DIRITTO DEI MIGRANTI | Università degli studi di Bergamo

DIRITTO DEI MIGRANTI

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
68092-MOD1

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
DIRITTO DEI MIGRANTI
Insegnamento (nome in inglese): 
Law of migrants
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
DIRITTO AMMINISTRATIVO (IUS/10)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 
Altri docenti: 
Mutuazioni
  • Corso di studi in DIRITTI DELL'UOMO, DELLE MIGRAZIONI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
discipline giuridiche
Obiettivi formativi

Il corso è volto a fornire agli studenti le conoscenze fondamentali in tema di disciplina giuridica dell’immigrazione, condizione giuridica e diritti e doveri degli stranieri. Gli studenti acquisiranno le competenze giuridiche necessarie alla definizione e alla gestione di progetti riguardanti i fenomeni migratori e le politiche di inclusione e di integrazione.

Contenuti dell'insegnamento

- Cittadinanza italiana e condizione giuridica dello straniero
- La cittadinanza europea, il diritto di libera circolazione e di soggiorno dei cittadini europei nel territorio degli Stati membri
- L’evoluzione storica del diritto dell’immigrazione
- Protezione internazionale e altre forme di protezione degli stranieri
- La procedura di riconoscimento della protezione internazionale
- L’ingresso e il soggiorno degli stranieri nel territorio dello Stato italiano
- Il sistema di accoglienza degli stranieri
- L'allontanamento dal territorio dello straniero
- Diritti e doveri degli stranieri
- La tutela contro le discriminazioni
- La tutela dei minori stranieri

Metodi didattici

Lezioni frontali, analisi di casi pratici.
Gli studenti potranno essere invitati a partecipare a seminari e convegni attinenti agli argomenti del corso.
Il corso prevede anche l'organizzazione di attività di FAD (formazione a distanza) con la pubblicazione su piattaforma moodle di materiali di supporto allo studio, ivi compresi articoli di approfondimento, che sono parte integrante del programma di studio.

Modalità verifica profitto e valutazione

Per gli studenti frequentanti la verifica dell'apprendimento è effettuata attraverso una prova orale sul programma di Diritto dell’immigrazione e una discussione in aula condotta da piccoli gruppi di studenti (con presentazioni, analisi di casi di studio), su argomenti e questioni affrontate durante il corso.
La partecipazione ai lavori di gruppo comporterà un esonero dallo studio di una parte del materiale integrativo pubblicato sulla piattaforma moodle.
Il voto finale è determinato dalla media dei voti delle due prove (esame orale e lavori di gruppo e relativa presentazione).

Per gli studenti non frequentanti l'esame si svolge esclusivamente in forma orale su tutto il programma (compreso tutto il materiale pubblicato sulla piattaforma moodle).

L'esame di Diritto dei migranti e delle ONG è unitario. L'esame di Diritto dei migranti deve quindi essere sostenuto contestualmente all'esame di Diritto delle ONG, salvo il caso in cui il modulo sia stato inserito dallo studente nel suo piano di studi come esame a scelta.

Altre informazioni

La frequenza al corso è vivamente consigliata (ma non obbligatoria).
Gli studenti, sia frequentanti che non frequentanti, debbono basarsi sul programma dell'anno accademico in cui intendono sostenere l'esame (indipendentemente dall’anno accademico di immatricolazione o di frequenza al corso). Non è consentito riferirsi a programmi o testi consigliati di anni accademici precedenti.
La consultazione costante della piattaforma moodle è fondamentale in quanto consente di essere informati su eventuali mutamenti nella disciplina. Qualora l'evoluzione normativa e giurisprudenziale lo renda necessario, durante il corso saranno indicate agli studenti (e opportunamente segnalate sulla piattaforma moodle) eventuali letture integrative atte ad aggiornare i contenuti del Manuale.

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Educational goals

The course aims at giving students a basic knowledge concerning migration law, the juridical condition and rights and duties of foreigners.
Students will acquire the competences to enable them to define and manage projects regarding migration phenomena and inclusion and integration policies.

Course content

- Italian citizenship and legal status of foreigners
- European citizenship, the right of EU citizens to move and reside freely within the territory of the Member States
- Historical evolution of migration law
- International protection and other forms of protection of persons outside their countries of origin
- Procedures to examine applications for international protection
- Entry and residence of foreigners in the Italian territory
- Reception system of migrants
- Removal and deportation of foreigners
- Rights and duties of foreigners
- Protection against discrimination
- Protection of foreign minors

Teaching methods

Classroom lessons, case-law analysis.
Students may be invited to attend seminars and conferences on specific course topics.
Distance learning, with on line publication on a moodle platform of teaching material - including feature articles - which is part of the study programme, will be organized.

Assessment and Evaluation

Students attending lessons will sit an oral exam on the Migration law syllabus and a class discussion (with presentations, analyses of case studies) with a small group of other students on topics and issues tackled during the course.

Students who take part in the working groups and in the final presentation will be exempted from the study of part of the teaching material published on the moodle platform.

The final grade is the grade point average of the evaluations of the oral exam and the group assignment and presentation.

For non attending students the exam will be exclusively conducted orally on the entire syllabus (including all the teaching material on the moodle platform).

Law of Migrants and NGOs is a unique exam and students must sit both the modules during the same exam session. Students can sit only the Law of Migrants exam if they choose this module as an optional exam.

Further information

Class attendance is recommended (however, it is not mandatory).
Students, both those attending and not attending lessons, must base their studies on the syllabus of the academic year in which they intend to sit the examination (regardless of their year of enrolment or of attendance). Students may not base their studies on syllabi and text books referring to past academic years.

Students are also advised to check the moodle platform for information on integrated material (including law texts). It is essential to consult the moodle platform frequently in that this allows students to be informed on any changes in the discipline. Should legal and jurisprudential development make it necessary, during the academic year students will find recommendations on the moodle platform of further reading material to update the contents of the Manuals.

In case of blended or on line teaching, syllabus and assessment methods could be modified.