LETTERATURA INGLESE LM II B | Università degli studi di Bergamo

LETTERATURA INGLESE LM II B

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
57088-MOD2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
LETTERATURA INGLESE LM II B
Insegnamento (nome in inglese): 
English Literature LM II B
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
LETTERATURA INGLESE (L-LIN/10)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
Lingue e Letterature moderne
Testi e materiali didattici: 
Prerequisiti

Conoscenza dell'inglese

Obiettivi formativi

Il corso si prefigge l'obiettivo primario di iniziare gli studenti alle metodologie più recenti di area anglistica, nello specifico agli ambiti transmediali dei ‘cultural and trauma studies’. Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di:

1) Introdurre la svolta culturale nello studio della letteratura anglofona con specifico riferimento all’area dei ‘trauma studies’;
2 Illustrare le tendenze alla prassi transdisciplinare nella letteratura anglofona moderna e contemporanea;
3) Analizzare i testi letterari in chiave culturologica.

Contenuti dell'insegnamento

"Re-enactments: ripetizioni, déjà vu, immagini del trauma nella cultura contemporanea".

Se di esperienze traumatiche si parla nell’ambito della storia moderna e contemporanea, caratterizzata dalle guerre globali e dal terrorismo, nell’area degli studi culturali la categoria di ‘trauma’ è sintomo di una crisi della rappresentazione, segnata da ripetizioni e ritorni spettrali. Il corso offre strumenti storici, teorici e formali per ripensare le arti del trauma negli intrecci interdisciplinari fra visualità, forme della memoria e della narrazione.

Testi di riferimento

Testi primari:

S. Beckett, Krapp’s Last Tape (1957) (any edition; trad. it. L’ultimo nastro di Krapp, in Id., Teatro, Einaudi 1968, pp. 203-213).
J. G. Ballard, excerpts from The Atrocity Exhibition (1970), Fourth Estate 2002 (trad. it. La mostra delle atrocità (1970), Feltrinelli, Milano 2001).
M. Amis, Time’s Arrow, Jonathan Cape 1991 (trad. it. La freccia del tempo, Einaudi, Torino 2010)
Christopher Nolan, Memento, 2000 (testo filmico, solo per frequentanti)
T. McCarthy, Remainder, Alma Books 2006 (trad. it. Déjà Vu, Isbn Edizioni, Roma 2006)

Testi critici:

Roger Luckhurst, The Trauma Question, Routledge, London 2008

Metodi didattici

La didattica si svolgerà prevalentemente attraverso lezioni frontali in inglese, ma si prevedono momenti seminariali, anche tenuti da esperti in materia, su specifici argomenti trattati nel corso. Gli studenti sono fortemente incoraggiati a intervenire attivamente durante le lezioni e a suggerire ulteriori approfondimenti sui temi in oggetto, da discutere collegialmente in aula.

Modalità verifica profitto e valutazione

La verifica dell'apprendimento prevede un esame orale o, per i soli frequentanti, un test scritto facoltativo da svolgersi alla fine del corso.

Le abilità verificate sia all'orale che allo scritto riguardano principalmente:
1) Lettura e analisi critica dei testi primari discussi nel corso;
2) Capacità di contestualizzare i testi rispetto al panorama letterario e culturale di pertinenza;
3) Acquisizione di metodi interdisciplinari nell'approccio al testo letterario.

Il test scritto facoltativo, della durata di due ore, comporta una scelta di 3 fra 5 domande sugli argomenti e i testi oggetto del programma; è prevista una domanda aperta che verifichi la capacità dello studente di applicare i metodi e gli strumenti acquisiti a un testo di sua scelta non affrontato nel corso. Il test non richiede iscrizione preventiva, e il suo esito potrà essere registrato o integrato dallo studente durante uno degli appelli orali, previa iscrizione on line all’esame.

Altre informazioni

Considerato che il corso si svolgerà prevalentemente in lingua inglese, agli studenti di 'Cultura inglese e visualità' (CMC) non è richiesta alcuna integrazione del programma per il credito supplementare previsto dal loro corso.

Hanno inoltre la facoltà di leggere i testi di riferimento e di sostenere l'esame e/o il test scritto in italiano.

In alternativa al testo critico di R. Luckhurst (The Trauma Question) indicato nel programma, possono scegliere Aleida Assmann, Ricordare. Forme e mutamenti della memoria culturale, Il Mulino, Bologna 2002.

Prerequisites

Knowledge of English

Educational goals

The course aims at:

1) Introduction to the cultural and transmedial turn in the study of anglophone Literature with specific reference to 'trauma studies'
2) A general introduction to the theoretical and transmedial notion of trauma;
2) Developing skills to analyse literary texts in a culturological key;

Course content

"Reenactments: repetitions, déjà vu and images of trauma in contemporary culture".

While trauma is one of the defining features of modern and contemporary history, marked by global war and terrorism, the category of trauma in the arts and literature has become symptomatic of a crisis in representation, marked by disrupted narratives and temporalities. The course offers historical, theoretical and formal ways to think through the art of trauma and the recent interdisciplinary concern with the after-life of shock in personal identity, culture, and forms of storytelling.

Textbooks and reading lists

Testi primari:

S. Beckett, Krapp’s Last Tape (1957) (any edition; trad. it. L’ultimo nastro di Krapp, in Id., Teatro, Einaudi 1968, pp. 203-213).
J. G. Ballard, excerpts from The Atrocity Exhibition (1970), Fourth Estate 2002 (trad. it. La mostra delle atrocità (1970), Feltrinelli, Milano 2001).
M. Amis, Time’s Arrow, Jonathan Cape 1991 (trad. it. La freccia del tempo, Einaudi, Torino 2010)
Christopher Nolan, Memento, 2000 (testo filmico, solo per frequentanti)
T. McCarthy, Remainder, Alma Books 2006 (trad. it. Déjà Vu, Isbn Edizioni, Roma 2006)

Testi critici:

Roger Luckhurst, The Trauma Question, Routledge, London 2008

Teaching methods

The prevailing form of teaching will be the lecture format in English, but more focussed seminars on specific topics treated in the course are also expected. Students are strongly invited to intervene in discussions in the classroom.

Assessment and Evaluation

Oral exam. There will be a written test at the end of the course for regular attenders.
The skills requested are:
1) Critical readings of the primary texts proposed by the course;
2) Knowledge of the cultural and literary background to the texts proposed;
3) Acquisition of interdisciplinary methods in the analysis of literary texts.

The optional written test will last two hours and provides a choice of three questions out of five on the contents of lessons; it will include also an open question that invites students to apply the methods and skills acquired to a text of their choice which is not on the syllabus. No prior registration is required to take the test, and its results may be registered or integrated by further discussion at an oral exam, which does require on-line registration.

Further information

As the course will be given mostly in English, students from "Cultura Inglese e visualità" (CMC) are not requested any further integration for the extra 1 credit of their course.

They are also allowed to read the set texts and do the oral exam (and/or the written paper) in Italian.

A recommended alternative in Italian to R. Luckhurst The Trauma question is Aleida Assmann, Ricordare. Forme e mutamenti della memoria culturale, Il Mulino, Bologna 2002.