Per compilare la domanda di prova finale on-line, lo studente deve fare login allo Sportello internet e accedere alla sezione Laurea, seguendo le istruzioni riportate nella "Guida alla procedura di compilazione della Domanda di ammissione alla prova finale".
Resta ferma la successiva consegna della domanda, debitamente compilata e firmata, con tutti gli allegati, entro le scadenze previste dal calendario didattico. A partire dalle sessioni di laurea previste a settembre (solo per la Scuola di Ingegneria)/ottobre/novembre 2017, la compilazione della domanda di laurea avverrà esclusivamente on line, senza successiva consegna della stessa.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare la sezione Esami di laurea e prove finali della "Guida dello studente - Iscritti".

Lo studente è tenuto alla presentazione della prova finale in versione CD e in versione cartacea. È necessario leggere attentamente le indicazioni riportate di seguito per la corretta realizzazione di entrambe le versioni.

NORMATIVA ANTIPLAGIO

-Art. 1, comma 1 L. 19/04/1925, n. 475

Chiunque in esami o concorsi, prescritti o richiesti da autorità o pubbliche amministrazioni per il conferimento di lauree o di ogni altro grado o titolo scolastico o accademico, per l'abilitazione all'insegnamento ed all'esercizio di una professione, per il rilascio di diplomi o patenti, presenta, come proprii, dissertazioni, studi, pubblicazioni, progetti tecnici e, in genere, lavori che siano opera di altri, è punito con la reclusione da tre mesi ad un anno.

La pena della reclusione non può essere inferiore a sei mesi qualora l'intento sia conseguito.

- Art. 171 L. 22/04/1941, n. 633

Salvo quanto previsto dall' art. 171-bis e dall'art. 171-ter è punito con la multa da euro 51 (lire 100.000) a euro 2.065 (lire 4 milioni) chiunque senza averne diritto, a qualsiasi scopo e in qualsiasi forma:

a) riproduce, trascrive, recita in pubblico, diffonde, vende o mette in vendita o pone altrimenti in commercio un'opera altrui o ne rivela il contenuto prima che sia reso pubblico, o introduce e mette in circolazione nello Stato esemplari prodotti all'estero contrariamente alla legge italiana;

...OMISSIS...

La pena è della reclusione fino ad un anno o della multa non inferiore a euro 516 (lire 1.000.000), se i reati di cui sopra sono commessi sopra un'opera altrui non destinata alla pubblicità ovvero con usurpazione della paternità dell'opera, ovvero con deformazione, mutilazione o altra modificazione dell'opera medesima, qualora ne risulti offesa all'onere od alla reputazione dell'autore.

...OMISSIS...

- Art. 6, comma 1 del Codice Etico dell’Università di Bergamo: “I membri della comunità universitaria sono tenuti al rispetto della normativa vigente in materia di proprietà intellettuale e plagio”.

 

-Art. 5, comma 2 della Carta dei diritti e dei doveri degli studenti e delle studentesse: “Gli Studenti hanno il dovere etico e giuridico di astenersi dal porre in essere qualsiasi attività di plagio sia nello svolgimento di esami che richiedano la redazione di un elaborato sia nella stesura della prova finale di laurea”.

verifiche antiplagio

Il docente relatore potrà procedere al controllo degli elaborati degli studenti e studentesse tramite il software Magister di Compilatio.net.

Qualora venisse rilevata una percentuale significativa di similarità con altre fonti, il docente relatore valuterà se sono effettivamente presenti anomalie nell'utilizzo delle fonti, contatterà lo studente/la studentessa interessato/a e potrà prendere i provvedimenti opportuni.