DIRITTO SANITARIO

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
95011

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
DIRITTO SANITARIO
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Affine/Integrativa
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
DIRITTO AMMINISTRATIVO (IUS/10)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
48
Ore di studio individuale: 
90
Ambito: 
Attività formative affini o integrative
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Per poter sostenere l'esame non sono previsti prerequisiti specifici.
Lo studente deve avere conoscenze di diritto pubblico e privato, che verranno fornite durante le lezioni, i seminari e le esercitazioni.

Obiettivi formativi

Il corso è dedicato all'analisi del sistema sanitario italiano ed è volto a fornire agli studenti le conoscenze fondamentali per comprenderne le caratteristiche e le problematiche. L'insegnamento ha altresì lo scopo di dare agli studenti le competenze necessarie per poter lavorare nella sanità o nei servizi socio-sanitari, rapportandosi con le pubbliche amministrazioni e gli altri attori che operano in tali settori.

Contenuti dell'insegnamento

1. La salute e il diritto alla salute: profili storici e costituzionali.
2. Il diritto alla salute come diritto fondamentale e come diritto sociale.
3. Gli accertamenti e i trattamenti sanitari volontari e obbligatori.
4. Il consenso informato.
5. I livelli essenziali delle prestazioni.
6. L’organizzazione amministrativa della sanità:
- Il riparto delle funzioni legislative e amministrative in ambito sanitario.
- La programmazione sanitaria.
- I soggetti istituzionali del servizio sanitario a livello nazionale (il Ministero della salute, il Consiglio superiore di sanità, l’Istituto superiore di Sanità, l’Agenzia Italiana del Farmaco, l’Agenzia per i servizi sanitari regionali, ecc.) e regionale (le aziende sanitarie locali, le aziende ospedaliere, ecc..).
- Gli operatori privati della sanità: il c.d. sistema delle “3 A”.
7. L'integrazione socio-sanitaria.
8. Il personale del servizio sanitario nazionale, con particolare riferimento alla dirigenza sanitaria.
9. La responsabilità medica.
10. La telemedicina.

Nell’ambito del corso particolare attenzione verrà dedicata alla riflessione giuridica sulle questioni bioetiche legate al diritto alla salute.

Testi di riferimento

I libri di testo sono due:
- A. PIOGGIA, Diritto sanitario e dei servizi sociali, Torino: Giappichelli, 2017 (esclusi: il par. 2.5 del cap. I-2; i par. 4.3 e 4.4. del cap. I-4; il par. 1.4 del cap. II-1; i par. 2.5 e 2.6 del cap. II-2; il cap. IV);
- F. TOTH, La sanità in Italia, Bologna: il Mulino, 2014.

I libri di testo devono essere integrati dagli appunti presi a lezione e dal materiale eventualmente indicato e pubblicato sulla piattaforma moodle.

Metodi didattici

Lezioni frontali.
Il corso prevede l'attivazione di seminari ed esercitazioni su argomenti specifici.
Temi e calendario saranno pubblicati nella bacheca del corso.

Modalità verifica profitto e valutazione

Esame orale. L'esame consiste in una verifica delle conoscenze acquisite e della capacità di discutere in modo chiaro e pertinente le problematiche della materia.

Altre informazioni

Gli studenti debbono basarsi sul programma dell'anno accademico in cui intendono sostenere l'esame. Non è consentito portare programmi riferiti ad anni accademici precedenti.
Si consiglia vivamente la frequenza alle lezioni.
Si raccomanda altresì di prendere visione della bacheca per informazioni aggiuntive sul corso e della piattaforma moodle. La consultazione di tale piattaforma è fondamentale in quanto consente di essere informati su eventuali mutamenti nella disciplina (il diritto, infatti, è soggetto a continue modifiche). Qualora l'evoluzione normativa e giurisprudenziale lo renda necessario, durante il corso saranno indicate agli studenti (e opportunamente segnalate sulla piattaforma) eventuali letture integrative atte ad aggiornare i contenuti del Manuale. Tali letture faranno parte del programma da portare all’esame (sia per chi frequenta che per chi non frequenta le lezioni).
Gli studenti sono tenuti a presentarsi all’esame con copia della Costituzione e del d.lgs. 502/1992.

Prerequisites

There are no special pre-requisites to be fulfilled before sitting the examination.
Students must have a basic knowledge of public and private law: explanations regarding these subjects will be given during lessons, seminars and applied activities.

Educational goals

The course focuses on the analysis of the Italian health system and is aimed at providing students with the basic knowledge to understand the characteristics and issues of this sector. Moreover, the course aims at giving students the competences to enable them to work in the health care field or in the social-health services, dealing with the public administration and the other actors operating in that area of activity.

Course content

1. Health and the right to health: historical and constitutional profiles.
2. The right to health as a fundamental right and as a social right.
3. Voluntary and compulsory health assessments and treatment.
4. Informed consent.
5. Essential healthcare services.
6. The administrative organization of health:
- Distribution of legislative and administrative functions in the health sector.
- Health planning.
- Institutional subjects of the health service at a national level (the Ministry of Health, the National Health Council, the National Institute of Health, AIFA – the national authority for drugs regulation, the Agency for regional health services, etc.) and at regional ones (local health units (ASL), hospital units, etc.)
- Private health operators : the so-called “3A” or "4A" system.
7. Integration of health and social care.
8. National health service staff, with particular reference to health system managers.
9. Medical liability
10. E-health.

Within the framework of the course special attention will be paid to juridical reflections on bioethical issues connected to the right to health.

Textbooks and reading lists

The textbooks are two:
- A. PIOGGIA, Diritto sanitario e dei servizi sociali, Torino: Giappichelli, 2017 (except: par. 2.5 of chapter I-2; i par. 4.3 e 4.4. of chapter I-4; par. 1.4 of chapter II-1; par. 2.5 e 2.6 of chapter II-2; chapter IV);
- F. TOTH, La sanità in Italia, Bologna: il Mulino, 2014.

The study of the textbooks must be integrated with notes taken in class. Integrated teaching material is published on the moodle platform.

Teaching methods

Classroom lessons.
The course will provide seminars and applied activities on specific topics.
Themes and dates will be published on the course notice board.

Assessment and Evaluation

Oral exam. The exam evaluates the knowledge and the ability to discuss in a clear and pertinent way the issues of the subject.

Further information

tudents must base their studies on the syllabus of the academic year in which they intend to sit the examination. Students may not base their studies on syllabi referring to past academic years.
Attendance of lessons is highly recommended.
Students are also advised to check the course notice board for additional information on the course and the moodle platform for information on integrated teaching material. It is essential to consult the moodle platform in that this allows students to be informed on any changes in the discipline (indeed the law is continually evolving). Should legal and jurisprudential development make it necessary, during the academic year students will find recommendations on the moodle platform of further reading material to update the contents of the Manual. Such reading material will be part of the syllabus for examination purposes (both by students who attend lessons and those who do not).
Students must come to the examination with a copy of the Italian Constitution and of law decree 502/1992.