LETTERATURA TEDESCA II B

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
13072-MOD2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
LETTERATURA TEDESCA II B
Insegnamento (nome in inglese): 
German Literature B
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
LETTERATURA TEDESCA (L-LIN/13)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Annualità Singola
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
Letterature straniere
Materiali didattici: 
Prerequisiti

- L'insegnamento è dedicato agli studenti del secondo anno del Corso di Laurea triennale in “Lingue e Letterature Straniere Moderne”.

- Prima di sostenere l'esame di "Letteratura tedesca II" è necessario avere superato interamente (scritto e orale) l'esame del primo anno di lingua tedesca, ovvero "Lingua tedesca I" (cod. 3006) o "lingua e cultura tedesca" (cod. 13149) a seconda del proprio curriculum di studi.

- L'insegnamento può essere inseriti nel piano di studio come scelta libera con il codice 13072-MOD2.

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire un quadro d'orientamento nel dibattito tedesco relativo alle possibili forme di rappresentazione letteraria della Shoah nella letteratura tedesca del secondo dopoguerra. Obiettivo del corso è pure quello di mettere gli studenti in grado di indagare le strategie comunicative e retoriche dei testimoni diretti e indiretti della persecuzione ebraica e del secondo conflitto mondiale nell'atto della resa estetica di tali eventi.

Contenuti dell'insegnamento

"La Shoah nella letteratura tedesca della divisione e della riunificazione".

Il corso intende fornire un'analisi della letteratura tedesca sulla Shoah apparsa nel secondo dopoguerra alla luce dei dibattiti concernenti la "questione della colpa" (K. Jaspers) della Germania per i crimini perpetrati dal nazismo contro la popolazione ebraica durante gli anni del III Reich, la "barbarie" della poesia dopo Auschwitz (Th. W. Adorno) e la "banalità del male" (Hannah Arendt). Oggetto principale d''analisi saranno le opere di Paul Celan e Jean Améry, che saranno opportunamente inserite nel più ampio contesto storico-letterario in cui sono sorte e interpretate anche alla luce del recente dibattito etico ed estetico, relativo al popolo tedesco inteso come "vittima" della Seconda guerra mondiale, innestatosi in Germania in seguito alla pubblicazione di "Storia naturale della distruzione" di W.G. Sebald.

Testi di riferimento

- J. Améry, Intellettuale a Auschwitz, Torino: Bollati Boringhieri, 2008. (pagine: 162).
- W.G. Sebald, Storia naturale della distruzione, Milano: Adelphi, 2004 (pagine: 149).
- R. Calzoni, La letteratura tedesca del secondo dopoguerra. L’età delle macerie e della ricostruzione (1945-1961), Carocci, Roma 2018 (II ed., pagine: 320).
- R. Calzoni, La letteratura tedesca contemporanea. L'età della divisione e della riunificazione, Roma, Carocci, 2018 ad esclusione dei paragrafi I.4, I.5, I.6. (pagine: 165).

- PER I SOLI STUDENTI FREQUENTANTI: Un "Reader" messo a disposizione dal docente con le tracce delle lezioni e le citazioni delle liriche che verranno analizzate durante il corso. Il "Reader" sarà disponibile nella bacheca del corso a partire dall'inizio delle lezioni (pagine: 30).

Metodi didattici

La didattica si svolgerà tramite lezioni frontali, ma con un'attenzione particolare al confronto e al dialogo diretto con gli studenti, che potranno, durante le lezioni, formulare proposte di approfondimento o dibattito. Il corso si svolge in italiano, ma parte dei testi verrà letta e commentata in lingua originale; ciò varrà in particolare per le liriche, perché trattandosi di testi di breve respiro, il livello di preparazione linguistica dello studente consente questa modalità.

Modalità verifica profitto e valutazione

L'esame finale consisterà in una prova scritta in lingua italiana volta ad accertare il raggiungimento degli obiettivi formativi. La prova sarà strutturata in circa 20 domande per modulo e verificherà:

- la conoscenza dei principi della correnti letterarie del secondo dopoguerra analizzate, ovvero i contesti storico-letterari dell'epoca affrontata durante il corso.

- la capacità di contestualizzare storicamente e culturalmente le opere di letteratura primaria prese in considerazione durante il corso.

- la capacità di analizzare un testo da un punto di vista stilistico-formale, contenutistico e storico-critico.

Altre informazioni

Gli studenti Erasmus sono pregati di contattare il docente.