METAFISICA DELLE POSSIBILITA' | Università degli studi di Bergamo

METAFISICA DELLE POSSIBILITA'

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
106116

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
METAFISICA DELLE POSSIBILITA'
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
FILOSOFIA TEORETICA (M-FIL/01)
Anno di corso: 
2
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
120
Ambito: 
Discipline filosofiche
Prerequisiti

Il corso è autosufficiente e non prevede requisiti particolari. Per eventuali letture di approfondimento, non obbligatorie, può essere desiderabile la conoscenza della lingua inglese.

Obiettivi formativi

Al termine del corso, lo studente avrà acquisito: (i) una comprensione elementare del realismo modale di David Lewis nei suoi tratti fondamentali e nelle argomentazioni che lo supportano; (ii) la familiarità con il dibattito contemporaneo in metafisica della possibilità, e quindi la capacità di usare argomenti per confrontare il realismo modale con le principali posizioni rivali; (iii) la capacità di confrontarsi con la lettura e la comprensione di un testo non manualistico di metafisica analitica.

Contenuti dell'insegnamento

Il realismo modale è la tesi che il nostro mondo, quello che chiamiamo “attuale”, sia solo uno dei tanti, e che gli oggetti che lo abitano siano solo alcuni di quelli che esistono in essi. In questo resoconto della possibilità, la totalità di ciò che esiste in qualche mondo viene estesa al punto da ricomprendere al suo interno tutto ciò che è logicamente possibile, cioè non contraddittorio. Il manifesto del realismo modale è un volume di David Lewis del 1986: “On the Plurality of Worlds”, appena uscito in traduzione italiana con il titolo “Sulla pluralità dei mondi”, probabilmente l’opera più influente di tutta la metafisica analitica del ‘900. Il corso fornirà una presentazione, spiegazione, analisi, e discussione del realismo modale di David Lewis, a partire dalla lettura analitica di ampie parti di questo volume, concentrate in particolare nei capitoli 1, 2 e 4, toccando questioni come la natura dei mondi possibili, il loro isolamento, la loro chiusura spazio temporale e causale, la natura della attualità, il rapporto fra mondi possibili e proprietà, l’identità attraverso mondi, la nozione di controparte e molti altri.

Metodi didattici

Lezioni frontali, che prevedono in ogni fase del corso il coinvolgimento attivo degli studenti nella discussione dei problemi filosofici e delle loro soluzioni.

Modalità verifica profitto e valutazione

Una prova scritta verrà proposta al termine del periodo di svolgimento del corso (lo studente dovrà rispondere a dieci domande aperte). Tutte le successive verifiche saranno orali, con almeno tre domande per ogni esame e la successiva discussione/approfondimento con il docente di ognuna delle risposte fornite. Oltre che la conoscenza dei principali approcci teorici presentati e discussi e dei principali argomenti a favore e contro di essi, la verifica tende ad appurare la reale capacità dello studente, sia pure a un livello elementare, di usare gli strumenti argomentativi che hanno dato forma e struttura alla riflessione filosofica.

Altre informazioni

Il programma per i non frequentanti è identico a quello per i frequentanti, e così le modalità di verifica.
Qualora l’insegnamento venisse impartito a modalità mista o a distanza, potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel Syllabus, per rendere gli esami e il corso fruibili anche secondo questa modalità.

Prerequisites

The program and the assessment methods are the same for attending and non-attending students. Changes might be made in order to make the course available as a distance learning course, if necessary.

Educational goals

At the end of the course, students will attain: (i) an elementary comprehension of the fundamental features and argumentative support of Lewis’ modal realism; (ii) some familiarity with the contemporary metaphysical discussion on possibility, and thus the capacity to use arguments to compare modal realism with the main rival approaches; (iii) the ability to read and comprehend a contemporary metaphysical text

Course content

Modal realism is the thesis that our world, the one that we call “actual”, is but one of a plurality of worlds and the objects that inhabit it are only a few out of those that exist in them. In this account of possibility, the totality of what exists in some world is conceived of as including everything logically possible, viz. non-contradictory. The “manifesto” of modal realism is the famous Lewis’ book “On the Plurality of Worlds” (1986), just translated in Italian, probably the most influential work in the analytic metaphysics of last century. Moving from a reading of wide parts of Lewis’ book, particularly parts of the chapters 1, 2 and 4, the course will give a presentation, explanation, analysis and discussion of David Lewis’ modal realism, touching on a number of themes, among which the nature of possible worlds, their isolation, their spatio-temporal and causal closure, the nature of actuality, the relation between possible worlds and properties, the identity across worlds, the counterpart relation and many others.

Teaching methods

Lectures. Students will be invited to discuss philosophical problems and their solutions across the whole course

Assessment and Evaluation

A written exam will take place at the end of the course (students will be asked to give answers to ten open questions). All the subsequent exams will be oral, with at least three questions for any exam and the subsequent discussion of each of the student's answers. The exam is aimed to assess the detailed knowledge of the philosophical approaches that have been presented in the course and of their fundamental pros and cons, as well as the familiarity with the argumentative tools that have been typical of the western philosophical tradition.

Further information

The program and the assessment methods are the same for attending and non-attending students.
Changes might be made in order to make the course available as a distance learning course, if necessary.