ETNOGRAFIA DELLE ORGANIZZAZIONI | Università degli studi di Bergamo

ETNOGRAFIA DELLE ORGANIZZAZIONI

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
84087

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2020/2021
Insegnamento (nome in italiano): 
ETNOGRAFIA DELLE ORGANIZZAZIONI
Insegnamento (nome in inglese): 
ETHNOGRAPHY OF ORGANIZATIONS
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Affine/Integrativa
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE (M-DEA/01)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
120
Ambito: 
Attività formative affini o integrative
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

Il corso si propone di permettere allo studente di:
- conoscere i temi, gli apparati concettuali e gli approcci metodologici che fondano le interpretazioni antropologiche delle organizzazioni nel più ampio quadro delle principali correnti storiche dell’antropologia e delle specificità del metodo etnografico e interpretativo della disciplina;
- acquisire competenze atte a discutere criticamente i principali modelli di analisi e le più importanti tradizioni di ricerca dell’antropologia delle organizzazioni e ad applicarne gli strumenti analitici alla ricerca etnografica;
- acquisire il lessico specifico disciplinare, sapendo riconoscere le specificità della disciplina antropologica nell’analisi delle organizzazioni in rapporto alle altre scienze umane e sociali, ma sapendo valorizzare, al contempo, gli approcci interdisciplinari;
- sviluppare capacità argomentative e di analisi critica (dei testi e dei contesti), attraverso un approccio antropologico-culturale alle organizzazioni con particolare riguardo al tema della diversità e della molteplicità culturale nei contesti organizzativi in ambito educativo, formativo e più ampiamente sociale.

Lo studente al termine del corso sarà in grado di:
- tradurre le conoscenze teoriche e metodologiche proprie dell’antropologia delle organizzazioni nell’assunzione di un approccio critico ed auto-critico in ambito professionale;
- comunicare le proprie analisi dei contesti all’interno del proprio gruppo di lavoro;
- riferirsi all’approccio etnografico, per migliorare l’ascolto e l’interpretazione dei processi sociali, comunicativi, formativi ed educativi nei diversi contesti organizzativi;
- applicare in maniera autonoma e critica il sapere antropologico e l’approccio etnografico nella propria pratica professionale con particolare riguardo all’interpretazione della dimensione culturale, e specificatamente interculturale, dei contesti organizzativi in ambito educativo, formativo, aziendale ecc.

Contenuti dell'insegnamento

L’analisi culturale delle organizzazioni offre una chiave interpretativa privilegiata nella lettura dei processi transcalari contemporanei, tra locale e globale. L’attenzione alle culture organizzative ha contribuito a offrire una visione più complessa di contesti organizzativi per lungo tempo analizzati in termini riduzionistici (ordine, integrazione, coerenza, .), svelando - a partire da studi etnografici attenti alle dimensioni implicite e processuali - la natura ambigua della vita organizzativa, attraverso approcci metodologici focalizzati sul carattere “situato” e sulla dimensione “narrativa” delle organizzazioni.nL’indagine etnografica presenta un potenziale conoscitivo e politico rilevante non solo nell’analisi delle biografie e delle narrazioni dei singoli contesti organizzativi (in ambito educativo, formativo, aziendale, umanitario,.), ma anche nello studio delle dinamiche culturali che si attivano nell’intreccio di logiche locali e processi globali e delle nuove forme organizzative e istituzionali di “sovranità mobili” che caratterizzano processi transnazionali contemporanei.

A partire dal quadro di riferimento teorico-metodologico dell’antropologia delle organizzazioni, il corso presenta un approccio di osservazione, analisi e interpretazione dei processi organizzativi che ne evidenzia la dimensione pratica e la componente negoziale, attraverso le quali complessi sistemi di relazioni, linguaggi, simboli e oggetti sono al centro di processi (mai compiuti) di significazione e agire organizzativo.
Il corso fornisce una panoramica su cosa significhi fare etnografia organizzativa, mostrandone la rilevanza in termini teorici, metodologici, pratici e interpretativi, attraverso il riferimento a esemplificazioni etnografiche che riserveranno particolare attenzione agli ambiti, alle questioni e ai problemi con i quali i futuri laureati dovranno confrontarsi nelle loro pratiche professionali con specifico riguardo ai contesti organizzativi multiculturali in ambito educativo e formativo.

Metodi didattici

Il corso prevede lezioni frontali, ma con un’attenzione particolare al confronto e al dialogo con gli studenti, che potranno, durante le lezioni, formulare proposte di approfondimento o dibattito.

All’interno del corso saranno organizzati per gli studenti frequentanti momenti laboratoriali con una forte componente interattiva, nei quali è prevista la discussione di case studies e la messa a punto di gruppi di lavoro ed esercitazioni dal taglio applicativo, volti a mostrare le opportunità offerte dalla prospettiva antropologica e del metodo etnografico per la futura pratica professionale in contesti organizzativi in ambito educativo e formativo.

Modalità verifica profitto e valutazione

La prova d’esame si svolgerà in forma orale e la valutazione sarà espressa in trentesimi.

L’esame orale sarà strutturato in tre domande vertenti sull’intero programma al fine di verificare la conoscenza e la comprensione dei contenuti esposti durante le lezioni (solo per i frequentanti) e della bibliografia assegnata.

Per i soli studenti frequentanti, eventuali lavori di ricerca prodotti durante il corso - all’interno di specifiche linee seminariali e laboratoriali - costituiranno parte della valutazione d’esame.

Nell’attribuzione del voto si terrà conto dei seguenti elementi di valutazione: solidità delle conoscenze; coerenza dell’articolazione discorsiva e proprietà espressiva; capacità di sviluppare un punto di vista personale e critico sui contenuti del corso.

Altre informazioni

Gli studenti NON FREQUENTANTI, oltre ai testi indicati nel programma del corso, dovranno studiare:
Dei F., Antropologia culturale, il Mulino, Bologna 2016 (seconda edizione) [Parte Prima - Concetti, Storia, Metodi - Capitoli I., II., IV.]

Qualora l’insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Prerequisites

None

Educational goals

The course aims to allow students:
- to learn knowledge regarding the main themes, concepts, and methods which form the foundations of anthropological interpretations of organizations within the wider framework of the major anthropological schools of thought and the specific features of the ethnographic and interpretative method;
- to learn skills to critically discuss the main paradigms, works and current thinking in anthropological research on organizations as well as to apply analytical tools provided by anthropology of organizations to ethnographic research;
- to learn a subject specific vocabulary, acknowledging particular characteristics of an anthropological approach to the study of organizations in comparison with other human and social sciences, while enhancing interdisciplinary approaches;
- to develop discursive and critical analysis skills (regarding texts and contexts) through a cultural-anthropological approach to organizations, with particular regard to cultural diversity and multiplicity in organizational contexts in education and training as well as in the wider social field.

At the end of the course the student will be able:
- to translate the theoretical and methodological knowledge of the anthropology of organizations into critical and self-critical skills in his/her professional environment;
- to communicate his/her critical analysis of contexts within his/her working group;
- to interpret the information emerging from social, communicative, training, and educational processes involved in the professional work in various organizational contexts as data to be processed according to an ethnographic approach;
- to autonomously and critically apply anthropological knowledge and the ethnographic approach in his/her future professional practice, with particular regard to the interpretation of the cultural, and specifically intercultural, dimension of organizational contexts in the field of education, training, business, etc.

Course content

Cultural analysis of organizations offers a relevant interpretative key to read contemporary transcalar processes, between the local and the global. The attention given to organizational cultures has contributed to developing a more complex understanding of organizational contexts, which have been analysed in reductionist terms (order, integration, coherence, .) for a long time, highlighting the ambiguous nature of the organizational life through ethnographic studies attentive to implicit and processual dimensions as well as through methodological approaches focused on the “situated” nature and “narrative” dimension of organizations. Ethnographic research has a relevant knowledge and political potential not only for analysing biographies and narratives of specific organizational contexts (in the field of education, training, business, humanitarianism, .), but also for studying cultural dynamics that originate in the interweaving of local logics and global contexts as well as new organizational and institutional forms of “mobile sovereignty” which characterize contemporary transnational processes.

Embracing the theoretical-methodological framework of the anthropology of organizations, the course provides a particular approach to organizational processes based on observation, analysis and interpretation, which highlights the practical dimension and negotiating element of such organizational processes, at the same time revealing complex systems of relations, languages, symbols, and objects in the very heart of never-ended processes of signification and organizational work.
The course provides an overview on what organizational ethnography means, showing the theoretical, methodological, practical, and interpretative relevance of the ethnography of organizations through ethnographic examples which devote particular attention to contexts, issues, and problems the students will face in doing their future professional career, with specific regard to multicultural organizational contexts in the field of education and training.

Teaching methods

The course consists in lectures with a particular attention to the discussion and dialogue with the students, who will be invited to make proposals for further discussion and deepening.

During the course, workshop-style lessons with a strong interactive component will be organized for attending students. During the workshop-style lessons case studies will be analysed, working groups and practical exercises will be organized in order to show the opportunities offered by the anthropological discipline and the ethnographic method for students’ future professional practice in organizational contexts in the field of education and training.

Assessment and Evaluation

The exam consists of an oral examination. The grade is expressed as a mark out of thirty.

The oral examination consists of 3 questions concerning the exam bibliography aimed at assessing knowledge of the course content taught during lessons (for attending students only) and the corresponding set texts.

Any research projects carried out during seminars and workshops will be part of the examination assessment (for attending students only).

The final mark will take into consideration: depth of knowledge; coherence of the discursive articulation, and ability to express themselves appropriately; ability to develop a personal and critical point of view on the topics of the course.

Further information

In addition to the textbooks indicated in the programme, NON ATTENDING students have to demonstrate knowledge of:
Dei F., Antropologia culturale, il Mulino, Bologna 2016 (second edition) [Parte Prima - Concetti, Storia, Metodi - Capitoli I., II., IV.]

If the course should be taught half face-to-face half online or completely online, it could be that some amendments will be needed compared to what indicated in the syllabus in order to make the course and exams accessible according to these other modalities.