IMPRENDITORIALITÀ , PRIVATE EQUITY E PROFESSIONAL SERVICE FIRMS (PSF)

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
91078

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
IMPRENDITORIALITÀ , PRIVATE EQUITY E PROFESSIONAL SERVICE FIRMS (PSF)
Insegnamento (nome in inglese): 
ENTREPRENEURSHIP, PRIVATE EQUITY AND PROFESSIONAL SERVICE FIRMS (PSF)
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
12
Responsabile della didattica: 
Altri docenti: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Annualità Singola
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
96
Ore di studio individuale: 
204
Ambito: 
Aziendale
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

Il corso è suddiviso in due moduli teorico-pratici. Un primo di “Imprenditorialità e private equity” (Modulo I). Un secondo di “professional service firms” (Modulo II).
Il primo modulo ha come obiettivo formativo principale quello di introdurre gli studente ai temi dell’imprenditorialità. Al termine del corso lo studente conoscerà le dinamiche relative al processo imprenditoriale. Sarà in grado di comprendere i fattori che favoriscono il successo di un progetto imprenditoriale e sarà capace di riconoscere e sviluppare un’idea imprenditoriale ed un modello di business. Lo studente, inoltre, avrà un’approfondita conoscenza del mondo del private equity, del suo funzionamento, della sua diffusione e dei relativi fattori di successo. Gli studenti frequentanti saranno in grado di sviluppare un business plan.
Il secondo modulo ha invece come obiettivo formativo principale quello di introdurre gli studenti alla tematica del management delle organizzazioni professionali tracciandone le caratteristiche e le peculiarità. In un’economia – sia nazionale che globale – che si caratterizza per un progressivo spostamento della creazione di ricchezza dai settori primario e secondario verso il terziario avanzato, il fenomeno del professionalismo sta assumendo un’importanza determinante non solo in termini economici, ma anche organizzativi e gestionali. In questo scenario il corso si propone dapprima di familiarizzare gli studenti con i concetti basilari di professione, professionismo e professional service firms. In secondo luogo si propone di fornire agli studenti gli strumenti sia teorici che operativi per comprendere le peculiarità organizzative, manageriali, commerciali e di gestione del cliente tipiche di quelle realtà di impresa che si caratterizzano per elevata intensità di capitale intellettuale, bassa intensità di capitale finanziario e da una forza lavoro fortemente professionalizzata. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di comprendere i principi gestionali delle organizzazioni professionali e avranno gli strumenti e le nozioni necessarie per poter proficuamente operare in imprese ed organizzazioni caratterizzate da elevata intensità di capitale intellettuale.

Contenuti dell'insegnamento

Il modulo di “imprenditorialità e private equity” rivolgerà particolare attenzione alle seguenti tematiche:
- Analisi della figura dell'imprenditore, delle sue caratteristiche e della sua relazione con l'impresa;
- Descrizione del contesto imprenditoriale italiano e della propensione all'imprenditorialità;
- Analisi degli imprenditori esterni (incubatori e private equity).
Il secondo modulo invece coprirà diverse tematiche attinenti il fenomeno del professionalismo e il management delle organizzazioni professionali. Particolare attenzione sarà rivolta alle seguenti tematiche:
- Le caratteristiche distintive delle professional service firms;
- Le diverse tipologie di professional service firms;
- L’importanza economica del professionismo nel panorama imprenditoriale italiano;
- L’evoluzione della regolamentazione delle professioni nel contesto italiano;
- Le caratteristiche distintive dei servizi professionali;
- Le peculiarità distintive delle professional service firms rispetto ai più tradizionali paradigmi organizzativi;
- Il management e la misurazione delle performance nelle organizzazioni professionali;
- La vendita di servizi professionali e la gestione delle relazioni con il cliente;
- I modelli organizzativi e manageriali appresi nella gestione dei professional business;
- La gestione delle risorse umane caratterizzate da un elevato grado di autonomia operativa e organizzativa;
- I processi di misurazione della conoscenza e di valutazione del capitale intellettuale;
- La gestione di relazioni discontinue con clienti attuali e prospettici;
- L’individuazione e la gestire delle relazioni di network necessarie all’acquisizione di nuovi clienti nello specifico scenario delle organizzazioni professionali.

Testi di riferimento

Modulo I
Dossena, G. (2009). Entrepreneur and enterprise: lights and shadows from the italian experience, Milano, McGraw-Hill (acquistabile sia in libreria che online: www.ateneonline.it)
Dossena, G. (2010). Entrepreneurship today, Milano, McGraw-Hill. (acquistabile sia in libreria che online: www.ateneonline.it)

Modulo II
- M. Bergamaschi, Professional Service Firms. Nuove traiettorie per competere, Egea, 2016

Metodi didattici

Il corso adotta una metodologia di apprendimento basata sull’interazione tra gli studenti e tra studenti e docenti, al fine di sviluppare abilità di pensiero critico e creativo. Compatibilmente con il calendario delle lezioni saranno organizzati per gli studenti frequentanti dei casi di studio da risolvere in gruppi composti da un massimo di sei studenti. Verranno inoltre calendarizzati incontri e testimonianze seminariali con figure di spicco del panorama imprenditoriale e delle organizzazioni professionali quali managing partners di grandi società di management consulting, studi e società di consulenza legale, notarile, di accounting, di ingegneria e di architettura. All'interno del modulo di “Imprenditorialità e private equity” gli studenti frequentanti potranno partecipare allo sviluppo di un’idea imprenditoriale e del relativo business plan (lavoro di gruppo).

Modalità verifica profitto e valutazione

Modulo I
Esame scritto da completare in un’ora composta da 20 domande chiuse e 5 domande aperte. L’esame si ritiene superato con una valutazione almeno pari a 18. Alla formazione del voto il punteggio ottenuto nelle domande a risposte chiuse contribuisce in misura del 66,6%, mentre quello ottenuto nelle domande a risposte aperte incide per il 33,4%. Sono previsti eventuali punti aggiuntivi (fino ad un massimo di 3) a fronte del completamento del business plan e di altre attività proposte in aula.

Modulo II
Un esame scritto da completare in un’ora. L’esame è composto da Quattro domande a risposta aperta. Ciascuna domanda viene valutata in scala da 18 a 30. La valutazione finale è il risultato della media aritmetica dei punteggi ricevuti in ciascuna domanda. L’esame si ritiene superato con una valutazione minima di 18/30 in ciascuna delle quattro domande di cui si compone il test. Il docente può attribuire eventuali punti aggiuntivi (fino ad un massimo di 2.5) in base al livello di partecipazione individuale di ciascuno studente alle attività proposte in aula.

La valutazione complessiva dell’esame è calcolata come media aritmetica delle valutazioni ottenute nei due moduli.

La pubblicazione dei risultati avviene secondo le normali procedure previste ed adottate dall’ateneo

Prerequisites

None

Educational goals

The course is divided into two modules. A first named "Entrepreneurship and Private Equity" (Module I). A second named "professional service firms" (Module II).
The first module has as a main objective that of preparing students to the understanding of the main issues in entrepreneurship. After completing the module students will have a deep knowledge of the dynamics of the entrepreneurial process. They will be able to understand the factors that promote the success of a business project, to recognize and exploit a business opportunity, and to develop an effective business model. The student will also have a thorough knowledge of private equity, its functioning, its spread, and its success factors. Attending students will be also able to develop a business plan.
The second module has instead as the main objective that of introducing students to the issues of management of professional organizations. In a context - both nationally and globally - which is characterized by a gradual shift of the economy from the primary and secondary sectors, to the advanced services, the phenomenon of professionalism is getting increasing importance not only in economic terms, but also (and foremost) for management practices. In this scenario, the course first aims to familiarize students with the basic concepts of profession, professionalism and professional service firms. Second, it provides students with the necessary theoretical and operational understanding of the peculiarities of organizations characterized by high intensity of intellectual capital, low capital intensity, and professionalized workforce. After completing the course, students will be able to understand the principles of professional organizations management and will also have the tools and knowledge needed to be able to operate profitably in companies and organizations characterized by high intensity of intellectual capital.

Course content

The module of "entrepreneurship and private equity" will pay special attention to the following issues:
- Analysis of the entrepreneur, its characteristics and its relationship with the company.
- Description of the Italian business environment and the propensity for entrepreneurship;
- Analysis of external actors contractors (incubators and private equity).
The second module instead, will cover various issues pertaining to the phenomenon of professionalism and the management of professional organizations. Particular attention will be paid to the following issues:
- The distinctive features of professional service firms.
- The different types of professional service firms.
- The economic importance of professionalism in the Italian context.
- The evolution of the regulation of professions in the Italian context.
- The distinctive features of professional services.
- The unique features of professional service firms compared with more traditional organizational paradigms.
- The management and performance measurement in professional organizations.
- The sale of professional services and the management of professional business relationships.
- The management of human resources with a high degree of autonomy and organizational.
- The processes of intellectual capital measurement.
- The management of discontinuous relations with current and prospective customers;
- The identification of network relationships to the acquisition of new clients in the specific setting of professional organizations.

Textbooks and reading lists

Module I
Dossena, G. (2009). Entrepreneur and enterprise: lights and shadows from the italian experience, Milano, McGraw-Hill (can also be purchased online through www.ateneonline.it)
Dossena, G. (2010). Entrepreneurship today, Milano, McGraw-Hill. (can also be purchased online through www.ateneonline.it)

Modulo II
- M. Bergamaschi, Professional Service Firms. Nuove traiettorie per competere, Egea, 2016

Teaching methods

The course adopts a learning method based on the interaction between students, and between students and instructors. It thus stimulate creativity and critical thinking.
In line with the course schedule, lecturers will organize in group-case studies to be solved by groups of students composed by no more than six individuals. They will also arrange special seminars held by entrepreneurs as well as important professionals like, managing partners of management consulting firms, and partners of legal, accounting, engineering and architecture firms. During the module of “Entrepreneurship and private equity” attending students will also have the opportunity to take part to the development of a business idea and to the completion of a business plan (in group).

Assessment and Evaluation

Module 1
A written exam to be completed in 1 hour composed by 20 close and 5 open-ended questions. The exam is passed with a minimum score of 18. The final grade is the result of the points get in the closed-ended questions test (66,6%) and in the open-ended questions part (33,4%). The final grade obtained by attending students can benefit of additional points (up to 3) due to positive evaluations received after the completion of the business plan and other training simulations undertaken in classroom.

Module 2
A written exam to be completed in 1 hour. The exam is composed by four open-ended questions. Each question will be given a maximum of 30 points. The final grade is the result of the average of the sum of points got in each question. To pass the exam students must achieve a minimum of 18 points to each question. The course lecturers can also attribute additional points (up to 2.5) according to the students’ level of participation to class activities.

The overall evaluation of the exam will be computed as the arithmetic mean of the grade assigned after the successful completion of both Module 1 and Module 2.

The results of the exam will be published according to general procedures adopted by the University.