LETTERATURA ITALIANA A 1

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
13002

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
LETTERATURA ITALIANA A 1
Insegnamento (nome in inglese): 
ITALIAN LITERATURE A1
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa di Base
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
LETTERATURA ITALIANA (L-FIL-LET/10)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
Letteratura italiana e letterature comparate
Materiali didattici: 
Prerequisiti

È richiesta una solida conoscenza di base della letteratura italiana di Otto e Novecento. Gli studenti con particolari lacune possono avvalersi di un buon manuale di letteratura italiana. Il docente consiglia: G. Ferroni, “Storia della letteratura italiana. Dall’Ottocento al Novecento”, Milano, Mondadori Università, 2012; G. Tellini, “Letteratura italiana. Un metodo di studio”, Milano, Le Monnier Università, 2014.

Obiettivi formativi

Alla fine del corso lo studente avrà acquisito gli strumenti critici necessari all'inquadramento storico-letterario, alla lettura, all'analisi e al commento di testi letterari che affrontino problematiche legate ai processi interculturali in atto nella società e nella storia italiane degli ultimi due secoli. Si intende in questo modo sviluppare nello studente le capacità di apprendimento, l’abilità espositiva e la capacità di formulare giudizi autonomi su importanti temi legati alla rappresentazione del migrante.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso propone un’escursione entro la produzione letteraria in prosa e in poesia dell’Ottocento e del primo Novecento a partire dai fondamenti teorici che normano la buona costruzione del testo. Da un lato, tra Otto e Novecento il romanzo ha contribuito alla ridefinizione della letteratura prosastica italiana, dall’altro, gli esperimenti metrici e retorici che hanno messo in discussione l’obiettivo storico della poesia: il raggiungimento di un’armonia proporzionale delle forme. Nell’età dei cambiamenti e dell’ansia la letteratura subisce continue metamorfosi, che la portano quanto più possibile vicina ai nuovi sentimenti che muovono l’animo dell’uomo ormai contemporaneo. Come la letteratura ha saputo rispondere alle esigenze socio-antropologiche otto-novecentesche?

Testi di riferimento

MODULO A1 (totale 500 pp.)
SAGGI
1) Gino Tellini, “Il romanzo italiano dell’Ottocento e Novecento”, Milano, Mondadori, 1998, pp. 1-64, 138-152, 193-204, 385-388 (92 pp.);
2) Marco Praloran, “Metro e ritmo nella poesia italiana. Guida anomala ai fondamenti della versificazione”, Firenze, Edizioni del Galluzzo, 2014 (84 pp.);
TESTI
POESIA: lo studente sceglie una delle seguenti opere e ne analizza almeno dieci componimenti (20 pp. circa):
1) Giosuè Carducci, “Odi Barbare”, a cura di Luigi Banfi, Milano, Mursia, 2018.
2) Alessandro Manzoni, “Il Conte di Carmagnola”, a cura di G. Lonardi, Venezia, Marsilio, 2001, atto II completo.
3) Emilio Praga, “Tavolozza”, a cura di G. Baroni Palli, Bologna, Nuova S1, 2012.
PROSA: un romanzo a scelta tra i seguenti, eventualmente anche in un’altra buona edizione integrale (circa 300 pp., a seconda del romanzo e dell’edizione):
U. Foscolo, “Ultime lettere di Jacopo Ortis”, Roma, Carocci, 2012.
G. Verga, “Mastro don Gesualdo”, Milano, Feltrinelli, 2005;
C.E. Gadda, “La cognizione dolore”, Milano, Adelphi, 2017.

MODULO A2 (totale 491 pp.)
TESTI LETTERARI:
- E. De Amicis, “Sull’oceano”, Milano, Garzanti, 2009 (solo i capitoli “L’imbarco degli emigranti”, “L’Italia a bordo”, “Rancori e amori”, 38 pp.);
- L. Pirandello, “Maschere nude”, Milano, Mondadori, 2010 (solo le novelle “Lontano” e “L’altro figlio”, 30 pp.; lo studente potrà leggerle anche in un’altra buona edizione);
- M. Soldati, “America primo amore”, Palermo, Sellerio, 2003, pp. 23-289.
SAGGI:
- F. De Nicola, “Gli scrittori italiani e l’emigrazione”, Formia, Ghenomena, 2008, 157 pp.

Metodi didattici

Ogni modulo del corso si svolge in 30 ore di lezioni frontali. Il docente ricostruisce il contesto storico e socio-culturale e analizza alcuni testi esemplari in modo da fornire chiavi interpretative che gli studenti potranno applicare in autonomia anche per la lettura critica di altri testi analoghi. Per le questioni metodologiche più complesse, il docente si avvale di presentazioni power point con schemi riassuntivi e informazioni; le diapositive sono a disposizione nella pagina dell’e-learning del corso.

Modalità verifica profitto e valutazione

L’esame si svolgerà nella forma di una prova scritta (della durata di un’ora e tre quarti) sui testi di riferimento e sugli argomenti affrontati nel corso (autori, opere, problemi).

Il test prevede cinque domande aperte; nell’ultima è proposto un breve testo letterario, che lo studente dovrà contestualizzare e leggere alla luce delle chiavi interpretative fornite durante il corso. Saranno valutate la preparazione critico-storica acquisita e la capacità espositiva. Lo studente dovrà dimostrare di aver sviluppato adeguate capacità di apprendimento e di essere in grado di formulare giudizi anche autonomi su importanti temi legati alla rappresentazione dell’Oriente nella letteratura italiana di Otto e Novecento.

L’assegnazione del punteggio avviene secondo i seguenti criteri:
1) per ognuna delle cinque risposte si possono ottenere da 0 a 6 punti;
2) ogni risposta è valutata in termini di:
I. pertinenza (2 punti)
II. capacità di sintesi (2 punti)
III. proprietà di linguaggio (2 punti).

Il risultato dell’esame, espresso da un voto in trentesimi, sarà pubblicato su internet secondo le modalità indicate prima dell’esame.
Il calendario degli esami è disponibile sulla pagina online del corso di laurea.

Altre informazioni

Il corso ha una validità di tre anni. Scaduti i tre anni, lo studente dovrà rivolgersi al docente per avere un nuovo programma.
Gli studenti impossibilitati a seguire le lezioni, potranno avvalersi, come ausilio allo studio, del volume di Pietro G. Beltrami, La metrica italiana numeri della poesia. Guida alla metrica italiana, Bologna, il Mulino, 2011. In ogni caso, chi non può frequentare è tenuto a rivolgersi al docente per farsi confermare i contenuti del programma.
Tutti i testi qui segnalati possono essere reperiti presso la Biblioteca Umanistica dell’Università - P.zzale S. Agostino 2 – nonché presso altre biblioteche pubbliche. Nella prima lezione del corso il docente darà puntuali informazioni su come reperire i testi e indicherà in quali casi si possono impiegare edizioni online, gratuite e affidabili dal punto di vista dei contenuti e del rigore filologico.
Gli studenti Erasmus sono pregati di contattare il docente prima dell’inizio del corso.