Istituzioni di pedagogia

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
139009

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
Istituzioni di pedagogia
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa di Base
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE (M-PED/01)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
8
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
120
Ore di studio individuale: 
80
Ambito: 
Pedagogia generale e sociale
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

- Conoscere, da un punto di vista epistemologico, gli aspetti fondamentali che caratterizzano l’identità dell’azione umana e le sue implicazioni pedagogiche all’interno del paradigma della persona umana e all’azione educativa che ne consegue.
- Conoscere i processi e i significati propri dell’educazione, della formazione e dell’istruzione, ri-conoscendoli e distinguendoli all’interno della realtà scolastica all’interno della quale si realizza il tirocinio curricolare.
- Nei laboratori connessi alle lezioni, elaborare personalmente e cooperativamente una riflessione pedagogica che derivi dall’osservazione e dall’analisi morfologica dell’esperienza educativa vissuta nelle attività di tirocinio curricolare, distinguendo ed argomentando, in base ai criteri epistemologici presentati nelle lezioni d’aula, quanto manifestato dal docente e dall’allievo (es. azioni umane, sentimenti, automatismi, abitudini, ecc.)
- Confrontarsi con lo studio dell’opera Emilio o dell’educazione di J.J. Rousseau per acquisire conoscenze epistemologiche e pedagogiche indispensabili per l’insegnante di scuola dell’infanzia e primaria, esercitando anche abilità di utilizzo personale del testo studiato ed identificando esemplificazioni ed argomentazioni per riconoscere alcuni concetti fondamentali (es. educazione negativa, educazione progressiva, uomo naturale/civile, lavoro artigiano, ecc. )
- Nei laboratori connessi alle lezioni, con la guida della docente e dei tutor, confrontarsi con case study che permettano di leggere situazioni educative simulate e/o direttamente durante il tirocinio curricolare.

Contenuti dell'insegnamento

Definizione del concetto di pedagogia in relazione ai termini di educazione, istruzione e formazione – Morfologia dell'esperienza umana e specificità dell'azione umana – Elementi di distinzione e di relazione che, in una dimensione culturale ed epistemologica, connettono la pedagogia e le scienze dell'educazione (psicologia, sociologia e antropologia) – Analisi della connessione esistente tra epistemologia pedagogica di riferimento e azione educativa – Presentazione della connessione tra il pensiero di J.J. Rousseau e i principi pedagogici l'azione educativa – Definizione dell'azione educativa e delle sue specificità all'interno di un processo di insegnamento/apprendimento in ambito formale – Definizione ed analisi della relazione educativa nella complessità dei suoi aspetti (cognitivi, affettivi, fisici, sociali, culturali, .) e delle loro reciproche interrelazioni – Declinazione delle competenze personali e professionali dell'insegnante e specificamente di quello che opera nella scuola dell'infanzia e primaria – Utilizzo delle consapevolezze pedagogiche acquisite per l'osservazione e l'analisi dell'azione educativa propria del docente di scuola dell'infanzia e primaria, delle sue caratteristiche didattiche, del contesto, dei soggetti coinvolti.

Testi di riferimento

G. Bertagna, Dall’educazione alla pedagogia. Avvio al lessico pedagogico e alla teoria dell’educazione, Ed. La Scuola, Brescia 2010 (escluso capitolo V)
J.J.Rousseau, Emilio o dell’educazione, Ed. Studium, Roma 2016

Metodi didattici

Il corso è caratterizzato da una stretta connessione tra lezioni d’aula e laboratorio allo scopo di far direttamente sperimentare allo studente la metodologia dell’alternanza formativa. Attraverso le attività laboratoriali connesse con le lezioni, gli studenti frequentanti avranno la possibilità di utilizzare alcuni dei paradigmi pedagogici appresi nel corso delle lezioni d’aula come criteri di osservazione e di analisi di concrete attività di insegnamento/apprendimento osservate ed analizzate durante il tirocinio curricolare nelle scuole convenzionate; tutte i prodotti realizzati durante il percorso vengono raccolti nel Portfolio di ciascun studente.
Per gli studenti non frequentanti è prevista la pubblicazione di tutti i materiali utilizzati durante le lezioni sulla piattaforma Moodle.

Modalità verifica profitto e valutazione

Per gli studenti frequentanti si realizzerà una valutazione in itinere così articolata: feed-back riflessivi orali alla conclusione di ogni lezione, elaborazione domestica di tre saggi brevi, valutazione dei prodotti elaborati nel corso dei laboratori connessi alle lezioni; la valutazione in itinere contribuirà nella misura del 50% alla verifica finale che consiste nell’ analisi e nella discussione orale del Portfolio realizzato da ciascun studente frequentante.
Per gli studenti lavoratori non frequentanti è previsto un esame orale volto a verificare il livello di conoscenza dei testi in bibliografia e l’abilità acquisita nel leggere diverse situazioni educative attraverso i concetti teorici acquisiti. É consigliato, prima di avviare la preparazione dell’esame, un colloquio con la docente.

Altre informazioni

Le attività di laboratorio annesse al corso si realizzeranno nell’ordinario svolgimento delle lezioni.
Per gli studenti Erasmus è prevista la possibilità di concordare il programma d’esame direttamente con la docente, previo colloquio.