DIRITTO AMMINISTRATIVO | Università degli studi di Bergamo

DIRITTO AMMINISTRATIVO

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
25285-MOD1

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2020/2021
Insegnamento (nome in italiano): 
DIRITTO AMMINISTRATIVO
Insegnamento (nome in inglese): 
ADMINISTRATIVE LAW 1
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIRITTO AMMINISTRATIVO (IUS/10)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
120
Ambito: 
Discipline storiche, geografiche, economiche e giuridiche
Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti

Obiettivi formativi

Il corso si propone di dare agli studenti una visione di insieme dell’organizzazione amministrativa e dei principi che orientano l'azione della pubblica amministrazione così da fornire loro le conoscenze fondamentali per comprendere le caratteristiche del welfare socio-assistenziale italiano. In particolare, l’insegnamento è volto a dare agli studenti le competenze necessarie per poter lavorare nel “sociale”, rapportandosi con le pubbliche amministrazioni e i soggetti del Terzo settore che in tale contesto operano.

Contenuti dell'insegnamento

Conoscenza di base del diritto amministrativo:
- introduzione al diritto amministrativo
- il concetto di pubblica amministrazione
- i principi del diritto amministrativo
-l’organizzazione amministrativa e il personale delle pubbliche amministrazioni
- l’attività amministrativa: funzioni e servizi
- il provvedimento amministrativo
- il procedimento amministrativo
- il diritto di accesso ai documenti amministrativi. Il Freedom of Information Act
- i contratti dell’amministrazione
- la responsabilità dell’amministrazione e dei dipendenti pubblici

Il corso consta anche di un Laboratorio di Diritto amministrativo per i servizi sociali, per il cui programma si rinvia al syllabus ad esso dedicato.

Metodi didattici

Lezioni frontali.
Il corso prevede anche l'organizzazione di attività di FAD (formazione a distanza) con la pubblicazione su piattaforma moodle di materiali di supporto allo studio, particolarmente utili per gli studenti lavoratori. Tale materiale sarà comunque accessibile a tutti gli studenti, anche quelli non lavoratori.

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Modalità verifica profitto e valutazione

Per gli studenti frequentanti la verifica dell'apprendimento sarà effettuata attraverso una prova scritta facoltativa sul programma di Diritto amministrativo ed una prova orale finale sugli argomenti del Laboratorio.
La prova scritta sarà svolta al termine del ciclo di lezioni e si comporrà di 30 domande a risposta multipla. L'assegnazione del punteggio allo scritto osserva i seguenti criteri: alle risposte esatte è attribuito 1 punto, mentre alle risposte mancanti o errate zero punti, senza alcuna detrazione di punteggio.
I risultati della prova scritta sono espressi in trentesimi e sono resi pubblici sulla pagina dell'insegnamento sul sito internet dell'Università. La sufficienza (18/30) si raggiunge con 18 risposte esatte su 30.

Per gli studenti non frequentanti l'esame si svolge esclusivamente in forma orale su tutto il programma (parte di Diritto amministrativo e Laboratorio).

Altre informazioni

Gli studenti, sia frequentanti che non frequentanti, debbono basarsi sul programma dell'anno accademico in cui intendono sostenere l'esame (indipendentemente dall’anno accademico di immatricolazione o di frequenza al corso). Non è consentito riferirsi a programmi o testi consigliati di anni accademici precedenti.
Gli studenti che devono ancora sostenere l’esame di Diritto amministrativo per i servizi sociali e di comunità oppure quello di Diritto pubblico e amministrativo (a seconda del loro piano di studi), ivi compresi quelli part time, potranno svolgere tali esami (esclusivamente in forma orale) basandosi sul più recente programma degli stessi pubblicato on line, con l'unica avvertenza di fare riferimento all'ultima edizione dei testi (da controllare sul sito dell'editore).
La consultazione costante della piattaforma moodle è fondamentale in quanto consente di essere informati su eventuali mutamenti nella disciplina. Qualora l'evoluzione normativa e giurisprudenziale lo renda necessario, durante il corso saranno indicate agli studenti (e opportunamente segnalate sulla piattaforma moodle) eventuali letture integrative atte ad aggiornare i contenuti del Manuale. Tali letture faranno parte del programma da portare all’esame (sia per chi frequenta che per chi non frequenta)

Prerequisites

No prerequisites

Educational goals

The goal of the course consists of giving students a general overview of administrative law and providing them with the basic knowledge to understand the characteristics and issues of the Italian social services system. In particular, the course aims at giving students the competences to enable them to work in the social welfare field, dealing with the public administrations and the Third sector operating in that area of activity.

Course content

Basic knowledge of administrative law:
- introduction to administrative law
- concept of public administration
- principles of administrative law
- administrative organization and officials
- administrative activity: functions and services
- administrative acts
- administrative procedures
- access to administrative documents. The Freedom of Information Act
- public procurement
- liability of public bodies and officials

The course also consists of a Laboratory of Administrative Law for social services, whose contents can be read in the specific syllabus devoted to it.

Teaching methods

Classroom lessons.

Distance learning, with on line publication on a moodle platform of teaching material, will be organized in order to help working students. This teaching material will be accessible also to non working students.

If the teaching will be given in mixed mode or remotely, changes can be made compared to what is stated in the syllabus to make the course and exams usable also in these ways.

Assessment and Evaluation

Students attending lessons can sit an optional written test on the Administrative law syllabus and a final oral exam on the issues tackled during the Laboratory.
The written test will take place at the end of the course and will consist of 30 multiple choice questions. Scores on the written exam will be assigned according to the following criteria: 1 point for each correct answers, without subtraction of points for missing or wrong answers.
The results of the written exam are expressed in a mark out of thirty and are published on the course page of the University website. Passing mark is 18/30: students should answer correctly 18 questions.
For non attending students the exam will be exclusively conducted orally (both on the Administrative law syllabus and on the issues tackled during the Laboratory).

Further information

Students, both those attending and not attending lessons, must base their studies on the syllabus of the academic year in which they intend to sit the examination (regardless of their year of enrolment or of attendance). Students may not base their studies on syllabi and text books referring to past academic years.
Students who must still take the exams of Administrative Law for social and community services and of Public and Administrative Law (according to their study programme) must base their studies on the last syllaby concerning these courses that are published on line, paying attention to study the last edition of the text books (which can be checked on the publisher's website).
Students are also advised to check the moodle platform for information on integrated material (including law texts). It is essential to consult the moodle platform frequently in that this allows students to be informed on any changes in the discipline. Should legal and jurisprudential development make it necessary, during the academic year students will find recommendations on the moodle platform of further reading material to update the contents of the Manuals. Such reading material will be part of the syllabus for examination purposes (both for students who attend lessons and those who do not)