TEORIE DEI MEDIA E SOCIETÀ DELLE RETI

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
93180-MOD1

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2017/2018
Insegnamento (nome in italiano): 
TEORIE DEI MEDIA E SOCIETÀ DELLE RETI
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI (SPS/08)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
120
Ambito: 
Discipline tecniche dell'informazione e della comunicazione
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

Il corso fornisce strumenti teorici e metodologici avanzati per interpretare lo scenario mediale contemporaneo nelle sue forme convergenti e per analizzare le forme comunicative e relazionali connesse ai media digitali, ai social media e ai siti di social network. Gli studenti devono conseguire conoscenza e capacità di comprensione dello scenario mediale contemporaneo con attenzione particolare ai mutamenti delle tecnologie comunicative, alle relazione crossmediali, alla forme della partecipazione online. Gli studenti conseguono tali conoscenze attraverso la frequenza delle lezioni e l’approfondimento su i testi discussi in aula e in bibliografia. La capacità di applicare conoscenza e comprensione verrà esercitata anche attraverso momenti di esercitazione laboratoriale in aula finalizzati anche a potenziare le abilità comunicative degli studenti nell’interazione con il docente e con i compagni.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso approfondisce i temi inerenti ai processi di modellamento sociale dell'innovazione tecnologica in ambito comunicativo, con particolare attenzione alle dimensioni sociali e comunicative dei social network.

Testi di riferimento

Livingstone S., Lievrouw S. (a cura di), Capire i new media, Milano, Hoepli, 2007. Di questo testo bisogna studiare solo i capitoli 7 (pp. 171-193) e 9 e 10 (pp. 237-285)
Boccia Artieri G., Gemini, L. Pasquali F et. alii, Fenomenologia dei social network. Presenza, relazioni e consumi mediali degli italiani online, Guerini, Roma, 2018 (pp. 180).

Metodi didattici

Lezioni frontali e analisi ed esercitazioni su casi di studio in aula.

Modalità verifica profitto e valutazione

L'esame scritto volto a verificare la conoscenza dei testi a programma e l'acquisizione di competenze critiche e analitiche sui fenomeni in atto. Saranno valutati questi parametri: solidità delle conoscenze, capacità argomentativa e di analisi, comprensione dei fenomeni sociali e mediali. L'esame, della durata di 120 min, consiste in 4 domande aperte con un numero prefissato di righe per ogni risposta. Ad ogni risposta è attribuito un punteggio espresso in trentesimi, per ottenere la sufficienza è necessario che tutte le domande ottengano un punteggio di almeno 18/30. Il voto finale consiste nella media dei punteggi ottenuti.

Altre informazioni

Durante l'anno sarà organizzato, a latere del corso, un seminario di approfondimento su i temi del giornalismo digitale e del data journalism.
Gli studenti che hanno nel piano di studi l'attività didattica di SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE E DELL'INFORMAZIONE (code 67177) sono tenuti a integrare il programma con la lettura della prima parte del testo “Storia e teorie” di Nicoletta Vittadini, Social Media Studies. I social media alla soglia della maturità: storia, teorie, temi, Angeli, 2018.