FILOLOGIA SLAVA A

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
3031

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
FILOLOGIA SLAVA A
Insegnamento (nome in inglese): 
Slavic Philology
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
SLAVISTICA (L-LIN/21)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in TURISMO CULTURALE
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in LINGUE E CULTURE ORIENTALI
  • Corso di studi in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE - Percorso formativo in PROCESSI INTERCULTURALI

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Annualità Singola
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ambito: 
Discipline filologiche
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Superamento dell'esame di Lingua russa I

Obiettivi formativi

Durante il corso lo studente acquisisce conoscenze di base sulle lingue e culture slave, con particolare riguardo all’evoluzione storica e culturale degli slavi orientali. Alla fine del corso lo studente possiede elementi di storia politica e culturale degli slavi dalle origini alla configurazione di una cultura artistico-letteraria di ambito prettamente slavo-orientale dalla Rus' di Kiev fino al regno di Ivan IV. Inoltre, avrà consapevolezza delle problematiche relative alla periodizzazione della cultura russa dalle origini all'epoca moderna.

Contenuti dell'insegnamento

Lingue e culture della Slavia e della Slavia ortodossa in particolare. Periodizzazione. La situazione delle terre rutene.
1.Variaghi e Slavi: origini della Rus'. Fondamenti religiosi della cultura antico-russa (le divinità degli slavi).
2. Cristianizzazione e comparsa della scrittura. Gli alfabeti glagolitico e cirillico. Il paleoslavo e lo slavo ecclesiastico (origine e evoluzione). La letteratura della Rus' medievale: caratteristiche della produzione letteraria della Rus' kieviana (sec. XI-XII). Le opere: Povest' vremennych let, Poučenie Vladimira Monomacha, Choždenie Igumena Daniila, Slovo o polku Igoreve.
3. Elementi di cultura antico-russa: l'icona. Il folklore nella cultura e nella letteratura antico-russa. Lo skomorošestvo. Le feste pagane e religiose.
4. Varianti di un genere letterario attraverso i secoli: l'agiografia. La vita di Boris e Gleb, Feodosij Pečerskij, Aleksandr Nevskij.
5. L'epos popolare eroico. Il periodo pre-storico. I cicli di Kiev, di Novgorod (Volch Vseslavevič, Svjatogor. Il’ja Muromec e Solovej Razbojnik. Sadko)
6. Cenni di storia della lingua russa dalle origini all'epoca moderna.

Testi di riferimento

1. Bibliografia fondamentale obbligatoria:
1.1 C. Koch, "L'ingresso degli slavi nel mondo delle lettere: una scrittura in tre alfabeti", in Lo spazio letterario del Medioevo, vol III, Salerno 2006, pp.145-185.
1.2. R. Picchio, “Slavia Ortodossa e Slavia Romana”, in La letteratura della Slavia ortodossa, Bari 1991, pp.7-83, oppure:
1.2 S. Graciotti, "Slavia orientale e Slavia occidentale: contenziosi ideologici e culture letterarie", in Lo spazio letterario del Medioevo, vol. III, Salerno 2006, pp.75-144.
1.3 Storia della civiltà letteraria russa diretta da M. Colucci e R. Picchio, Torino 1997, I, pp.3-171.
1.4 D. S. Worth, "Language", in The Cambridge Companion to Modern Russian Culture, Cambridge 1998, pp.19-37.(se non si conosce l'inglese contattare la docente)
2. Letture obbligatorie :
2.1 Nestore l’Annalista, Povest' vremennych let [Cronaca degli anni passati(XI-XII sec.)], a cura di A. Giambelluca Kossova, Milano 2005, introduzione e pp. 74-291.
2.2 Poučenie Vladimira Monomacha, in Il racconto degli anni passati, a cura di I.P. Sbriziolo, Torino 1971, pp. 132-145.
2.3 [Slovo o polku Igoreve] Il cantare di Igor, a cura di E. T. Saronne, edizione con testo a fronte, Parma 1989, pp. 7-46 (solo introduzione)
2.4 Povesti o Žitii i chrabrosti blagovernogo i velikogo knjazja Aleksandra [Racconto sulla vita e sull'ardimento del grande e pio principe Alessandro], a cura di A. Giambelluca Kossova, Palermo 1991, pp. 39-47.
2.5 Domostroj ovvero La felicità domestica, Sellerio ed., Palermo 1988, pp. 19-23, 28-42 (sec. XVI !)

3. Bibliografia per eventuali ulteriori approfondimenti:
3.1 TACHIAOS A.-E. N., Cirillo e Metodio. Le radici cristiane della cultura slava, Milano 2005
3.2 GASPARINI E., Il matriarcato slavo. Antropologia culturale dei protoslavi, Firenze University Press, 2010
3.3 PROPP Vl.Ja., L'epos eroico russo, Roma 1978.
3.4 Le byline, a cura di B. Meriggi, Milano, 1974, pp. 159-173,127-137, 41-49.
3.5 Špidlik Tomas, Rupnik Marko Ivan , Narrativa dell’Immagine, Roma 1996 (una o più icone a scelta)
3.6 FLORENSKIJ P., Le porte regali. Saggio sull'icona, Adelphi, Milano 2012.

Metodi didattici

La didattica prevede lezioni frontali.

Modalità verifica profitto e valutazione

La prova d’esame di fine corso si svolgerà in forma orale e la valutazione sarà espressa in trentesimi. L’interrogazione sarà strutturata nelle seguenti parti:
1. una domanda di ambito storico;
2. una domanda di ambito letterario;
3. una domanda di cultura antico-russa.

Altre informazioni

Gli studenti non frequentanti, in particolare quelli non di madrelingua italiana, sono pregati di presentarsi al docente per definire il programma d'esame con almeno due mesi di anticipo rispetto al giorno in cui si intende sostenere la prova.