Tecnologie didattiche

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
139003-M2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
Tecnologie didattiche
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa di Base
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE (M-PED/03)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
4
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
60
Ore di studio individuale: 
40
Ambito: 
Didattica e pedagogia speciale
Materiali didattici: 
Prerequisiti

---

Obiettivi formativi

Al termine del corso lo studente avrà affrontato alcuni temi fondamentali relativi all’uso delle tecnologie dell’istruzione e della comunicazione (TIC) e operato con spirito critico una riflessione sui cambiamenti che l’informatica ha innescato nelle pratiche educative. Durante i laboratori annessi all’insegnamento verificherà sul campo l’uso degli strumenti analogici e digitali nella effettiva pratica scolastica e, anche attraverso appositi studi di caso, registrerà se e quanto, di fatto, si incontrano, nella scuola, momenti didattici che valorizzano l’ipertestualità, la multimedialità, l’interattività e la mobilità.
Lo studente sarà inoltre in grado di contestualizzare l'uso delle TIC nei corsi successivi a contenuto disciplinare e di valutarne l'impiego per i compiti connessi alla funzione docente, anche in una prospettiva di apprendimento permanente, sia per mantenere in costante rinnovamento la propria professionalità, sia per incrementare l'innovazione didattica possibile attraverso strumenti digitali e multimediali.
Il modulo di Istituzioni di didattica congiuntamente con quello di Tecnologie didattiche compone l'insegnamento di Didattica I.
Gli obiettivi dell’insegnamento di Didattica I ricomprendono i seguenti obiettivi formativi relativi all'ambito “Metodologie e tecnologie didattiche” previsti dal D.M. MIUR 10 agosto 2017, n. 616 che disciplina il conseguimento dei 24 CFU necessari per l’accesso ai futuri percorsi triennali di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente per i docenti della scuola secondaria (FIT):
* I fondamenti epistemologici e metodologico-procedurali della didattica
* Le principali metodologie della progettazione educativa e formativa
* Approcci metodologici e tecnologici per la didattica
* Metodi attivi e cooperativi
* L'analisi delle tecniche e delle tecnologie educative in ambito scolastico
* Approcci metodologici e tecnologici per la didattica
* Innovazione, sperimentazione e ricerca educativa
* L'analisi delle tecniche e delle tecnologie educative in ambito scolastico
* Le tecnologie digitali
* L'educazione mediale e l'e-Iearning.

Contenuti dell'insegnamento

Profilo sintetico delle problematiche derivanti dall'incontro di tecnologia ed educazione, con enfasi sui sistemi, i metodi e le condizioni di tempo, luogo e circostanza che possono essere utili nell'agire didattico rispettivamente nella scuola dell'infanzia e primaria. – Temi fondamentali relativi all'uso delle tecnologie nel campo dell'istruzione (ipertestualità, multimedialità, interattività, mobilità) e conseguente riflessione sui cambiamenti che l'informatica ha innescato nelle pratiche di insegnamento e di apprendimento.

Il programma dell’insegnamento consente di proporre agli studenti i contenuti previsti dal D.M. MIUR 10 agosto 2017, n. 616 la cui denominazione coincide con quella degli obiettivi elencati nella sezione “Obiettivi formativi”.

Testi di riferimento

M. Lazzari, Informatica umanistica, McGraw-Hill, 2014 (capitoli 1, 2 fino a pag 36, 3, 4) (pagine 90) [non va bene l'edizione del 2010]
A. Calvani, Che cos'è la tecnologia dell'educazione, Carocci, 2012 (capitoli 1-3) (pagine 80) [è una ristampa dell'edizione del 2004, va bene qualunque ristampa dal 2004 in poi]
M. Faggioli, Tecnologie per la didattica, Apogeo, 2010 (capitoli su LIM, Ebook, podcast, videogiochi) (pagine 100)
M. Lazzari, Istituzioni di tecnologia didattica, Studium, 2017 (pagine 150)

Per chi porta il programma da 6 cfu per i fini previsti dal D.M. MIUR 10 agosto 2017, n. 616, la bibliografia dell'insegnamento di Didattica I (comprensiva dei contributi dei due moduli) è ridotta come segue:

G. Bonaiuti, A. Calvani, M. Ranieri, Fondamenti di didattica, Carocci, 2016 (capitoli 1-4) (pagine 130)
G. Bertagna, P. Triani, Dizionario di didattica, La Scuola, 2013 (voci: abilità, apprendimento, capacità, competenza, conoscenza, insegnamento, lezione, riflessività) (pagine 150)
A. Calvani, Che cos'è la tecnologia dell'educazione, Carocci, 2012 (capitoli 1-3) (pagine/ 80) [è una ristampa dell'edizione del 2004, va bene qualunque ristampa dal 2004 in poi]
M. Lazzari, Istituzioni di tecnologia didattica, Studium, 2017 (pagine 150)

Metodi didattici

Lezioni frontali volte a fornire un inquadramento dei fondamenti teorici della disciplina. Eventuali attività seminariali con esperti che propongono esperienze relative a diversi ambiti educativi. Durante le lezioni vengono somministrati quiz di verifica, per stimolare la riflessione sui temi affrontati. Circolarità teorica con le pratiche registrate e discusse nei laboratori annessi all'insegnamento.
Verranno attivati laboratori che prevederanno anche attività in aula presso le scuole convenzionare, in una dimensione di alternanza formativa e continua intesa a favorire una connessione critico-riflessiva tra aula universitaria e ambiente scuola.
Durante i laboratori annessi al modulo di Tecnologie lo studente verificherà sul campo l'uso degli strumenti analogici e digitali nella effettiva pratica scolastica e, anche attraverso appositi studi di caso, registrerà se e quanto, di fatto, si incontrano, nella scuola, momenti didattici che valorizzano l'ipertestualità, la multimedialità, l'interattività e la mobilità.
Il lavoro svolto sarà documentato nel portfolio dello studente.

Modalità verifica profitto e valutazione

L'esame dei due moduli di Didattica I si svolge in un'unica soluzione.
Per i non frequentanti: prova orale volta a verificare la comprensione dei testi in bibliografia e la loro contestualizzazione nel mondo della scuola.
Per i frequentanti: esposizione con l’aiuto di lucidi di presentazione dell’esperienza fatta con i laboratori in università e nelle scuole; discussione dei temi affrontati a lezione, alla luce dello studio dei testi in bibliografia, dell’esperienza dei laboratori e dell’eventuale esperienza personale nel mondo della scuola.

Altre informazioni

Eventuali ulteriori informazioni sul sito del docente http://www.unibg.it/lazzari e dal servizio di podcasting http://www.pluriversiradio.it che contiene registrazioni utili per integrare la lettura dei testi.
Eventuali studenti Erasmus sono pregati di contattare quanto prima il docente.
Studenti che abbiano maturato significative esperienze lavorative in campo didattico o in relazione alle tecnologie educative possono concordare con il docente curvature del programma personalizzate.
Ai fini del riconoscimento dei crediti validi per il conseguimento dei 24 CFU necessari per l’accesso ai futuri percorsi triennali di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente per i docenti della scuola secondaria (FIT), con il superamento di questo esame saranno riconosciuti 6 CFU relativi all'ambito “Metodologie e tecnologie didattiche”. La bibliografia in questo caso è limitata come indicato nella sezione “Testi di riferimento”.