FILOSOFIA CONTEMPORANEA

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
150001

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
FILOSOFIA CONTEMPORANEA
Insegnamento (nome in inglese): 
Contemporary Philosophy
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
STORIA DELLA FILOSOFIA (M-FIL/06)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
12
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
60
Ore di studio individuale: 
240
Ambito: 
Storia della filosofia
Materiali didattici: 
Prerequisiti

nessuno

Obiettivi formativi

L'obiettivo è che, al termine del corso, lo studente abbia un quadro generale della complessa storia del pensiero filosofico del Novecento e abbia conoscenza delle particolari reciproche dipendenze fra le differenti concezioni filosofiche e i nostri stili di vita, in modo tale da abilitare a una "consulenza filosofica" sui problemi etici e politici che si pongono nelle società contemporanee.

Contenuti dell'insegnamento

Si presenterà un quadro complessivo della filosofia del Novecento. Si contestualizzerà storicamente, in una prospettiva non meramente disciplinare, la genesi dei vari movimenti filosofici alla luce degli sviluppi della modernità. In particolare, si darà risalto alla dimensione storica, etica e politica del pensiero che porta a una nuova caratterizzazione della filosofia, non astratta dalla vita. Specifica attenzione sarà data al tema della tecnica, nella sua relazione con la scienza moderna, nella costituzione della civiltà umana.Per questo motivo, si studieranno: Edmund Husserl(1936), Die Krisis der europäischen Wissenschaften und die transzendentale Phänomenologie: Eine Einleitung in die phänomenologische Philosophie ("La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale"); e di M. Heidegger, i saggi: "L'epoca delle immagini del mondo", "La questione della tecnica", "Scienza e meditazione".

Testi di riferimento

E. Husserl, La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale, il saggiatore, Milano; M. Heidegger, "L'epoca delle immagini del mondo", in Sentieri interrotti, la nuova italia, Firenze; M. Heidegger, "la questione della tecnica" e "scienza e meditazione", in Saggi e discorsi, mursia, milano; E. Giannetto, Sguardi sul pensiero contemporaneo: filosofia e scienze per cambiare il mondo, libreriauniversitaria.it, padova; E. Giannetto, Un fisico delle origini: Heidegger, la scienza e la Natura, Donzelli, Roma.

Metodi didattici

Il metodo didattico sarà contestuale alle specifiche caratteristiche complessive e individuali degli studenti: il corso si svolgerà tramite lezioni frontali, che cercheranno di chiarire tutte le problematiche storiografiche e gli specifici problemi d’interpretazione storica. La problematizzazione si svilupperà attraverso un costante dialogo con gli autori trattati e confronto fra le diverse prospettive, che sarà riprodotto nella ricerca di un altrettanto costante dialogo con gli studenti, funzionale alla comprensione che il dialogo è la prima verità etica che è sottesa, non solo all’insegnamento e all’apprendimento, ma anche a qualsiasi ricerca scientifica e filosofica.
All'interno del corso sarà organizzata, in parallelo alle lezioni, una serie di esercitazioni pratiche per approfondimenti delle varie parti del programma. Ci sarà inoltre un ciclo di seminari, in parte con esperti esterni e in parte con gli studenti protagonisti con brevi relazioni scritte da discutere.

Modalità verifica profitto e valutazione

La prova d'esame di fine corso si svolgerà in forma orale. Il colloquio si svilupperà sull’intero programma al fine di verificare l'acquisizione sia della parte generale sia delle parti monografiche che costituiscono l’insegnamento. Per i soli studenti frequentanti sarà possibile il sostenimento di una prova orale intermedia vertente sulla prima parte di programma indicata come A. Tale parte non sarà oggetto di ulteriore verifica specifica in sede di esame finale salva la necessaria connessione con le tematiche oggetto della restante parte del programma. Al fine di iscriversi all'esame parziale saranno messe a disposizione degli studenti frequentanti apposite liste durante le ore di lezione. Si valuteranno tramite colloquio le competenze acquisite in maniera tale che anche l'esame sia un momento costruttivo di 'conoscenze' e non soltanto di giudizio, in una consapevolezza filosofica esemplare della costruzione della conoscenza scientifica e della sua verifica.

Altre informazioni

nessuna

Prerequisites

there is no prerequisite

Educational goals

The aim is the student can reach a conceptual understanding of the relationships between philosophy and science, and of the relationships between our way of life and the different philosophical conceptions. This understanding is fundamental to be able to do a "philosophical counseling" on the problems that ethics and politics imply within contemporary societies.

Course content

The relationships between our way of life and the different contemporary philosophical conceptions will be discussed within their historical contexts. Philosophical relevance of technics will be discussed, with particular attention to the problem of modern science for the constitution of civilisation. In particular, “The Crisis of European Sciences and Transcendental Phenomenology: An Introduction to Phenomenological Philosophy” by Edmund Husserl; "The age of the world picture", "The question concerning technology", "Science and reflection" by M. Heidegger.

Textbooks and reading lists

M. Heidegger, The question of technology and other essays, Garland, New York;
E. Husserl, The Crisis of the European sciences and trascendental phenomenology.

Teaching methods

Education methods will be verified by taking count of the specific composition of the students and of the contexts of the particular problems. Dialogue will be fundamental because it is the ethical basis of teaching and of learning as well as of every kind of scientific and philosophical research. There will be, beyond lectures, a continuous laboratory where students will be called to discuss short papers written by themselves.

Assessment and Evaluation

Exam will be in oral form on the whole program. The dialogue will be constructive of knowledge, that will be an example about what is the collective scientific construction of knowledge.

Further information

no other news