Elementi di musica

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
139013-M2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
Elementi di musica
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
MUSICOLOGIA E STORIA DELLA MUSICA (L-ART/07)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
4
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
60
Ore di studio individuale: 
40
Ambito: 
Musicologia e storia della musica
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Non sono richiesti prerequisiti specifici.

Obiettivi formativi

Gli obiettivi formativi del modulo ELEMENTI DI MUSICA sono i seguenti. Fornire la conoscenza dei fondamenti cognitivi e pedagogici dell’educazione alla musica. Fornire la conoscenza dei fondamenti della grammatica della musica e delle loro rappresentazioni grafiche, delle forme e degli stili musicali in prospettiva storica. Introdurre alla pratica dell’ascolto musicale. Introdurre alle tecniche del canto e all’impiego degli strumenti musicali in uso nella didattica di base della musica.

Nell’integrazione col modulo DISEGNO, in coordinamento con i tutor organizzatori e coordinatori di tirocinio e con l’ausilio dei tutor di laboratorio, il corso vuole fornire agli studenti le capacità di ‘saper leggere’ e correttamente interpretare le “Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione” al fine di scoprire eventuali punti di contatto fra la musica e il disegno, sia nell’ambito della scuola primaria che dell’infanzia.

Contenuti dell'insegnamento

I contenuti del modulo sono:
– acquisizioni cognitive dell'apprendimento della musica. Musica, linguaggio, percezione, emozione
– elementi di grammatica della musica (melodia, armonia, tonalità, ritmo) e di scrittura formale e informale
– principali strutture del linguaggio musicale e loro valenza espressiva
– peculiarità stilistiche di epoche e generi musicali
– elementi di educazione all'ascolto musicale e di progettazione didattica di percorsi di ascolto musicale
– tecniche di base del canto e degli strumenti musicali didattici.

Inoltre, il percorso comune di ARTE E MUSICA, coadiuvato dal lavoro dei tutor, coerentemente con gli ambiti del Disegno e della Musica, intende:
– preparare all’osservazione nelle scuole ospitanti attraverso questionari
– rendere lo studente capace nella valutazione delle azioni didattiche osservate nelle scuole affiliate con l’università
– stimolare l’allievo ad analizzare criticamente le attività didattiche per individuarne, sia i punti di forza che di debolezza, per proporre soluzioni migliorative.

Testi di riferimento

– John A. Sloboda, La mente musicale, Bologna, Il Mulino, 2002; cap. I: La musica come abilità cognitiva; cap. II: Musica, linguaggio, significato; cap. V: Ascoltare la musica; cap. VI: Apprendimento e sviluppo della musica (220 pp.).
– Enciclopedia della musica, II: Il sapere musicale, diretta da Jean-Jacques Nattiez, Torino, Einaudi 2002: Claude Dauphin, Didattica della musica nel Novecento, pp. 785-803; Rosalba Deriu, Tendenze recenti nella didattica dell’educazione musicale, pp. 804-821.
– Cosimo Caforio e Benedetto Passananti, L'alfabeto dell'ascolto. Una grammatica musicale, Roma, Carocci, 2009, parte prima: Acustica, notazione, elementi di armonia, pp. 13-86.

Metodi didattici

Lezioni frontali e attività annesse di laboratorio per lo sviluppo di abilità personali e di competenze didattiche nella pratica dell’ascolto musicale, nelle tecniche del canto e degli strumenti utilizzati nell’educazione musicale di base.

Modalità verifica profitto e valutazione

L’esame è orale. Per gli studenti frequentanti consiste nella presentazione delle osservazioni effettuate nel tirocinio e nella loro discussione sulla base delle competenze acquisite nelle esercitazioni di laboratorio e nello studio dei testi di riferimento. Per gli studenti non frequentanti consiste in un colloquio sui contenuti del corso per la verifica della comprensione dei testi di riferimento, della padronanza del lessico musicale e della capacità di utilizzarlo nella descrizione delle esperienze di ascolto della musica.

Altre informazioni

Alle lezioni è correlato il laboratorio di “Metodi dell’educazione musicale di base”. Ulteriori indicazioni bibliografiche a supporto di questa attività potranno essere fornite durante gli incontri.