ECONOMIA ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

Attività formativa monodisciplinare
Sede: 
DALMINE
Codice dell'attività formativa: 
20099

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
ECONOMIA ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE
Insegnamento (nome in inglese): 
BUSINESS ECONOMICS AND ORGANIZATION
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALE (ING-IND/35)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
60
Ore di studio individuale: 
90
Ambito: 
Edilizia e ambiente
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

L’insegnamento di "Economia ed Organizzazione Aziendale" si propone di fornire una lettura di base e a largo spettro dell’impresa e di introdurre gli studenti all’uso di strumenti concettuali e di tecniche operative utili a comprenderne e ad affrontarne la dimensione economica. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di costruire e leggere un bilancio di esercizio, determinare il costo (pieno) di un prodotto, individuare il punto di pareggio, valutare un progetto di investimento.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso si articola in tre unità tematiche, precedute da un modulo di alfabetizzazione all’impresa e al suo contesto.

0. L’IMPRESA E IL SUO CONTESTO (IMP)
1. Introduzione all’impresa e al suo contesto: Natura. Caratteristiche. Tipologie giuridiche. Obiettivi. Strategie competitive. 2. Le imprese edili in Italia e in Europa: Caratteristiche distintive. Statistiche descrittive.

I. IL BILANCIO DI ESERCIZIO (BIL)
1. Finalità, caratteristiche e composizione del bilancio: Obiettivi della contabilità generale. Principi e criteri per la stesura del bilancio. I prospetti del bilancio. 2. Costruzione del bilancio: Tecnica della partita doppia per le registrazioni contabili. 3. Riclassificazione del bilancio. 4. Analisi di bilancio: Lettura del bilancio e valutazione della performance dell’impresa per mezzo di indici (di solidità, liquidità, efficienza, redditività). 5. Analisi dei flussi di cassa.

II. IL SISTEMA DEI COSTI E LA CONTABILITA’ ANALITICA (CST)
1. Le finalità e le caratteristiche dei sistemi di controllo: Limiti della contabilità generale. Finalità, caratteristiche e componenti di un sistema di controllo di gestione. 2. Il sistema dei costi e le tecniche di determinazione dei costi: Costi fissi, variabili, diretti, indiretti, di produzione, di periodo. Direct costing e full costing. Calcolo dei costi pieni di produzione mediante le tecniche tradizionali. 3. I modelli di supporto alle decisioni di breve periodo: Analisi costo-volume-profitto e punto di pareggio.

III. LE DECISIONI AZIENDALI DI LUNGO PERIODO (DLP)
1. Elementi di matematica finanziaria: Valore temporale del capitale e costo opportunità del capitale. Valore attuale e valore futuro. Rendite annue e rendite perpetue. 2. La valutazione degli investimenti: Nozione di investimento. Metrica dei flussi di cassa netti. Criteri di valutazione dei progetti indipendenti. Decisione acquisto-affitto. Scelta tra progetti alternativi.

Testi di riferimento

Testi di riferimento del corso

- Giudici G., Gestire le risorse dell’impresa, Maggioli Editore, 2008. (IMP, BIL, CST, DLP)
- Bertoni F., Vismara S., Economia aziendale. Teoria e applicazioni, Maggioli Editore, 2008. (Eserciziario)
- Testi, articoli, studi di caso, materiale on-line ed altro materiale consigliati durante il corso.

Altri riferimenti bibliografici

- Anthony R., Breitner L., Il bilancio. Misurazione e analisi della performance, Pearson, 2010. (BIL)
- Azzone G., Bertelé U., L'impresa. Sistemi di governo, valutazione e controllo, RIZZOLI ETAS, 2011. (IMP)
- Berk J., DeMarzo P., Venanzi D., Capital budgeting, Pearson, 2009. (DLP)
- Brealey R., Myers S., Allen F., Sandri S., Principi di finanza aziendale, McGraw-Hill, 2015. (DLP)
- Lipparini A. (a cura di), Economia e gestione delle imprese, Il Mulino, 2007. (IMP)

Metodi didattici

Lezioni ed esercitazioni frontali. Gli esempi e le applicazioni vertono in particolar modo sul settore edile.

Modalità verifica profitto e valutazione

L’esame consta di una prova scritta di tre ore costituita da tre esercizi numerici e da domande a risposta aperta inerenti le unità tematiche del corso. I risultati sono pubblicati sulla pagina del corso. Chi ottiene un punteggio sufficiente (almeno 18/30) può registrare il voto conseguito.

Altre informazioni

Nessuna