STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE | Università degli studi di Bergamo

STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE

Attività formativa monodisciplinare
Sede: 
BERGAMO
Codice dell'attività formativa: 
10626

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE
Insegnamento (nome in inglese): 
HISTORY OF MEDIEVAL PHILOSOPHY
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE (M-FIL/08)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Crediti: 
12
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
60
Ore di studio individuale: 
240
Ambito: 
Discipline filosofiche
Prerequisiti

Nessuno oltre a quelli necessari al superamento del TOLC

Obiettivi formativi

Il corso offre agli studenti la possibilità di:
- Conoscere le linee di sviluppo del pensiero filosofico medievale negli ambiti culturali/linguistici latino, arabo e greco.
- Sviluppare una capacità di lettura critica dei testi medievali.
- Acquisire competenze nell’uso degli strumenti di analisi storico filosofica.
- Acquisire una conoscenza del legame fra la disciplina “storia della filosofia medievale” e gli sviluppi della cultura contemporanea.

I risultati di apprendimento attesi sono:
- La capacità di storicizzare i testi filosofici medievali e ricollocarli nel loro contesto culturale e di pensiero;
- La capacità di analisi delle argomentazioni dei testi medievali secondo le loro diverse forme (quaestiones disputatae, commenti, sermoni, opuscli, etc.);
- La conoscenza delle principali prospettive della storiografia contemporanea riguardo al pensiero medievale.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso è articolato in due parti.

Prima parte (30 ore): LO SVILUPPO DE PENSIERO FILOSOFICO NEL MEDIOEVO E LE SUE INTERPRETAZIONI
- Introduzione allo studio del pensiero filosofico medievale e sua collocazione nell’attuale contesto culturale.
- Questioni di epistemologia e metodologia della disciplina.
- La radici, le forme e le tradizioni all’origine del pensiero filosofico nel Medioevo.
- La filosofia dopo la fine del mondo antico: il quadro delle aree linguistiche mediterranee.
- La cultura dialettica fra XI e XII secolo.
- Il XII secolo e il processo storico di acculturazione filosofica europea.
- La filosofia nelle università.
- Le “scuole” di pensiero medievali e le loro tradizioni.
- “Medioevo” e “Umanesimo”: paradigmi storiografici e storia del pensiero filosofico agli inizi della modernità.

Seconda parte (30 ore): LA COSTRUZIONE DEL VOCABOLARIO FILOSOFICO: ATTRAVERSO I COMMENTI MEDIEVALI AL METAFISICA Δ
- Il lessico filosofico “solastico” e la sua influenza sulla storia della filosofia.
- Breve storia della Metafisica: origine e tradizione di un testo.
- I grandi modelli arabi (I): la al-Ilāhiyyāt di Avicenna.
- I grandi modelli arabi (II): il Commento grande di Averroé.
- Traduzioni latine e commenti: fra Bisanzio, Toledo e Parigi.
- I grandi concetti nei commenti di Tommaso, Alberto Magno, Giovanni di Jandun e Duns Scoto (1): principio
- I grandi concetti nei commenti di Tommaso, Alberto Magno, Giovanni di Jandun e Duns Scoto (2): causa.
- I grandi concetti nei commenti di Tommaso, Alberto Magno, Giovanni di Jandun e Duns Scoto (3): natura.
- I grandi concetti nei commenti di Tommaso, Alberto Magno, Giovanni di Jandun e Duns Scoto (4): uno.
- I grandi concetti nei commenti di Tommaso, Alberto Magno, Giovanni di Jandun e Duns Scoto (5): essere.
- I grandi concetti nei commenti di Tommaso, Alberto Magno, Giovanni di Jandun e Duns Scoto (6): relazione.
- Un linguaggio per la filosofia: alcune considerazioni sul rapporto culturale fra medioevo ed età moderna.

Metodi didattici

La didattica si svolgerò tramite lezioni frontali e la lettura e commento di testi con gli studenti.

Modalità verifica profitto e valutazione

La verifica avverrà attraverso colloquio con esame orale, accompagnato dalla stesura di un saggio (massimo 20 cartelle) da parte di ogni studente che concorderà l’argomento con il docente.

Altre informazioni

Il programma per i non frequentanti è identico a quello per i frequentanti, così come le modalità di verifica.
Ulteriori materiali (testi e indicazioni bibliografiche) saranno forniti durante il corso e messi a disposizione in formato digitale sulla pagina internet del corso.

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità

Prerequisites

No prerequisite is required in addition to those necessary to overcome the TOLC.

Educational goals

The course offers students the possibility:
- to know the developments of the medieval philosophical thought in the Latin, Arabic and Greek cultural / linguistic areas.
- to develop critical skills in the reading of medieval texts.
- to acquire skills in the use of the tools for historical philosophical analysis.
- to acquire a knowledge of the link between the "history of medieval philosophy" and the developments of contemporary culture.

The expected learning outcomes are:
- the ability to historicize medieval philosophical texts and to place them within their cultural context;
- the ability to analyze the arguments of medieval texts according to their different forms (quaestiones disputatae, comments, sermons, pamphlets, etc.);
- the knowledge of the main perspectives of contemporary historiography regarding medieval thought.

Course content

The course is divided into two parts.

First part (30 hours): THE DEVELOPMENT OF PHILOSOPHICAL THOUGHT IN THE MIDDLE AGES AND ITS INTERPRETATIONS
- Introduction to the study of the medieval philosophical thought and discussion of its place in the current cultural context.
- Issues of epistemology and methodology of the discipline.
- The roots, forms and traditions at the origin of philosophical thought in the Middle Ages.
- The philosophy after the end of the ancient world: the framework of the Mediterranean linguistic areas.
- Dialectical culture between the 11th and 12th centuries.
- The 12th century and the historical process of European philosophical “acculturation”.
- The philosophy in the universities.
- The medieval "schools" of thought and their traditions.
- "Middle Ages" and "Humanism": historiographical paradigms and the history of philosophical thought at the beginning of modernity.

Second part (30 hours): THE MAKING OF THE PHILOSOPHICAL LEXICON: A SURVEY OF THE MEDIEVAL COMMENTARIES TO METAPHYSICS Δ

- The philosophical “scholastic” lexicon and its influence on the history of philosophy.
- A brief history of Metaphysics: origin and tradition of a book.
- The great Arabic models (I): Avicenna’s al-Ilāhiyyāt.
- The great Arabic models (II): Averroes’s Great commentary.
- Latin translations and commentaries: Byzantium, Toledo and Paris.
- The major concepts in the commentaries of Aquinas, Albert the Great, John of Jandun, and Duns Scotus (1): principle.
- The major concepts in the commentaries of Aquinas, Albert the Great, John of Jandun, and Duns Scotus (2): cause.
- The major concepts in the commentaries of Aquinas, Albert the Great, John of Jandun, and Duns Scotus (3): nature.
- The major concepts in the commentaries of Aquinas, Albert the Great, John of Jandun, and Duns Scotus (4): one.
- The major concepts in the commentaries of Aquinas, Albert the Great, John of Jandun, and Duns Scotus (5): being.
- The major concepts in the commentaries of Aquinas, Albert the Great, John of Jandun, and Duns Scotus (6): relation.
- A language for philosophy: some remarks on the cultural relation between Middle Ages and Modern Age.

Teaching methods

Teaching will take place through lectures and reading and commenting texts with the students.

Assessment and Evaluation

The assessment will take place through an interview with an oral exam and will include the writing of an essay (maximum 20 pages) by each student who will agree the subject with the teacher.

Further information

The program for non-attending students is identical to the one for attending students, as well as the assessment methods.
Further materials (texts and bibliographical indications) will be provided during the course and made available in digital format on the course website.

If the teaching is taught in mixed mode or remotely, changes can be made compared to what is stated in the syllabus to make the course and exams accessible also in these ways.