ANTROPOLOGIA CULTURALE DEI PAESI ASIATICI

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
37134

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
ANTROPOLOGIA CULTURALE DEI PAESI ASIATICI
Insegnamento (nome in inglese): 
Cultural Anthropology of Asian Countries
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Affine/Integrativa
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE (M-DEA/01)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
5
Altri docenti: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
Attività formative affini o integrative
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Conoscenza della storia moderna e contemporanea. Conoscenza della geografia politica mondiale.

Obiettivi formativi

Obiettivo del corso è quello di fornire agli studenti un’introduzione critica all’antropologia dell’Asia contemporanea, con particolare focus sui contesti dell'Asia centrale, dell’India e del Giappone. Tale obiettivo si raggiunge presentando tematiche di interesse generale quali sono lo studio delle trasformazioni sociali, degli scenari culturali, delle religioni, della letteratura, e approfondendo casi di studio e ricerche specifiche che utilizzano gli strumenti propri della disciplina antropologica.
Al termine del corso gli studenti sono in grado di:
- Orientarsi attraverso le principali trasformazioni culturali e sociali della dell’India contemporanea e del Giappone;
- Leggere in un’ottica sistemica le interdipendenze tra le regioni del mondo, in particolare quelle tra l’Asia e l’Occidente;
- Analizzare criticamente testi di tematica socio-culturale specifici delle regioni trattate.

Contenuti dell'insegnamento

Durante il corso vengono presentati elementi di storia culturale dell’India e del Giappone: la narrativa postcoloniale, l’eredità del periodo coloniale, le mutazioni sociali nella transizione dall’indipendenza al contesto indiano contemporaneo; la cultura giapponese tra tradizione e narrazione. Gli scenari storici dei due grandi paesi permettono di situare le analisi di antropologia sociale negli opportuni contesti di area che vengono trattati nel corso.

Testi di riferimento

Bibliografia Asia

- Bocchi G. e M. Ceruti, Origini di storie, Feltrinelli, Milano, 2006, (parte prima pp. 1-92)
- Sen A., L'altra India. La tradizione razionalista e scettica alle radice della cultura indiana, Mondadori, Milano, 2006, (cap. 1,2,5,6,7,8).
- Fabietti U., Medio Oriente. Uno sguardo antropologico, Cortina, 2016 (pp.13-65)
- Kilani M., Antropologia. Dal locale al globale, Dedalo, Bari, 2011 (parte III, cap. 4 pp. 179-202).
- Bhabha H., “DissemiNazione”, in Nazione e narrazione, Roma, Meltemi, 1997 (pp. 469-514).
- Said E., Orientalismo, Feltrinelli, Milano, 2013 (Introduzione, cap. 1).
- Levi-Struss C., L’altra faccia della Luna. Scritti sul Giappone, Bompiani, Milano, 2015.

Uno a scelta tra i seguenti romanzi
- Desai, A. Tutti i racconti, Einaudi, Torino, 2009
- Kishimoto, M. Naruto, Manga (a scelta)
- Kureishi, H. Il Budda delle periferie, Mondadori, Milano, 1995
- Norton, P.O. (a cura di), Centoundici Haiku, La vita felice, Milano, 2011
- Polo, M. Il Milione, edizione a scelta
- Rushdie, S. I figli della mezzanotte, Mondadori, Milano, 2008
- Shikibu, M. La storia di Genji, Eianudi, Torino, 1992
- Tagore, R. Poesie d’amore, Guanda, Milano, 1996

Metodi didattici

Lezioni frontali, con il supporto di slides e video.

Modalità verifica profitto e valutazione

Colloquio sul programma d'esame.

Altre informazioni

Per gli studenti frequentanti puo' essere introdotta una prova di verifica intermedia scritta che sostituisce il colloquio finale.