Diritto pubblico comparato dei paesi in via di sviluppo

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
68078-MOD2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
Diritto pubblico comparato dei paesi in via di sviluppo
Insegnamento (nome in inglese): 
Comparative public law of developing countries
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIRITTO PUBBLICO COMPARATO (IUS/21)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
discipline giuridiche
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Per sostenere l'esame è necessario e sufficiente essere iscritti al corso DUMCI

Obiettivi formativi

a) consentire l'acquisizione degli strumenti fondamentali della metodologia giuridica, in particolare comparatistica; b) sviluppare la conoscenza degli ordinamenti giuridici dei principali Paesi in via di sviluppo, in modo da poterne confrontare le soluzioni con quelle previste dagli ordinamenti dei Paesi occidentali sviluppati; c) sollecitare la capacità di approfondimento e di autonoma riflessione critica;

Contenuti dell'insegnamento

Il corso intende esaminare, dopo una introduzione generale sulle forme di Stato e le forme di governo, i sistemi giuridici dei paesi in via di sviluppo (PVS), con particolare riguardo agli aspetti di diritto pubblico comparato. Saranno analizzati con speciale attenzione gli ordinamenti dei paesi dell’Africa subsahariana, dei paesi arabi nordafricani, dei paesi dell’America latina, dell’India e della Cina. L’attenzione sarà costantemente rivolta al profilo della tutela e promozione dei diritti umani nelle aree geogiuriche sopra indicate. In particolare, le dottrine costituzionali extra-occidentali saranno indagate al fine di individuare le peculiarità dei valori asiatici e di quelli africani.

Testi di riferimento

P. Carrozza, A. Di Giovine, G.F. Ferrari (a cura di), Diritto costituzionale comparato, Roma-Bari, Laterza, 2014.
Tomo I: L’India (Domenico Amirante); L’America latina (Luca Mezzetti); I Paesi dell’Africa subsahariana (Romano Orrù); I Paesi del mondo islamico (Maurizio Oliviero); La Cina (Mauro Mazza); Il Sudafrica (Romano Orrù).
Tomo II: Le forme di Stato (Ginevra Cerrina Feroni); Le forme di governo (Alfonso Di Giovine).

Metodi didattici

Lezione frontale

Modalità verifica profitto e valutazione

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso una prova orale.
Modalità e contenuti della prova saranno gli stessi per frequentanti e non frequentanti.
La prova orale consisterà in almeno tre domande nelle quali si valuterà la capacita di analisi e di ragionamento giuridico da parte degli studenti. Ad ogni domanda verrà attribuito un punteggio espresso in trentesimi e per ottenere la sufficienza è necessario che la media sia almeno di 18.
Ogni singola risposta verrà valutata secondo i seguenti criteri:
- pertinenza rispetto alla domanda;
- esaustività rispetto alla domanda;
- proposta di nessi appropriati;
- sintesi (non ridondanze e ripetizioni);
- proprietà di linguaggio;
- chiarezza espositiva.

Altre informazioni

Il corso è diviso in due parti, la prima concernente il diritto pubblico comparato (Prof. Mazza) e la seconda concernente la tutela internazionale ed europea dei diritti dell'individuo (Prof. Persano e Prof. Ferri).