GEOGRAFIA ANTROPICA

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
13130

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
GEOGRAFIA ANTROPICA
Insegnamento (nome in inglese): 
HUMAN GEOGRAPHY
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa di Base
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
GEOGRAFIA (M-GGR/01)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Annualità Singola
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
Discipline storiche, geografiche e socio-antropologiche
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

Lo studente acquisisce i fondamenti per l'analisi delle diverse configurazioni della territorialità, soffermandosi sul ruolo del mapping nella rappresentazione della spazialità e nel sistema di veicolazione dei saperi territoriali.

Contenuti dell'insegnamento

Il modulo fornisce i fondamenti teorici e metodologici per comprendere le configurazioni territoriali contemporanee, indagando i concetti quali paesaggio, luogo, ambiente e le loro rappresentazioni. Esso, inoltre, prospetta l'insieme delle procedure attraverso le quali le società ordinano, modificano e strutturano la superficie terrestre per garantire a se stesse la sopravvivenza materiale e la riproduzione sociale. Il modulo infine identifica nella cartografia il sistema privilegiato per la rappresentazione della spazialità e la veicolazione dei valori socio-territoriali.

Testi di riferimento

Si specifica che la differenziazione della bibliografia tra frequentanti e non frequentanti è riconducibile al raggiungimento della medesima preparazione relativa agli obiettivi del corso. Nel caso dei frequentanti, essa è volta a fornire approfondimenti ai contenuti seguiti durante le lezioni; nel caso dei non frequentanti essa è pensata per poter supportare lo studente nell’acquisizione autonoma delle conoscenze e competenze. STUDENTI FREQUENTANTI:
1. A. Turco, Configurazioni della territorialità, Franco Angeli. Milano, 2010 (solo la I e la II parte), pp. 180.
2. E. Casti, Cartografia critica. Dal Topos alla Chora, Guerini e associati. Milano, 2013, pp. 283.

STUDENTI NON FREQUENTANTI:
1. A. Turco, Configurazioni della territorialità, Franco Angeli. Milano, 2010 (solo la I e la II parte), pp. 180.
2. C. Arbore, M. Maggioli, Territorialità: concetti, narrazioni, pratiche, Franco Angeli, Milano, 2017, pp. 390.

Metodi didattici

La didattica si svolgerà mediante lezioni frontali, ma con un’attenzione particolare al confronto e alla partecipazione attiva degli studenti. A tale scopo, si prevedono lezioni interattive e approfondimenti realizzati anche con la partecipazione degli studenti. Tale metodo, è supportato da strumentazioni visuali (power point), filmati mediatici e collegamenti in rete, al fine di facilitare l’apprendimento.

Modalità verifica profitto e valutazione

La prova d’esame si svolge in forma scritta articolata in due parti relative ai due moduli che compongono l’area didattica di Geografia antopica e economica. Ogni parte prevede la redazione di un elaborato – da svolgersi in 1h30 – composto da 3 domande aperte, volte ad accertare l’acquisizione da parte dello studente delle nozioni impartite all’interno del modulo. Le prime due domande riguardano la parte di programma comune a tutti gli studenti, mentre la terza è declinata sul profilo degli studenti in base al fatto che siano frequentanti o meno. Nello specifico l’esame verifica l’acquisizione:
- della conoscenza dei concetti geografici sviluppati durante l’insegnamento;
- della capacità critica dello studente di declinarli in esempi specifici e metterli tra loro in relazione
- delle abilità di sintesi nell’elaborazione scritta.
- della capacità di enucleare con precisione l’interrogazione proposta e rispondere in modo puntuale.

Il voto finale, risultante dalla media dei voti ottenuti nei due elaborati e da una valutazione complessiva, sarà espresso in trentesimi, comunicato allo studente mediante libretto elettronico e lo studente avrà la possibilità di accettare o meno il voto, entro tre giorni dalla pubblicazione dei risultati.

Altre informazioni

Il modulo di Geografia antropica si svolgerà nel II sottoperiodo.