LETTERATURA INGLESE MODERNA E CONTEMPORANEA II

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
13101

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
LETTERATURA INGLESE MODERNA E CONTEMPORANEA II
Insegnamento (nome in inglese): 
MODERN AND CONTEMPORARY ENGLISH LITERATURE II
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
LETTERATURA INGLESE (L-LIN/10)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
10
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
60
Ore di studio individuale: 
190
Ambito: 
Letterature straniere
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Buona conoscenza della lingua inglese; superamento dell’esame di Lingua Inglese I.

Obiettivi formativi

Fornire conoscenze e competenze indispensabili per lo studio della letteratura e della cultura britannica, così come dei relativi approcci critici, in coerenza con quanto stabilito per il settore L-LIN/10 e per il corso di studio triennale in Lingue e letterature straniere moderne.

Al termine del corso lo studente:
Darà prova di conoscere i principali generi narrativi della letteratura inglese moderna e contemporanea: romance, novel, short story.
Sarà consapevole della necessità di interpretare il genere sessuale sia storicamente che criticamente.
Avrà acquisito familiarità con gli aspetti formali, tematici e retorici dei testi esaminati.
Avrà affinato la sua sensibilità verso le potenzialità espressive della lingua inglese.

Contenuti dell'insegnamento

Dalla nascita del novel alla fantascienza: traduzioni e disseminazioni culturali

Il corso consiste in due moduli dedicati, rispettivamente, al romanzo del diciottesimo secolo (modulo A) e alla narrativa del diciannovesimo e ventesimo secolo (modulo B).

Il modulo A si sofferma sui rapporti tra il romanzo inglese moderno e il Chisciotte spagnolo. I romanzi “The Female Quixote; or, The Adventures of Arabella” di Charlotte Lennox e “Pamela; or, Virtue Rewarded” di Samuel Richardson verranno esaminati in relazione al dibattito contemporaneo sui modelli narrativi e sugli stereotipi sessuali.

Il modulo B si occupa della successiva disseminazione e ramificazione della narrativa di genere, con particolare riferimento alla fantascienza (letteratura e film). Il tardo romanzo gotico “Frankenstein; or, the Modern Prometheus”, di Mary Shelley, può essere letto come un prototipo del robot fantascientifico, poi rielaborato nei racconti “Evidence” di Isaac Asimov e “Supertoys Last All Summer Long” di Brian Aldiss. Come in precedenza, l’analisi di tutti i testi verterà sul genere, inteso sia in senso testuale che identitario.

Gli studenti sono invitati a leggere romanzi e racconti prima dell’inizio del corso.

Testi di riferimento

MODULI A e B:

Terry Eagleton, The English Novel: An Introduction, Blackwell Publishing, Oxford, 2005: What Is A Novel? (pp. 1-21)
(21 pagine)

MODULO A:

1) Charlotte Lennox, The Female Quixote; or, The Adventures of Arabella (1752), Margaret Dalziel ed., Oxford University Press, Oxford, 2008: pp. xi-xxxii (Introduction di Margaret Anne Doody); 3 (Dedication); 5-55 (Book I, chapters I-XIII); 56-65 (Book II, chapters I-III); 332-383 (Book IX, chapters I-XII).
(136 pagine)

2) Samuel Richardson, Pamela; or, Virtue Rewarded (1740), Thomas Keymer and Alice Wakely eds., Oxford University Press, Oxford, 2008: pp. vii-xxxiv (Introduction di Thomas Keymer); 3-4 (Preface by the Editor); 5-219 (Volume 1)
(245 pagine)

3) Uno dei seguenti film:
The Draughtsman's Contract (I misteri del giardino di Compton House), Peter Greeneway, GB, 1982
The Madness of King George (La pazzia di Re Giorgio), Nicholas Hytner, 1994

4) Paul Poplawski ed., English Literature in Context: From Anglo-Saxon Runes to Postcolonial Rap, Cambridge University Press, Cambridge, 2017, 2^ edizione, pp. 189-217 (The Restoration and Eighteenth Century, 1660-1780: Historical Overview), 228-236 (The Novel, Literary Criticism, The Enlightenment)
(42 pagine)

MODULO B:

1) Mary Shelley, Frankenstein; or, The Modern Prometheus (1818), second Norton Critical Edition, W.W. Norton &Company, New York, 2012: pp. 5-6 (Preface), 7-161 (Frankenstein), 165-169 (Introduction to the Third Edition), 328-344 (Sandra M. Gilbert & Susan Gubar, Mary Shelley’s Monstrous Eve, 1979). Il volume indicato riproduce il testo della PRIMA edizione del romanzo (1818).
(177 pagine)

2) Isaac Asimov, I, Robot (1950): Introduction; Evidence
(22 pagine circa)

3) Brian W. Aldiss, Super-Toys Last All Summer Long (1969)
(8 pagine circa)

4) Due dei seguenti film:
Frankenstein, James Whale, USA, 1931
The Rocky Horror Picture Show, Jim Sharman, USA, 1975
Mary Shelley’s Frankenstein, Kenneth Branagh, UK/USA, 1993
A.I. Artificial Intelligence, Steven Spielberg, USA, 2001

5) Paul Poplawski ed., English Literature in Context: From Anglo-Saxon Runes to Postcolonial Rap, Cambridge University Press, Cambridge, 2017, 2^ edizione, pp. 274-293 (The Romantic Period, 1780-1832: Historical Overview), 321-333 (Texts and Issues: Science), 346-351 (Mary Shelley, Frankenstein or the Modern Prometheus), 541-566 (The Twentieth and Twenty-First Centuries, 1939-2015: Historical Overview)
(58 pagine)

6) Francesca Guidotti, Cyborg e dintorni. Le formule della fantascienza, Sestante, Bergamo, 2003, pp. 45-69 (Robot, androidi, replicanti, simulacri), 109-128 (Il robot secondo Isaac Asimov) e 129-135 (“Which Way to Inner Space?”). L’ultimo capitolo è utile per l’analisi del racconto di Aldiss.
(52 pagine)

TESTI DI CONSULTAZIONE FACOLTATIVA

MODULO A:

Ian Watt, The Rise of the Novel (1957), Penguin, London, 2015: 9-34 (Realism and the Novel Form), 35-59 (The Reading Public and the Rise of the Novel), 135-173 (Love and the Novel: ‘Pamela’), 174-207 (Private Experience and the Novel)

MODULO B:

Carlo Pagetti, Il senso del futuro. La Fantascienza nella letteratura americana, Mimesis, Milano, 2012

Metodi didattici

Lezioni frontali, analisi di brani filmici, uso di diapositive PowerPoint. Gli studenti saranno invitati a partecipare attivamente.

Modalità verifica profitto e valutazione

Per sostenere l’esame gli studenti necessariamente aver superato quello di Lingua inglese I.
Il programma ha validità di due anni.
L’esame si svolge SOLTANTO IN FORMA SCRITTA per tutti gli appelli tenuti nel primo anno dalla conclusione delle lezioni. Gli studenti che sostengono l'esame in data successiva saranno esaminati in forma orale.

Nella verifica del profitto (orale o scritto) si accerteranno:
1. il possesso delle conoscenze storico-letterarie richieste;
2. le capacità devono di lettura e traduzione dall'inglese in italiano dei testi assegnati;
3. la capacità di elaborare in italiano corretto, e con opportuni riferimenti ai testi discussi, una argomentazione critica sulle tematiche trattate durante il corso.

L'esame scritto dura 120 minuti e comprende due parti. La prima parte è costituita da un test a scelta multipla sulle fonti primarie e secondarie (6 punti). Il superamento di questo test dà accesso alla seconda parte, che consiste in una breve traduzione da uno dei testi (4 punti) e due domande aperte in cui agli studenti verrà chiesto di scrivere un breve saggio per ogni modulo (1 o 2 pagine, 10 punti a domanda). Il voto della prova scritta è visibile nella pagina personale dello studente, che è avvisato via mail dell'avvenuta pubblicazione.
L’esame orale comprende almeno due domande per ogni modulo, inclusa una traduzione. Il voto finale è dato dalla media delle valutazioni dei due moduli, che si svolgono nello stesso appello.

Altre informazioni

Gli studenti non frequentanti devono studiare attentamente le introduzioni di Margaret Anne Doody a “The Female Quixote” e di Thomas Keymer a “Pamela”, il saggio di Sandra M. Gilbert e Susan Gubar Mary “Shelley’s Monstrous Eve” e i capitoli del volume “Cyborg e dintorni” indicati nel programma, come guida all’analisi delle opere.
È possibile leggere altre edizioni dei romanzi e dei racconti, purché corrispondenti a ciò che è specificato nel programma.

Al termine del corso il materiale didattico distribuito a lezione sarà reso disponibile in bacheca. Si ricorda che serve solo a titolo orientativo e del tutto generale. Non è assolutamente sufficiente alla preparazione dell'esame.

Gli studenti Erasmus possono rivolgersi alla Prof. Guidotti durante gli orari di ricevimento o via email per ulteriori informazioni, ove necessario.