METODI DI ANALISI LINGUISTICA

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
13111

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
METODI DI ANALISI LINGUISTICA
Insegnamento (nome in inglese): 
METHODS OF LINGUISTIC ANALYSIS
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Affine/Integrativa
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA (L-LIN/01)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
Attività formative affini o integrative
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Conoscenza dei fondamenti della linguisticae in particolare delle nozioni di fonema, morfema, lessema, e dei principi di organizzazione sintattica e semantica del linguaggio.

Obiettivi formativi

Acquisire conoscenze teoriche e competenza operativa di metodi di analisi di fenomeni linguistici ai diversi livelli e per diverse finalità. Particolare attenzione è data a lingue non-europee rispetto alle lingue di tipo europeo medio standard in prospettiva tipologico-comparativa e acquisizionale.

Contenuti dell'insegnamento

Fattori e processi che presiedono l'acquisizione di una seconda lingua. Percezione, comprensione e analisi dell'input. Formazione di varietà di apprendimento.
L'influsso della prima lingua.

Testi di riferimento

Andorno C,, Valentini A., Grassi R., Verso una nuova lingua. Capire l'acquisizione di L2. UTET, Torino, 2017

Metodi didattici

Lezione frontale accompagnata da materiali esemplificativi.
Nelle lezioni si utilizzano materiali che riprendono argomenti del testo di riferimento.

Modalità verifica profitto e valutazione

Per la VERIFICA dell'apprendimento lo studente può scegliere tra una modalità scritta e una orale.

MODALITA' SCRITTA: disponibile nel terzo appello della sessione estiva. Test di 9 domande aperte che richiedono la definizione di nozioni o l'applicazione delle conoscenze acquisite su casi concreti di produzione linguistica. Tempo a disposizione: un'ora.
MODALITA' ORALE: Disponibile in tutti gli appelli. Colloquio di cinque domande su nozioni e sulla loro applicazione a casi concreti di produzione linguistica.

VALUTAZIONE DELLA MODALITA' SCRITTA: Il voto in trentesimi risulta dalla divisione per 3 del punteggio conseguito in ciascuna risposta. Il punteggio massimo è 10, attribuito a risposte massimamente accurate.
VALUTAZIONE DELLA MODALITA' ORALE: Il voto in trentesimi risulta dalla divisione per 6 del punteggio conseguito in ciascuna risposta. Il punteggio massimo è 10, attribuito a risposte massimamente accurate.

Altre informazioni

Il programma d’esame è così costituito:

a) FREQUENTANTI. Materiali e appunti delle lezioni.

b) NON-FREQUENTANTI. Testo di riferimento, capp. 1-5 (pp. 211 comprensivi di esercizi e loro soluzioni)