DIRITTO DELL'ECONOMIA

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
19059

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
DIRITTO DELL'ECONOMIA
Insegnamento (nome in inglese): 
Economics law
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIRITTO DELL'ECONOMIA (IUS/05)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
9
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
54
Ambito: 
Discipline giuridiche d'impresa e settoriali
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

Obiettivo del corso è fornire agli studenti le conoscenze giuridiche e gli strumenti interpretativi per sviluppare la capacità di comprendere l'interazione tra interventi regolatori e nuovi fenomeni economici e quella di inquadrare giuridicamente le problematiche emergenti sui mercati contemporanei.
Al termine del corso lo studente conosce le dinamiche e gli strumenti della regolazione dell'economia (a livello nazionale e dell'unione europea) e come l'intervento pubblico si sia evoluto negli ultimi decenni

Contenuti dell'insegnamento

Il corso muove da una ricostruzione dell'evoluzione dei mercati e parallelamente dei modelli di intervento pubblico nell'economia, per approfondire poi gli attuali rapporti tra Stato e mercato (anche alla luce del diritto europeo).
In particolare, verranno esaminati i seguenti profili:
- La “costituzione economica”
- Forme e scopi dell'azione pubblica nell'economia
- La regolazione economica
- Trasformazioni dei mercati e nuovi modelli regolatori
- Concorrenza e mercato
-Le regolazioni pubbliche delle attività economiche dell’era telematica

Testi di riferimento

S. Amorosino, Le dinamiche del diritto dell’economia, Pacini 2018
M. Pellegrini (a cura di), Corso di Diritto pubblico dell’economia, CEDAM 2016 Concorrenza e mercato pp- 437-464
F. Trimarchi Banfi, Lezioni di diritto pubblico dell'economia, Giappichelli, 2016, Forme e scopi dell'azione pubblica nell'economia, pp. 1-38
Per gli studenti non frequentanti è richiesto lo studio anche dei seguenti capitoli (del manuale M. Pellegrini (a cura di), Corso di Diritto pubblico dell’economia, CEDAM 2016): Le privatizzazioni pp- 413-436 e Il ruolo dello Stato nei settori strategici dell'economia pp. 453-464

Metodi didattici

La didattica si svolgerà tramite lezioni frontali, durante le quali è prevista e incoraggiata l'interazione fra docente e studenti, così come è incoraggiato un apprendimento basato su un approccio interdisciplinare (tipico del diritto dell'economia, che per la sua complessità, comporta l'utilizzo di strumenti appartenenti a vari campi tradizionali del diritto come il diritto amministrativo, il diritto commerciale, il diritto comunitario e altri a seconda delle tematiche affrontate).

Modalità verifica profitto e valutazione

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso una prova orale finale. Al candidato verranno poste mediamente tre domande. Il punteggio finale - espresso in trentesimi - sarà determinato dalla qualità delle risposte, valutate secondo i seguenti criteri:
- pertinenza rispetto alla domanda;
- esaustività rispetto alla domanda;
- proprietà di linguaggio;
- chiarezza espositiva.
Per superare l'esame ed ottenere la sufficienza è necessario che la media sia almeno di 18.

Altre informazioni

E' prevista l'organizzazione di laboratori in modalità clinico legale che si svolgeranno in collaborazione con istituti scolastici di Bergamo (secondarie superiori). Poichè la partecipazione a tali laboratori non è obbligatoria e poichè per la riuscita dell'iniziative è indispensabile poter contare su un numero adeguato di studenti, l'effettiva tenuta di questo tipo di laboratorio dipenderà dal numero di studenti frequentanti. In ogni caso sono previsti cicli seminariali di approfondimento di specifiche tematiche.

Prerequisites

Nobody

Educational goals

The aim of the course is to provide students with legal knowledge and interpretative tools to develop the ability to understand the interaction between regulatory interventions and new economic phenomena and that of juridically framing emerging issues in contemporary markets.
At the end of the course the student knows the dynamics and tools of economic regulation (at national and European level) and how public intervention has evolved in the last decades

Course content

The course moves from a reconstruction of the evolution of the markets and of the models of public intervention in the economy, to deepen then the current relations between State and market (also in the European law).
In particular, the following profiles will be examined:
- The "economic constitution"
- Forms and aims of public action in the economy
- Economic regulation
- Market transformations and new regulatory models
- Competition and market
-The public regulations of the economic activities in the telematic age

Textbooks and reading lists

S. Amorosino, Le dinamiche del diritto dell’economia, Pacini 2018
M. Pellegrini (a cura di), Corso di Diritto pubblico dell’economia, CEDAM 2016 Concorrenza e mercato pp- 437-464
F. Trimarchi Banfi, Lezioni di diritto pubblico dell'economia, Giappichelli, 2016, Forme e scopi dell'azione pubblica nell'economia, pp. 1-38
Students who are "not attending" must also study: M. Pellegrini (a cura di), Corso di Diritto pubblico dell’economia, CEDAM 2016 Le privatizzazioni pp- 413-436 e Il ruolo dello Stato nei settori strategici dell'economia pp. 453-464

Teaching methods

Teaching will take place through lectures, during which the interaction between teacher and students is expected and encouraged, as well as a learning based on an interdisciplinary approach (typical of economic law, which due to its complexity, involves use of tools belonging to various traditional fields of law such as administrative law, commercial law, european law and others according to the issues addressed).

Assessment and Evaluation

The exam is held in oral form and the evaluation is expressed in thirtieths.

Further information

It is foreseen the organization of laboratories in legal clinical modality that will take place in collaboration with schools in Bergamo (secondary secondary schools). As participation in such laboratories is not mandatory and because the success of the initiative is essential to be able to count on an adequate number of students, the effective holding of this type of laboratory will depend on the number of students attending. In any case, seminar cycles are foreseen to deepen specific topics.