STORIA DEL COSTUME E DELLA MODA

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
24211

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
STORIA DEL COSTUME E DELLA MODA
Insegnamento (nome in inglese): 
History of Costume and Fashion
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
MUSEOLOGIA E CRITICA ARTISTICA E DEL RESTAURO (L-ART/04)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
12
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
60
Ore di studio individuale: 
240
Ambito: 
Storia, archeologia e storia dell'arte
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Si richiede una conoscenza manualistica di base della Storia dell'Arte, dall'antichità alle Avanguardie storiche.

Obiettivi formativi

Il corso fornisce gli strumenti per una conoscenza della storia della moda dall'antichità all'età contemporanea, privilegiando una prospettiva interdisciplinare, con un'attenzione specifica al rapporto arte-moda e, per l'età contemporanea, a quello moda-cinema e moda-teatro.

Contenuti dell'insegnamento

- Analisi dei termini costume, moda, e abbigliamento in relazione alla storia dell'arte e alla sua evoluzione tra l'età antica e la contemporaneità(fondamentale sarà la consultazione del sito Arte | Moda Archive del CAV);
- approfondimento delle relazioni arte-moda in età rinascimentale (alle origini dello stile italiano);
- approfondimento delle relazioni tra moda e arti (pittura, architettura, scultura, cinema e teatro) nei diversi periodi (in modo particolare nel Novecento).

Testi di riferimento

Massimiliano Capella, Iacopo Palma e la moda italiana del Rinascimento, Bergamo 2015

Massimiliano Capella, Alta Moda Grande Teatro, Torino 2014

Massimiliano Capella, Roberto Capucci. Un dialogo con l'antico, in Roberto Capucci e l'Antico. Omaggio alla Vittoria Alata, Torino 2011, pp. 32-47 (http://artemoda.unibg.it/allegati/aam_t2_pubblicazioni_allegati/5/d79ce8...)

Giusi Ferrè, L'antico come modello fashion, in Roberto Capucci e l'Antico. Omaggio alla Vittoria Alata, Torino 2011, pp. 57-59

Massimiliano Capella, Iconic Marilyn, Centauria 2019

Clara Pellegris, Moda & Cinema: un intimo racconto, in Elephant & Castle, giugno 2017 (http://cav.unibg.it/elephant_castle/web/saggi/moda-cinema-un-intimo-racc...

Jane Bridgeman, Nobelmente adornati: textiles, identity and status in quattrocento Italy, in Elephant & Castle, giugno 2017 (http://cav.unibg.it/elephant_castle/web/saggi/nobelmente-adornati-textil...)

Marnie Fogg, Moda. La storia completa, ed. Atlante, ed. 2017

AA.VV., Tra Arte e Moda, catalogo della mostra, Museo Salvatore Ferragamo, Mandragora edizione 2016 (facoltativo)

Rosita Levi Pisetzky, Il costume e la moda nella società italiana, Torino 1978 (facoltativo)

Metodi didattici

Il corso si sviluppa con lezioni frontali, proiezioni, uscite didattico culturali ai poli museali e visite mirate.

Modalità verifica profitto e valutazione

L’esame è suddiviso in due parti. Una prima verifica di carattere teorico e manualistico sull'evoluzione della moda in relazione alla storia dell'arte; una seconda in cui lo studente discuterà una tesina di approfondimento su un argomento specifico concordato con il docente (quest'ultima parte è rivolta solo agli studenti frequentanti).

Prerequisites

It's required a basic knowledge of Art History, from antiquity to historical avant-garde in the twentieth century.

Educational goals

The course provides the tools for a knowledge of the fashion history from antiquity to contemporary age. The course has an interdisciplinary perspective, with an emphasis on the art-fashion relationship. For the contemporary age will be privileged the fashion-cinema and fashion-theatre relationships.

Course content

- Analysis of the terms costume, fashion, and clothing in relation to the art history between the ancient age and contemporaneity (fundamental is the consultation of the Arte / Moda Archive website of the CAV);
- analysis of art-fashion relations in the Renaissance (the origin of Italian style in fashion);
- analysis of the relations between fashion and arts (painting, architecture, sculpture, cinema and theater) in different periods (especially in the twentieth century).

Textbooks and reading lists

Massimiliano Capella, Iacopo Palma e la moda italiana del Rinascimento, Bergamo 2015

Massimiliano Capella, Alta Moda Grande Teatro, Torino 2014

Massimiliano Capella, Roberto Capucci. Un dialogo con l'antico, in Roberto Capucci e l'Antico. Omaggio alla Vittoria Alata, Torino 2011, pp. 32-47 (http://artemoda.unibg.it/allegati/aam_t2_pubblicazioni_allegati/5/d79ce8...)

Giusi Ferrè, L'antico come modello fashion, in Roberto Capucci e l'Antico. Omaggio alla Vittoria Alata, Torino 2011, pp. 57-59

Massimiliano Capella, Iconic Marilyn, Centauria 2019

Clara Pellegris, Moda & Cinema: un intimo racconto, in Elephant & Castle, giugno 2017 (http://cav.unibg.it/elephant_castle/web/saggi/moda-cinema-un-intimo-racc...

Jane Bridgeman, Nobelmente adornati: textiles, identity and status in quattrocento Italy, in Elephant & Castle, giugno 2017 (http://cav.unibg.it/elephant_castle/web/saggi/nobelmente-adornati-textil...)

Marnie Fogg, Moda. La storia completa, ed. Atlante, ed. 2017

AA.VV., Tra Arte e Moda, catalogo della mostra, Museo Salvatore Ferragamo, Mandragora edizione 2016 (facoltativo)

Rosita Levi Pisetzky, Il costume e la moda nella società italiana, Torino 1978 (facoltativo)

Teaching methods

The course is developed with frontal lessons, screenings, educational didactic exits to the museums and specific exhibitions.

Assessment and Evaluation

The examination is divided into two parts:
- A first part verifying theoretical and manual character of the evolution of fashion in relation to the art history;
- a second part in which the student will discuss a detailed essay on a specific subject agreed with the teacher (this second part is only intended for attending students).