FISICA TECNICA

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
23037

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
FISICA TECNICA
Insegnamento (nome in inglese): 
THERMAL PHYSICS
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
FISICA TECNICA INDUSTRIALE (ING-IND/10)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
9
Responsabile della didattica: 
Altri docenti: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
72
Ambito: 
Ingegneria meccanica
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Conoscenza degli argomenti di analisi matematica I e II, Fisica generale I e II, chimica.

Obiettivi formativi

Al termine del corso lo studente ha le conoscenze di base della termodinamica tecnica e dei fenomeni di trasporto. In particolare sa: risolvere problemi ingegneristici di base nel campo della termodinamica applicata e dello scambio termico.

Contenuti dell'insegnamento

Il sistema termodinamico. 1° principio della termodinamica. I postulati entropici. Grandezze estensive ed intensive. Equazioni di stato, calori specifici. Potenziali termodinamici. Stabilità dell'equilibrio. Equilibrio dei sistemi eterogenei. Proprietà del gas ideale. Diagrammi di stato. Macchine termodinamiche. Sistemi aperti.Cicli a gas ed a vapore. Termodinamica dell?aria umida. Conduzione del calore: in regime stazionario (per diverse geometrie), in regime variabile (capacita' concentrate e diagrammi di Heisler). Moto dei fluidi in condotti. Trasmissione del calore per convezione forzata e naturale. Alettature. Trasmissione del calore per irraggiamento. Leggi del corpo nero e di Kirchhoff. I fattori di forma. Scambio di calore tra corpi neri e tra corpi grigi. Scambiatori di calore.

Testi di riferimento

Pedrocchi-Silvestri: Introduzione alla Termodinamica Tecnica-Ed.CittaStudi-MI
Pedrocchi-Silvestri: Introduzione ai Fenomeni di Trasporto- Ed.CittaStudi-MI

Dispensa fornita dal docente: Appunti di Fisica Tecnica: Parte I Fondamenti di termodinamica, Parte II Termodinamica applicata, Parte III: Fenomeni di trasporto, G.E. Cossali

Metodi didattici

La didattica si svolgerà tramite lezioni frontali, ma con un'attenzione particolare al confronto e al dialogo diretto con gli studenti, che potranno, durante le lezioni, formulare proposte di approfondimento o dibattito.
All'interno del corso saranno organizzate per gli studenti frequentanti esercitazioni pratiche, aventi ad oggetto la soluzione di problemi ingegneristici nell’ambito della termodinamica applicata e dello scambio termico, finalizzate a far conseguire agli studenti una capacità critica su tali argomenti. Il docente individuerà gli argomenti in relazione alle tematiche esposte durante il ciclo di lezioni.

Modalità verifica profitto e valutazione

L'esame prevede una prova scritta (della durata di due ore e mezza) ed una, successiva, orale. Entrambe le prove sono obbligatorie.
Lo scritto comprende 4 problemi da risolvere numericamente. Nella valutazione viene rivolta particolare attenzione alla descrizione del procedimento adottato. Ogni problema serve per l’assegnazione di un massimo 25 punti, per un totale di 100. Il voto finale viene trasformato in trentesimi, e viene ammesso all'orale solo chi consegue allo scritto un punteggio non inferiore a 16/30.
I risultati dello scritto vengono resi pubblici sia nella bacheca di Dipartimento che su internet secondo le modalità indicate prima dell'esame.
L'orale si svolge, di norma, entro tre giorni dallo scritto. Lo scopo di questa parte è valutare le conoscenze teoriche sulla materia, ed assegna di norma da –4 a +4 punti, che vengono sommati al risultato dello scritto per ottenere il punteggio finale.