DIRITTO PRIVATO

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
86031

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
DIRITTO PRIVATO
Insegnamento (nome in inglese): 
PRIVATE LAW
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa di Base
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 
Altri docenti: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
48
Ambito: 
Giuridico
Materiali didattici: 
Prerequisiti

La buona conoscenza della lingua italiana parlata e scritta

Obiettivi formativi

Il corso è finalizzato a fornire la conoscenza dei principi fondamentali di quella parte dell’ordinamento giuridico che regola i rapporti tra privati, con particolare attenzione alle associazioni, alle obbligazioni e ai contratti. Durante le lezioni, non obbligatorie ma fortemente consigliate, viene offerto un approccio critico della materia, ispirato al rispetto della legalità costituzionale e comunitaria e alla centralità del valore della persona. Attraverso l’esame di casi pratici, il corso si propone di offrire agli studenti un metodo di valutazione dell’interesse che l’ordinamento, di volta in volta, tutela, indispensabile per chiunque voglia formarsi nell’ambito economico.
Al termine del corso, lo studente avrà conseguito la capacità di individuare la ratio, (la finalità) delle norme giuridiche, svolgendo gli opportuni collegamenti tra i diversi istituti della materia. Avrà inoltre acquisito la terminologia corretta e la capacità di ragionare riflettendo sull’importanza delle regole giuridiche.

Contenuti dell'insegnamento

Introduzione. Il diritto privato. Le categorie generali. Fatti e atti giuridici. I soggetti. Proprietà e diritti reali. Il possesso. Le obbligazioni. Il contratto. I singoli contratti. Le fonti non contrattuali di obbligazione. L’illecito civile. Brevi cenni alla famiglia, alle successioni e alla tutela dei diritti.

Testi di riferimento

P. Perlingieri e AA.VV., Istituzioni di diritto civile, Edizioni Scientifiche Italiane (ESI), Napoli, 2018; O in alternativa
C.M. Bianca e M. Bianca, Istituzioni di diritto privato, Giuffré, Milano, 2014; M. Paradiso, Corso di Istituzioni di diritto privato, Giappichelli Editore, Torino, 2018.
Dopo lo studio del manuale per tutti M. Pennasilico, Contratto e interpretazione. Lineamenti di ermeneutica contrattuale, 3 ed., di prossima pubblicazione, Giappichelli Editore, Torino, 2018.

Metodi didattici

La didattica si svolgerà tramite lezioni frontali tenute esclusivamente all’interno dell’aula, offerte dal docente titolare dell’insegnamento senza l’ausilio di strumenti informatici, per valorizzare l’importanza dell’oratoria e per consentire un’adeguata comprensione delle complesse nozioni di diritto privato attraverso l’analisi di casi pratici, al fine di stimolare gli studenti ad intervenire e a formulare domande che facilitino la corretta valutazione delle norme illustrate.
In considerazione del tempo a disposizione, del grado di attenzione e di interesse degli studenti, potranno essere proposti, all’interno delle ore erogate di didattica frontale, seminari di approfondimento di alcune fattispecie.

Modalità verifica profitto e valutazione

La prova d’esame si svolge in forma orale; la valutazione è espressa in trentesimi. Durante l’esame il docente verifica la conoscenza degli istituti giuridici, l’acquisizione del linguaggio tecnico e la capacità dello studente di individuare la ratio della norma evocata.
La precisione e la completezza della risposta, il linguaggio utilizzato e il collegamento tra i diversi istituti sono gli elementi principali che il docente considera per la valutazione in trentesimi della prova sostenuta dallo studente.

Altre informazioni

Si consiglia l’utilizzo di un codice civile aggiornato

Prerequisites

Good knowledge of written and spoken Italian language

Educational goals

The course aims to provide the knowledge of the fundamental principles of the legal system that regulates the relationship among individuals, particularly regarding associations, obligations and contracts. During the lessons, whose attendance is not compulsory but strongly recommended, a critical approach is offered, inspired by the respect of European and constitutional principle of legality and by the mail relevance of human values. Valuing which are the interests the legal system is protecting each time is of main importance for those who attend economics and through practical case-law studies the course is intended to provide a method for this.
At the end of the course students will be able to identify the “ratio” (the “reason”) of legal rules, suitably connecting the different legal institutions. They will achieve a proper and correct language and be able to reason about the importance of these rules.

Course content

Introduction. The private law. The general categories. Facts and legal acts. The subjects. Property and real rights. The possession. The obligations. The contract. Non contractual sources of obligations. The tort. Breifly about family, successions and the protection of the rights.

Teaching methods

Exclusively in classrooms, frontal teaching is given by the professor in charge, without electronic devices, in order to enhance the importance of the speech, to offer an adequate comprehension of the subtle elements of private law through practical case-law and to challenge students to ask questions that may help the correct valuation of the explained rules.

Assessment and Evaluation

The examination is oral. The evaluation is expressed in 30ths. During the exam the professor tests knowledge of the student about legal institutes, his technical language and his ability to identify the aim of the rule looked on.
Preciseness, entirety of the answer, correct language and links among the different institutes are the main requirements the professor takes into account for the assessments in 30ths of the test.

Further information

The use of an updated civil code is suggested