CITTÀ ATTIVE E PRATICHE MOTORIE | Università degli studi di Bergamo

CITTÀ ATTIVE E PRATICHE MOTORIE

Modulo Generico
Sede: 
BERGAMO
Codice dell'attività formativa: 
158020-M2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2020/2021
Insegnamento (nome in italiano): 
CITTÀ ATTIVE E PRATICHE MOTORIE
Insegnamento (nome in inglese): 
ACTIVE CITIES AND BODILY PRACTICES
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE (M-EDF/01)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
60
Ambito: 
Discipline motorie e sportive
Prerequisiti

Avere preferibilmente frequentato il corso di Teorie, metodi e Didattiche delle attività motorie nelle età della vita (158001) al I anno di Scienze Motorie e Sportive.

Obiettivi formativi

Lo studente, al termine del modulo, conoscerà la relazione tra lo spazio urbano, le sue declinazioni e le influenze reciproche con le pratiche corporee e motorie.

Lo studente saprà, pertanto:
- inquadrare il movimento nella prospettiva più ampia della città attiva che facilita gli stili di vita attivi sul piano infrastrutturale, sociale, educativo;
- ne conoscerà la storia e le prospettive teoriche e applicative.

Anche grazie a laboratori ed esercitazioni osservative sul campo, al termine del modulo lo studente avrà raggiunto competenze di lettura dello spazio urbano in relazione al
corpo e al movimento umano e di progettazione di attività e interventi per favorire le pratiche corporee e gli stili di vita attivi.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso sarà centrato sul tema delle città attive e ne tratterà la storia, i casi, le applicazioni attuali e le prospettive future.
Le attività motorie quotidiane e le pratiche sportive verranno messe in relazione con
l’intenzionalità educativa dello spazio pubblico finalizzata alla facilitazione del movimento umano.
In particolare, l’attenzione verrà posta
- sui gruppi di cittadini fragili sul piano dell’autonomia di movimento: bambini, anziani, disabili;
- sulle pratiche di appropriazione informale degli spazi pubblici.
Il corso si articola in tre parti: teorica, osservativa, progettuale.

Metodi didattici

Nella prima parte del corso, l’attività didattica viene proposta con lezioni frontali che includono domande appositamente strutturate per incoraggiare processi riflessivi.
Nella seconda parte verranno effettuate osservazioni negli spazi pubblici con opportuni strumenti di indagine.
La terza parte sarà costituita da lavori di gruppo per la progettazione di spazi pubblici in relazione alle pratiche motorie.

Modalità verifica profitto e valutazione

L’esame è costituito da
- una prova orale
- la presentazione dei lavori di gruppo.
Per gli studenti frequentanti potranno essere previste prove in itinere.

Altre informazioni

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel Syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.
Gli studenti lavoratori non frequentanti avranno a disposizione un percorso in FAD (Formazione A Distanza) che verrà realizzato nello stesso periodo delle lezioni; le modalità di partecipazione al percorso FAD verranno presentate durante la prima lezione del corso oppure contattando direttamente il docente. Per gli studenti Erasmus è prevista la possibilità di concordare il programma d’esame previo colloquio.

Prerequisites

Preferably, to have attended the course Theories, methods, and didactics of human movement across the lifespan (158001) delivered at the I year of the Human Movement and Sport Sciences Degree Course

Educational goals

The student, ate the end of the module, knows the relationships among the urban space, its differentiations, and the reciprocal influences with bodily practices.
The student will be able
- to contextualize the human movement on the frame of the active cities perspective that enhances active lifestyles through infrastructural, social, and educative interventions;
- to know the history and the theoretical and applicative perspectives.
Thanks to workshops, and field observations, the student will achieve competences
- on reading the urban spaces in relationship with the body and the human movement;
- on planning activities to favor bodily practices and active lifestyles.

Course content

The course is focused on active cities and will present the history, the cases, the current examples, and the future perspectives.
The daily physical activities and sport practices will be linked to the educational intentionality of the public spaces aimed at promoting human movement.
The attention will be focused
- on citizens’ groups frailer for independent mobility: children, elderly, disabled.
- on the practices of informal appropriation of the public spaces.
The course is organized in three parts: theoretical, observational, workshop.

Teaching methods

In the first part, the teaching activity is proposed through lectures including requests specifically formulated to enhance thoughtful processes.
In the second part, field observations of public spaces, using adequate tolls, will be carried out.
The third part will be organized through group works for the planning of public spaces in relation with bodily practices.

Assessment and Evaluation

The final exam is based
- on an oral test
- the presentation of the group works.
For students attending the classes, ongoing tests could be organized.

Further information

Changes in methods and tools could be introduced in the Syllabus in case of blended or remote teaching.
For the student workers not attending the course, a Distance Learning (FAD) system will be activated. The procedure to take part in the FAD system will be presented in the first lesson of the course or upon contact with the teacher. For Erasmus students it is possible to agree the exam program upon a meeting with the teacher.