ECONOMIA DEL MERCATO MOBILIARE AVANZATA | Università degli studi di Bergamo

ECONOMIA DEL MERCATO MOBILIARE AVANZATA

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
91007

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
ECONOMIA DEL MERCATO MOBILIARE AVANZATA
Insegnamento (nome in inglese): 
RISK MANAGEMENT AND DERIVATIVES
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
9
Responsabile della didattica: 
Altri docenti: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
72
Ore di studio individuale: 
153
Ambito: 
Aziendale
Testi e materiali didattici: 
Prerequisiti

Il corso richiede una conoscenza di base dei futures, forward, opzioni e swap (come dal corso di Economia del mercato mobiliare). Nello studio dei derivati si procede per step, dalle nozioni più semplici a quelle più complesse e non è possibile procedere nello studio senza avere compreso le prime nozioni fondamentali. Per questo è importante studiare con regolarità durante lo svolgimento delle lezioni ed assicurarsi che tutto quanto studiato in aula sia chiaro volta per volta.

Obiettivi formativi

Gli studenti alla fine del corso saranno in grado di comprendere le caratteristiche, le modalità di utilizzo ( da parte di imprese e banche) e le metodologie di valutazione dei principali contratti derivati

Contenuti dell'insegnamento

A. Forwards and Futures
-Definizione e caratteristiche dei contratti; utilizzo dei forwards per finalità di trading, hedging e arbitraggio; Il calcolo dei prezzi forwards; il valore di mercato dei contratti forwards; il sistema dei margini e il rischio di contropare nei futures; l’utilizzo dei futures per finalità di trading e l’effetto leva; l’utilizzo dei futures per finalità di hedging ( basis risk ed hedge ratio)

B. Interest rate Swaps , Forward rate agreement e Currency swaps
Definizione e caratteristiche contrattuali, L’utilizzo degli swap per finalità di asset liability management; l’utilizzo degli swap e l’argomento del vantaggio comparato; Il calcolo del tasso fisso di uno swap; il valore di mercato degli interest rate swap; modalità di utilizzo dei Forward rate agreement; il calcolo dei tassi forward; il market value dei forward rate agreement. Modalità di utilizzo dei currency swaps e il calcolo dei tassi di cambio forwards; la valutazione dei currency swaps.

C. Opzioni e prodotti strutturati
Le opzioni definizione; la put call parity; valore intrinseco e valore temporale; I principali fattori che influenzano il premio delle opzioni. I modelli di pricing delle opzioni ( binomial e Black and Scholes) . Le strategie di trading con le opzioni. I coefficient di sensibilità delle opzioni. la costruzione dei titoli strutturati e il loro utilizzo.

D. I credit derivatives ( cenni)

Testi di riferimento

• J. Hull, Opzioni, Futurese altri Derivati, Pearson, nona o decima edizione

• J. Hull, Opzioni, Futurese altri Derivati: Manuale delle Soluzioni, Pearson.

Note a cura dei docenti pubblicate sul sito elearning del corso

Metodi didattici

La didattica si svolgerà tramite lezioni frontali, con un'attenzione particolare al confronto e al dialogo diretto con gli studenti, che potranno, durante le lezioni, formulare proposte di approfondimento o dibattito.

Saranno esaminati casi pratici di utilizzo dei derivati.

Nell'ultima sessione è prevista una simulazione di trading.

Modalità verifica profitto e valutazione

L'esame è in forma scritta. Può essere sostenuto secondo due modalità:
1) Un'unica prova sui 9 crediti. Il punteggio massimo conseguibile è pari a 31.

2) Una prova parziale a novembre (sugli argomenti relativi a forwards, futures e swaps ) e una prova finale a gennaio ( sui rimanenti argomenti).
Il punteggio finale è dato dalla somma dei punteggi conseguiti nelle due prove. La prima prova attribuirà un punteggio massimo pari a 17 e se intende superata con un punteggio maggiore o uguale a 10. La seconda prova attribuirà un punteggio pari a 14 e si intende superata con un punteggio maggiori o uguale a 8.
In caso di superamento della prima prova a Novembre, la seconda prova deve essere sostenuta nel primo appello disponibile.
Tutti gli studenti ( frequentanti e no possono partecipare alla prova intermedia) .

In entrambi i casi, l'esame verterà sulla risoluzione di esercizi.
Gli studenti devono saper rielaborare personalmente quanto spiegato in aula. In ogni esame una parte sarà infatti dedicata alla soluzione di problemi nuovi (non discussi in aula e non presenti negli esercizi svolti in aula) che richiedono uno sforzo di rielaborazione dei concetti appresi a lezione.

Prerequisites

The course requires a basic knowledge of futures, forwards, options and swaps (as from the course of Securities Market). In the study of derivatives we proceed by steps from the simplest to the most complex notions and it is not possible to proceed in the study without having understood the first fundamental notions. For this reason it is important to study regularly during the lessons and make sure that everything studied in the classroom is clear from time to time.

Educational goals

At the end of the course students will be able to understand what derivative contracts are, how they are used by corporations and banks, and what are the main valuation methodologies.

Course content

A. Forwards and Futures
Definition and characteristics of the contracts; use of the forwards for trading, hedging and arbitrage purposes; calculation of the forwards prices; market value of the forwards contracts; the margin system and the counterpart risk in the futures; use of the futures for trading purposes and the leverage effect; use of the futures for hedging purposes (basis risk and hedge ratio)

B . Swaps and Forward rate agreement
Definition and contractual characteristics, The use of swaps for asset liability management purposes; the use of swaps and the argument of comparative advantage; the calculation of the fixed rate of a swap; the market value of interest rate swaps; Forward rate agreements uses; the calculation of forward rates; the market value of forward rate agreements. How to use currency swaps and the calculation of forwards exchange rates; the valuation of currency swaps.

C. Options and structured products
Options definition; the put call parity; intrinsic value and time value; The main factors that affect the premium of the options. The pricing models of the options (binomial and Black and Scholes). Trading strategies with options. Sensitivity coefficient of options. Structured products construction and uses.

D. Credit derivative ( introduction)

Textbooks and reading lists

• J. Hull, Opzioni, Futurese altri Derivati, Pearson, nona o decima edizione

• J. Hull, Opzioni, Futurese altri
Derivati: Manuale delle Soluzioni, Pearson.

Teaching notes and slides posted on the learning of the course.

Teaching methods

The teaching will take place through traditional lectures. An active and direct dialogue with the students is encouraged, and students can, during the lessons, formulate proposals for further study or debate.

Practical cases of use of derivatives will be examined and discussed.

In the last sessions a simulation of trading will take place.

Assessment and Evaluation

The exam is written.
It can be given in two forms:
1) A unique test of the 9 credits. The maximum score is 31.
2) A partial test in November (on the forwards, futures and swaps topics) and a final test in January (on the remaining topics). In this case, the final grade is the sum of the grades obtained in the two tests. The first test will give a maximum score of 17 and if it is passed with a score of 10 or more. The second test will give a score of 14 and will be passed with a score of 8 or more. In case of passing the first test in November, the second test must be passed in the first available session ( January).
All students (whether attending or not) can participate in the intermediate exam).

In both cases, the examination will focus on the resolution of exercises. Students must be able to personally rielaborate what is explained in the classroom. In each exam a part will be dedicated to the solution of new problems (not discussed in the classroom and not present in the exercises carried out in the classroom) that require an effort to rework the concepts learned in class.