DEONTOLOGIA PROFESSIONALE | Università degli studi di Bergamo

DEONTOLOGIA PROFESSIONALE

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
25269

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
DEONTOLOGIA PROFESSIONALE
Insegnamento (nome in inglese): 
PROFESSIONAL ETHICS
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE (M-PED/01)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
120
Ambito: 
Discipline pedagogiche e metodologico-didattiche
Obiettivi formativi

- Il corso si pone anzitutto l’obiettivo di far conoscere agli studenti e alle studentesse l’elaborazione recente delle scienze dell’educazione attorno alle dimensioni etico-antropologiche e pedagogiche della relazione educativa, con attenzione particolare alla dinamica intergenerazionale e alle età della vita.
- Inoltre intende sostenere percorsi di attenzione riflessiva sui contesti e sulle pratiche dell’incontro e della cura, e dell’interazione tra educatori, operatori sociali, figure tecniche.
- Infine permetterà di confrontare alcuni percorsi più recenti di definizione e applicazione dei Codici deontologici negli ambiti delle professioni educative.
- L’esperienza della pandemia ed il cammino impegnativo che da essa si apre meriterà un’attenzione forte e profonda: gli studenti e le studentesse rifletteranno su come l'educazione vada serbata e alimentata come gioco impegnativo di esposizione reciproca tra generazioni, e di con-naissance, di costruzione comune, di visione che lega in responsabilità.
Obiettivi crediti FIT

Studentesse e studenti:
- saranno accompagnati all’analisi di modelli e strategie educative per lo sviluppo di una scuola interculturale.
- conoscendo la scuola come ambiente di apprendimento svolgeranno l’analisi dei bisogni educativi e formativi degli adolescenti e dei giovani nel contesto sociale ridisegnato dalla pandemia, nelle organizzazioni educative e nelle agenzie di formazione formali, non formali e informali, in relazione anche alle ricadute sulle attività educative connesse ai cambiamenti culturali, degli stili di vita, nonché sulle implicazioni dei fenomeni sociali e interculturali nei contesti scolastici.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso assumerà come sua cornice le domande radicali rivolte alla relazione educativa dalla pandemia. Domande legate alla origine di tale relazione nella cura tra donne e uomini e tra generazioni, volta al futuro, alla coltivazione della vita; domande sospese e legate alla fiducia e alla capacità di affrontare rischio e dedizione; domande sulla paura, e sulla promessa.
Il corso presenterà, nella sua prima parte, l’incontro e lo studio dei caratteri della relazione educativa, in particolare quella tra le generazioni, delle intenzionalità e delle ombre che essa porta in sé. Tali caratteri chiedono un serio lavoro su di sé da parte di chi esercita le professioni educative.
Il rapporto tra l'educazione e le esperienze di vita e di incontro, il gioco, le dimensioni del gruppo, delle regole, della competizione /cooperazione, del rito, del cambiamento, della cura. Questi i temi che verranno ripresi in riferimento alla letteratura pedagogica, attraverso lo studio di casi e l’incontro con esperienze e pratiche presenti nella realtà nazionale.
In conclusione al corso si vivranno momenti di approfondimento con interlocutori provenienti da luoghi della ricerca e della pratica sulle sfide del presente (multiculturalismo, fragilità e disagio) particolarmente sfidati e ridisegnati dalla esperienza della pandemia.

Contenuti crediti FIT
La scuola nel 2020, in Italia e nel mondo, è restata nuda, svelata nel suo essere stata luogo prezioso di legame, ricerca, riseminazione di memorie, saperi e poteri, nel quadro della presenza reciproca tra adulti e minori, e le loro famiglie. Ma svelata anche nella sua fragilità, nelle sue defezioni, nei suoi formalismi funzionalisti. Luogo da riscoprire, ridiffondere, rigenerare.
Considerando la scuola come ambiente di apprendimento sarà possibile condurre l’analisi dei bisogni educativi e formativi degli adolescenti e dei giovani nel contesto sociale, nelle organizzazioni educative e nelle agenzie di formazione formali, non formali e informali. In relazione anche alle ricadute sulle attività educative connesse ai cambiamenti culturali degli stili di vita di adolescenti e giovani, nonché sulle implicazioni dei fenomeni sociali e interculturali nei contesti scolastici.
Si dovrà sviluppare l’analisi di modelli e strategie educative per lo sviluppo di una scuola interculturale, con riferimenti all’educazione alla democrazia, alla cittadinanza, alla pace e al rispetto dell’altro, alla prospettiva di genere, alle dinamiche di devianza e marginalizzazione e ai relativi pregiudizi, ai fenomeni di radicalizzazione e alle relative implicazioni nel contesto scolastico e nella formazione delle giovani e dei giovani.

Metodi didattici

La didattica si svolgerà:
- tramite lezioni frontali, sempre con una particolare attenzione a promuovere il dialogo, il confronto con le studentesse e gli studenti frequentanti, e un atteggiamento di ricerca e riflessione;
- realizzando momenti di incontro con attori sociali impegnati nelle aree interessate dal corso, con i quali realizzare studi di caso ed un esame critico delle pratiche sociali e dei servizi;
- presentando esiti di alcuni percorsi di supervisione di processi di attivazione sociale, di convivenza , di cooperazione tra servizi, famiglie e realtà territoriali nello sviluppo delle politiche sulle aree della fragilità, del disagio e del conflitto.

Parallelamente al corso, con frequenza libera, saranno organizzati seminari per l'esame di ricerche e di esperienze, su approcci metodologici specifici, per la conoscenza di esperienze presenti a livello locale e internazionale di particolare significatività legati alla stagione di cammino segnata dalla pandemia. Gli esiti dei seminari potranno essere presentati e discussi nel corso.
Qualora l’insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Modalità verifica profitto e valutazione

Nello svolgimento del corso e delle attività collegate, gli studenti vivranno occasioni di valutazione formativa e di autovalutazione. Partecipazione e qualità dei contributi offerti durante il corso, come pure le elaborazioni prodotte a conclusione dei seminari, verranno considerati nella valutazione finale.
Il colloquio d'esame sarà condotto proponendo domande aperte e specifiche per verificare la capacità degli studenti: di analizzare contesti complessi, di muoversi all'interno di una progettazione educativa e sociale.
Per il conseguimento dell'eccellenza si valuteranno le capacità degli studenti : di effettuare connessioni e di individuare nodi problematici; di porsi domande nuove, critiche a partire dall'esperienza di studio; di utilizzare un pensiero strategico.

Altre informazioni

Consigli per un approfondimento:
- E. Affinati, L’uomo del futuro, Mondadori, Milano, 2016
- G. Grandi. S. Dalla Porta, L’aiuto rischioso. Colloqui su montagna e soccorso alpino, Ed Meudon, Trieste, 2016
- P. Gandolfi, Noi migranti. Per una poetica della relazione, Castelvecchi, Roma, 2018
- F. Olivetti Manoukian, V. Tarchini ( a cura), Vita di vecchi, vita da vecchi, Maggioli, 2020

Si invitano studentesse e studenti a controllare periodicamente sulla pagina del corso e sul sito l'indicazione di seminari, di laboratori connessi al corso in presenza o a distanza.

Per gli studenti Erasmus è prevista la possibilità di utilizzare una bibliografia in toto o in parte in lingua da concordare con il docente. Il colloquio può essere sostenuto in parte in lingua. Un testo andrà scelto tra quelli indicati nella bibliografia in lingua italiana.

Educational goals

During the course the students will study the most recent theories and researches of the sciences of education and their ethic and anthropological connections in the educational relationship, with particular attention to the relations between generations and to the different ages in life. Besides a special attention will be devoted to the practices of research and training of educators, minors, social workers.
The expperience of otbreak of pandemic will require a special attention: a strong and deep attention. Students will have to reflect on the new social demands, on the new forms of con.naissance, on the common building of knowledge and responbility.
FIT
Students will l analyse educational strategies for the development of an intercultural school.
Considering school as a learning environment they will analyze the educational needs of the youth in the social contest, the new social context redigned by pandemic, in the educational organizations and in spaces of formal and informal education, in relation to the educational activities tied to the cultural changes of the life styles and to the implication of the social and intercultural phenomena in the schools.

Course content

The course will assume as its frame the radical questions arisen out the pandemic. Questions addressed to the origin of care between men and women, to the cultivation of life; questions which are suspended and tied up to the capacity of coping with risk and dedication, questions on fear and promise.
In the first part the course will deal with the features of educational relationship, especially among generations, of the “shadows” it contain. Those require a deep training above all by those people who work in social fields.
The relationship between experiences of life and encounter, and education, playing, responsibility and conflict; cooperation, rites, the importance of care will be investigated and developed in the recent literature and also with the study of cases and meeting experiences of the nation .
At the end of the course there will be meetings with experts on the challenges of the contemporary age (multiculturalism, frailty, exclusion) which have been challenged by the recent experience of pandemic.

Contents for FIT credits
In 2020 school, in Italy and all around the world, has been bare, and precious at the same time in its being a place of bonds, research, resowing of memories, knowledge and power, in reciprocal presence. presence of adults and minors, and their families. Schools that has revealed its weakness in its defection, in its formalism. School as a place to ridiscover, to ridiffuse, to regenerate
Considering school as a learning environment, it will be possible to analyze in depth the educational needs of the teeanagers and of the young people with special reference to the social contexts, the educational organisations and the places for formal and informal education. All that especially taking into account the cultural changes, the life styles, the social and intercultural implications within the school contexts.
An analysis of the educational models and strategies will be developed with the aim of an intercultural school, with special reference to the education to the democracy, the citizenship, the peace, the mutual respect, the gender perspective, the deviance’ s dynamics, the process of marginalisation and its prejudices, the inclusion processes, the multiple modes of discrimination, racism, radicalization and the implications of all that within the schools.

Teaching methods

The didactics includes frontal lectures, aiming to promote the student’s participation and interaction, with the aim of continual debate and exchange with them.
The lectures will also propose the meeting with social workers engaged in projects related with the themes and issues discussed in the course.
Some workshops will propose the analysis of texts and researches; on the analysis of different methodologies in order to know local and international realities particularly significant and marked by the outbreak of pandemic. The results of workshops will be, probably, presented and discussed in the course.
If the course is partially or totally taught online, some modification will be introduced in order to suit the online teaching mode.

Assessment and Evaluation

During the lectures and the other connected activities the students will live opportunities of auto-evaluation and educational evaluation.
The examination will be an oral one. The exam consists of the test of the knowledge and the competences by means of several modalities of evaluation: testing and evaluating the abilities of critically analyzing the items of the course and motivate the acquired knowledge by debating the theoretical references, the eventual research works and case studies; testing and evaluating the acquired knowledge by an oral discussion of the theoretical and methodological social and educational references; evaluating the degree of participation and personal engagement and original contribution in the debate and activities during the course; evaluating the ability of realizing connections at a multidisciplinary level and the competence of comprehending the specific items and methodological approaches connected to the course within the wider pedagogical context and within the methodological and scientific debate concerning the contemporary social pedagogy.
To summarize a main object of the evaluation will be the capacity of analyzing complex cultural and educational contexts in order to intervene in them and achieve an adequate educational social planning.

Further information

In order to deepen and expand knoledwed these book are recommended:
- E. Affinati, L’uomo del futuro, Mondadori, Milano, 2016
- G. Grandi. S. Dalla Porta, L’aiuto rischioso. Colloqui su montagna e soccorso alpino, Ed Meudon, Trieste, 2016
- P. Gandolfi, Noi migranti. Per una poetica della relazione, Castelvecchi, Roma, 2018
- F. Olivetti Manoukian, V. Tarchini ( a cura), Vita di vecchi, vita da vecchi, Maggioli, 2020
The students are invited, during the teaching period, to control the different possible proposals of seminars and workshops connected with the course.
Erasmus students are very welcomed and they are invited to personally communicate to the professor in order to choose together a peculiar bibliography partially or totally in a foreign European language, according to the individual background of the student and to her/his competences in languages.
One of the books must be chosen from the Italian bibliography indicated.