TEORIA DEL PORTAFOGLIO

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
90022

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
TEORIA DEL PORTAFOGLIO
Insegnamento (nome in inglese): 
PORTFOLIO THEORY
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE (SECS-S/06)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
9
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni
  • Corso di studi in ECONOMIA AZIENDALE, DIREZIONE AMMINISTRATIVA E PROFESSIONE - Percorso formativo in ECONOMIA AZIENDALE, DIREZIONE AMMINISTRATIVA E PROFESSIONE

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
72
Ambito: 
Statistico-matematico
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Alcune conoscenze di statistica e di algebra lineare che comunque verranno richiamate durante il corso.

Obiettivi formativi

Trasmettere la capacità di investire con strumenti finanziari. Per fare ciò si propone lo studio : 1) di metodologie di investimento (in ambito azionario e obbligazionario) 2) delle motivazioni sottostanti il loro funzionamento, e 3) della loro consistenza con la teorie economiche.

Contenuti dell'insegnamento

I primi due moduli (6 cfu) sono sviluppati sulle parti I e II.
Parte I: Il problema di scelta del portafoglio in titoli obbligazionari. Metodologie per valutare il rischio/guadagno di portafogli di titoli obbligazionari. Duration e convessità di un portafoglio di titoli obbligazionari. Immunizzazione finanziaria. Problemi di scelta del portafoglio e applicazioni pratiche. Parte II: Il problema di scelta del portafoglio in titoli azionari. Metodologie per affrontare la scelta tra variabili aleatorie. Ordinamenti di preferenza e ordinamenti stocastici. Avversione al rischio. Valutazione del Rischio e del guadagno aleatorio. Misure di rischio. Consistenza con la teoria di Von Neumann - Morgestern. La classificazione delle scelte aleatorie consistenti con la teoria dell'utilità. Problemi di teoria del portafoglio Parte III: CAPM e applicazioni pratiche. Modelli fattoriali e giustificazione teorica. CAPM e APT nella pratica. Introduzione all'uso di titoli derivati. Scelta del portafoglio con titoli derivati.

Testi di riferimento

1) Introduzione alla finanza matematica
Concetti di base, tassi, obbligazioni
di Riccardo Cesari, Elisa Susini

2) Introduzione alla finanza matematica. Mercati azionari, rischi e portafogli
di Riccardo Cesari

Metodi didattici

Il corso è suddiviso in due terzi di lezione teorica e un terzo di lezione pratica in laboratorio.

Modalità verifica profitto e valutazione

Tipologia: scritto e orale
Prova scritta obbligatoria: test della durata di 120 minuti tenuto nel laboratorio di computer dove valutiamo l'abilità degli studenti nel fare scelte ottimali con obbligazioni, azioni e derivati. Ogni prova scritta viene corretta di fronte allo studente il giorno dell'orale. Con l'esame orale verifichiamo la conoscenza degli studenti delle diverse tematiche attinenti la teoria del portafoglio.
Lo scritto consiste in esercizi di scelta del portafoglio svolti con Excel (in genere un esercizio per ogni modulo 1) scelta del portafoglio con obbligazioni; 2) scelta del portafoglio con azioni; 3) scelta del portafoglio di larga scala o con titoli derivati).
Prova intermedia
Esiste una prova intermedia (compitino) durante l’anno che permette alle persone che la superano di fare uno scritto e un’orale sui primi due moduli e poi fare scritto e orale solo sul terzo modulo.
ORALE:
L’orale consiste in qualche domanda sui contenuti del corso. Relativamente alle dimostrazioni svolte durante il corso si richiede la conoscenza di almeno una dimostrazione a scelta (tra quelle svolte a lezione) per ogni modulo. L’orale avviene lo stesso giorno dello scritto quando il numero dei presenti all'esame scritto è inferiore a 20-25. Per la prova intermedia e quando il numero dei presenti all'esame scritto è elevato si concorda una data o più date dell'orale con il docente.

Prerequisites

Basic knowledge of statistics and linear algebra.

Educational goals

Trasmit the practical and theoretical knowledge of the portfolio theory

Course content

The first two parts represent the first 6 cfu.
Part I: Portfolio selection on the fixed income market. Methodologies to value the risk and the earn. Duration and convexity. Financial immunization. Portfolio selection problems and applications. Part II: The portfolio selection problem on the equity market . Methodologies to value the choice among random variables. Orderings and stochastic orderings. Adversion to risk. Valuation of the random risk and earn. Risk measures. Consistency with Von Neumann - Morgestern theory. The classification of the random choices consistent with the expected utility. Portfolio selection problems in practice Part III: CAPM practical applications. Factor models and theorical giustification. CAPM and APT in practice. Introduction to the use of contingent claims. Portfolio selection with contingent claims.

Textbooks and reading lists

1) Introduzione alla finanza matematica
Concetti di base, tassi, obbligazioni
di Riccardo Cesari, Elisa Susini

2) Introduzione alla finanza matematica. Mercati azionari, rischi e portafogli
di Riccardo Cesari

Teaching methods

The 66% of lessons are theoretical and 34% are practical (developed in computer lab)

Assessment and Evaluation

Type: written and oral.
Written test (mandatory): test of 120 minutes in the computer lab where we examine the students' ability to chose optimal portfolios in different markets: fixed income market, stock market and derivative market. Every written test is corrected in front to the student the day of the oral valuation. During the Oral exam we verify the student's theoretical knowledge.