP OF BIOSPHERE
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
ECOLOGIA (BIO/07)
Anno di corso: 
4
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
1
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
6
Ore di studio individuale: 
19
Ambito: 
Discipline biologiche ed ecologiche
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti

Obiettivi formativi

Il laboratorio ordinamentale di Biosfera intende preparare lo studente all’applicazione sperimentale di quanto appreso nell’insegnamento corrispondente. In particolare, lo studente dovrà maturare un’adeguata conoscenza dell’utilizzo delle scienze della terra nella scuola dell’infanzia e della scuola primaria.

Contenuti dell'insegnamento

Sono previsti tre incontri focalizzati specificatamente sulle seguenti tematiche:
1) Descrizione e ruolo degli insetti all’interno della biosfera;
2) Utilizzo dell’acqua come esempio di didattica trasversale agli insegnamenti scientifici;
3) Esempi di osservazione e riconoscimento di alcune piante caratteristiche del territorio.

Testi di riferimento

– A. Gainotti, A. Modelli, G. Ceruti, Il racconto della biologia, Zanichelli
– E. Padoa Schioppa. I quaderni della didattica. Metodi e strumenti per l’insegnamento e l’apprendimento della biologia. EDISES, ISBN: 978-88-3319-021-1

Metodi didattici

Si prevedono lezioni frontali e approfondimenti di laboratorio. L’approccio didattico prevede la raccolta delle preconoscenze degli studenti, proponendo l’utilizzo di modelli e materiale visuale per rappresentare i contenuti proposti. Ciascun argomento sarà accompagnato da una riflessione sulle modalità didattiche più efficaci per affrontare i temi proposti con i bambini. Con questo intento saranno proposti esempi di buone pratiche da sviluppare in aula, mediante l’utilizzo di tematiche modello. Saranno utilizzati strumenti multimediali come supporto per lo studio interdisciplinare e come approfondimento tematico. Sarà richiesto inoltre allo studente di progettare unità didattiche ed esperimenti con risorse naturali e materiali poveri, realizzabili in classe, finalizzati ad aiutare la comprensione delle leggi scientifiche e a verificarne la coerenza con i fenomeni osservati. Un'attenzione particolare sarà rivolta all'istruzione inclusiva per gli studenti con difficoltà o disabilità.

Modalità verifica profitto e valutazione

La verifica dell'apprendimento è certificata mediante il superamento di un esame con valutazione in trentesimi. L’esame prevede una sintetica prova didattica su un tema a scelta del candidato, durante la quale si dovranno presentare le scelte didattiche e le relative motivazioni scientifiche, con riferimento ai contenuti del corso. Il voto finale, espresso in trentesimi come integrazione dello scritto e dell’orale, tiene conto della qualità delle competenze possedute e della modalità espositiva.
Il voto finale potrà essere:
a) Insufficiente (inferiore a 18/30): Il candidato non dimostra di possedere le nozioni minime sugli argomenti affrontati nel corso, presenta capacità espressive modeste e comunque insufficienti a sostenere un dialogo coerente, scarsa capacità di sintesi e scarsa interazione con il docente durante il colloquio.
b) Sufficiente (da 18 a 20/30): Il candidato dimostra di avere poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. Le capacità espressive sono modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; le capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; l'interazione con il docente durate il colloquio è scarsa.
c) Discreto (da 21 a 23/30): Il candidato dimostra di avere discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
d) Buono (da 24 a 26/30): Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderatamente approfondito, con poche lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi.
e) Ottimo (da 27 a 29/30): Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni molto approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi.
f) Eccellente (30/30): Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi. La lode si attribuisce a candidati che manifestano un grado di preparazione completo e un utilizzo appropriato del lessico specifico.

Prerequisites

The course has no specific prerequisites

Educational goals

The "Laboratorio ordinamentale di Biosfera" intends to prepare the student for the experimental application of the theoretical course. In particular, the student must develop an adequate knowledge of the use of earth sciences in primary school.

Course content

Three meetings are planned focused explicitly on the following topics:
1) Description and role of insects within the biosphere;
2) Use of water as an example of didactic transversal to scientific teachings;
3) Examples of observation and recognition of some plants characteristic of the territory.

Textbooks and reading lists

– A. Gainotti, A. Modelli, G. Ceruti, Il racconto della biologia, Zanichelli
– E. Padoa Schioppa. I quaderni della didattica. Metodi e strumenti per l’insegnamento e l’apprendimento della biologia. EDISES, ISBN: 978-88-3319-021-1

Teaching methods

Lectures and laboratory studies are planned. The educational approach involves the gathering of the students' knowledge, proposing the use of models and visual material to represent the proposed contents. A reflection on the most effective teaching methods for dealing with the themes introduced with children will accompany each topic. With this aim, examples of good practices to be developed in the classroom will be proposed, using model themes. Multimedia tools will be used as a support for interdisciplinary study and as a thematic study. The student will also be required to design teaching units and experiments with natural resources and poor materials, achievable in the classroom, aimed at helping the understanding of scientific laws and verifying their coherence with the observed phenomena. Particular attention will be paid to inclusive education for students with difficulties or disabilities.

Assessment and Evaluation

The evaluation consists of a synthetic didactic test on a selected topic. The student will have to illustrate the didactic choices carried out and the scientific reasons supporting them, with appropriate reference to the course content and texts. The final mark, expressed on a scale of 1-30 as integration between written and oral tests, takes into account the quality of the acquired skills and the speaking ability.
The final mark can be:
a) Insufficient (less than 18/30): The candidate does not demonstrate that he possesses the minimum notions on the topics dealt with in the course, has modest expressive abilities and in any case insufficient to support a coherent dialogue, a lack of synthesis and little interaction with the teacher during the interview.
b) Sufficient (from 18 to 20/30): The candidate demonstrates to have few acquired notions, superficial level, many gaps. The expressive capacities are modest, but sufficient to support a coherent dialogue; the logical abilities and consequentiality in the connection of the elementary level arguments; interaction with the teacher during the interview is scarce.
c) Fair (from 21 to 23/30): The candidate shows to have a discrete acquisition of notions, but little depth, few gaps; expressive skills more than sufficient to support a coherent dialogue; acceptable mastery of scientific language; logical skills and consequentiality in the connection of moderate complexity topics; more than enough capacity for synthesis and adequate graphic expression.
d) Good (from 24 to 26/30): The candidate demonstrates that he has a wealth of notions rather broad, moderately in-depth, with few gaps; satisfactory expressive abilities and significant mastery of scientific language; dialogic ability and critical spirit well detectable; good synthesis skills.
e) Very good (from 27 to 29/30): The candidate demonstrates to have profound knowledge, with marginal gaps; remarkable expressive abilities and high mastery of scientific language; remarkable dialogic ability, useful competence and good aptitude for logical synthesis; high synthesis skills.
f) Excellent (30/30): The candidate demonstrates that he has a wealth of pervasive and in-depth knowledge, any irrelevant gaps; high expressive abilities and high mastery of scientific language; excellent dialogic ability marked aptitude for making connections between different topics; remarkable synthesis ability. "Laude" is given to candidates who demonstrate a complete degree of preparation and appropriate use of the specific vocabulary.