STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE

Modulo Generico
Sede: 
BERGAMO
Codice dell'attività formativa: 
68097-MOD1

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE
Insegnamento (nome in inglese): 
History of political institutions
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE (SPS/03)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
95
Ambito: 
discipline sociologiche e politologiche
Materiali didattici: 
Prerequisiti

Conoscenze storiche di base dell'età moderna e contemporanea

Obiettivi formativi

Il modulo costituisce la prima parte del corso di Storia delle istituzioni politiche e storia della giustizia. Esso si propone di fornire strumenti primari di analisi e di comparazione con riferimento alla storia dei diritti umani nella sua interazione con la storia delle costituzioni e delle istituzioni politiche.
I presenti obiettivi fanno riferimento agli obiettivi formativi generali del corso di laurea 1. e 2.; sono cioè tesi a fornire in prospettiva storica conoscenze e categorie di analisi e di sintesi, utili alla costruzione di una formazione multidisciplinare rivolta alla comprensione della relazione fra diritti umani e istituzioni contemporanee, nella sua complessità, nonché allo sviluppo della competenza a programmare e a gestire progetti di cooperazione internazionale finalizzati alla tutela dei diritti umani.
Obiettivi specifici del modulo di storia delle istituzioni politiche sono:
- conoscere a grandi linee il percorso storico di emersione dei diritti soggettivi, fra tardo medioevo ed età contemporanea, e i profili costituzionali dello Stato occidentale più strettamente correlati alla questione dei diritti, con focalizzazione sull’arco temporale XIX e XX secolo
- padroneggiare alcuni testi costituzionali esemplari per il periodo e per i temi in oggetto
- acquisire categorie di analisi adeguate all’oggetto della trattazione
- saper applicare autonomamente le categorie di analisi acquisite ai testi in esame
- disporre di un lessico adeguato ad una trattazione divulgativa dei contenuti del corso.

Contenuti dell'insegnamento

Diritti e forme dello Stato in Occidente (XVIII-XX secolo) - Il corso propone un percorso base di storia dei diritti dell'uomo in chiave costituzionale, con riferimento al mondo occidentale. Esso partirà dall'esperienza dalle rivoluzioni politiche dell'età moderna, che hanno messo a tema i diritti soggettivi; metterà a fuoco i profili dello stato di diritto ottocentesco, con la presenza di tensioni opposte che lo caratterizzano, una verso un’evoluzione democratica, l’altra conservatrice. Saranno considerate alcune delle riflessioni più importanti sulla forma democratica, nel passaggio dal paradigma individualistico classico alle prime istanze della società di massa che si profilano dalla metà dell’Ottocento. Si prenderanno in esame le trasformazioni costituzionali in atto nel primo dopoguerra, con il declino delle monarchie, l’avvento di nuove repubbliche, l’emergere dei diritti sociali, le fragilità del parlamentarismo e il rafforzarsi delle burocrazie. Alcune lezioni saranno dedicate alle esperienze autoritarie e totalitarie dell’Europa del primo ‘900, con riferimento al regresso dei diritti di cittadinanza e agli strumenti di dominio impiegati da tali regimi. Il corso si concluderà con un’escursione nei caratteri storici delle costituzioni del secondo dopoguerra e alla loro contrastata attuazione.

Testi di riferimento

A) Due testi di base (uno storico l’altro sugli aspetti concettuali):
Opzione 1
- M. Fioravanti (a cura di), Lo stato moderno in Europa, Laterza (tutto: 240 pp.)
- W. Reinhard, Storia delLo Stato moderno, il Mulino (tutto: 120 pp.)
Opzione 2:
- M. Meriggi, L. Tedoldi (a cura di), Storia delle istituzioni politiche. Dall’antico regime all’era globale, Carocci (tutto: 280 pp.)
- P. Costa, Cittadinanza, Laterza (pp. 160) // oppure A. Facchi, Breve storia dei diritti umani, il Mulino (pp. 160)
B) Un testo primario a scelta fra i seguenti:
- J. S. Mill, On Liberty
- H. Kelsen, Essenza e valore della democrazia
- H. Arendt, Le origini del totalitarismo (una parte a scelta).

Metodi didattici

Lezione frontale, approccio problem solving, analisi partecipata di testi primari, uso di slide, studio individuale dei testi adottati.

Modalità verifica profitto e valutazione

Esame orale con 1 domanda su ciascun testo e 1 domanda sui contenuti del corso per i frequentanti. Gli studenti frequentanti prepareranno scrupolosamente gli appunti del corso e tutti i documenti che saranno proposti a lezione.
Gli studenti non frequentanti risponderanno a ½ domande su ciascun testo e a 1 domanda sui documenti (= testi costituzionali) forniti sulla piattaforma e-learning (moodle).
Questi testi primari scaricati dalla piattaforma moodle DEVONO essere portati con sé al colloquio d’esame.
Le domande verificheranno che gli obiettivi del corso (conoscenza dei contenuti, acquisizione e applicazione delle categorie, familiarità con i testi, padronanza del lessico di base) siano stati raggiunti, in misura sufficiente (18-23/30), discreta (24-26/30), buona (27-28/30), ottima (29-30/30).

Altre informazioni

La frequenza al corso faciliterà l’acquisizione di concetti, di abilità di analisi dei testi costituzionali, di un approccio storico alla questione dei diritti e dell’organizzazione del potere politico.
Le slide, i testi delle fonti commentate a lezione ed eventuali avvisi saranno reperibili sulla piattaforma e-learning alla fine del corso.
Coloro che siano impossibilitati a frequentare potranno rivolgersi alla docente per un colloquio orientativo, contattandola via e-mail.
La docente riceve per appuntamento nella sede di via Pignolo 123, ufficio 201.

Prerequisites

Basic knowledge of the early modern and contemporary history

Educational goals

The class is the first part of the course on History of Political Institutions and History of Justice.
By attending the course and the individual study the students:
- will be acquainted with the historical process that made human rights come to life, since the late middle ages to contemporary time and the constitutional features of the Western State, directly relating to the topic of rights.
- will acquire appropriate cathegories of analysis and to correctly apply them to the topics of the course
- will become familiar with some constitutional texts produced from the Seventeenth to the Twentieth Century concerning the object of interest
- will be able to expose the course contents in appropriate form.

Course content

Rights and State forms in Western history - The course offers a basic approach to rights and constitutional history in the Western world. It will focus on the development of a culture of human rights and on the connected form that political powers acquire from the late middles ages to contemporary times. It will devote particular attention to the 19th and 20th century, that is to say to the crisis of the classic form of the rule of law, to the authoritarian experiences that took place in the second quarter of the century, to the birth of contemporary constitutional democracies. Exemplary constitutional texts will be read and commented during the lessons to allow the students to get acquainted with constitutional language, concepts and topics in different historical environments.

Textbooks and reading lists

A) Two manuals (one historical, the other focused on concepts):
Option 1
- M. Fioravanti (a cura di), Lo stato moderno in Europa, Laterza (complete: 240 pp.)
- W. Reinhard, Storia delLo Stato moderno, il Mulino (complete: 120 pp.)
Option 2:
- M. Meriggi, L. Tedoldi (a cura di), Storia delle istituzioni politiche. Dall’antico regime all’era globale, Carocci (complete: 280 pp.)
- P. Costa, Cittadinanza, Laterza (pp. 160) // otherwise A. Facchi, Breve storia dei diritti umani, il Mulino (pp. 160)
B) One primary text chosen among the following ones:
- J. S. Mill, On Liberty
- H. Kelsen, Essenza e valore della democrazia
- H. Arendt, Le origini del totalitarismo (only one of the three parts, according to the student's preference). parte a scelta)

Teaching methods

Lecture, problem solving approach, cooperative analysis of primary texts, slides, individual study.

Assessment and Evaluation

Oral examination with 1 question on each text and 1 question on the contents of the lessons for the students who attend classes. Lessons given in class must be prepared thoroughly, with the constitutional sources there examined. Students must bring the constitutional sources along to the examination.
Students who may not attend classes will answer to 1/2 questions and to 1 question about the constitutional sources they will find on the e-learning platform.

Further information

Slides, historical sources examined during the lessons, incidental announcements will be loaded on the e-learning platform.
Attending the class is highly recommended.
Students who cannot attend classes may contact the teacher by e-mail for an individual talk that will help them to adopt a useful approach to the texts.
The teacher will receive the students on appointment in the office n. 201, via Pignolo 123.