Bernareggi

La sede di Palazzo Bassi
Lorenzo Lotto Trinità

Presso Palazzo Bassi-Ratgheb ("Bernareggi") hanno sede alcuni uffici docenti e si svolge una parte delle lezioni del Dipartimento di Lettere, Filosofia, Comunicazione.

Il Museo, al secondo piano del Palazzo, espone alcune delle opere che Adriano Bernareggi, vescovo di Bergamo (1936 - 1953), ha raccolto nelle chiese della Diocesi, poste in dialogo con opere di arte contemporanea provenienti dalle mostre svoltesi presso l'ex-Oratorio di San Lupo. Il Museo è aperto dal martedì al venerdì in orario 15.00-18.00, con ingresso gratuito.

Un gioiello da scoprire

Intorno a Bernareggi

Via Pignolo è una via di Bergamo speciale: ai piedi di città alta, non ancora in città bassa. Costellata di palazzi storici (Suardi, Bonomi, Maffeis-De Beni, Daina-Penati, Agliardi) immersi in una quiete inaspettata - considerato che ci troviamo nel cuore del polo umanistico di UniBg - è molto piacevole percorrere la strada, magari facendo una sosta in uno dei caffè, ad esempio alla Caffetteria Torrefazione La Chicca, locale storico della città.

Non molto distante dalla Fontana del Delfino, posta all'incrocio tra via Pisgnolo, via Masone e via San Tomaso, si trovano l'Accademia Carrara e la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea (GAMEC), che custodiscono capolavori di maestri come Mantegna e Kandinsky, offrendo un raro e prezioso percorso di storia dell'arte moderna.

Come arrivare

La sede, in Centro, è raggiungibile in autobus:

dall'Aeroporto (Milan-Bergamo Airport - Orio al Serio), prendere la Linea 1/aeroporto che raggiunge il centro (Porta Nuova);

dalla Stazione, prendere la Linea 1 - Fermata Porta Nuova proseguire per via Camozzi a piedi e raggiungere via Pignolo 76.

 

Altre linee:

Linea 2 - Fermata via San Giovanni, giusto in prossimità di via Pignolo 76.

Linea 3 - Fermata Fara, da dove a piedi si scende in via Pignolo 76.

Linea 6 - Fermata P. Oberdan. Proseguire a piedi per via C. Battisti e via San Giovanni; al primo semaforo svoltare a destra per raggiungere via Pignolo 76.

Linea 7 - Fermata P. Oberdan. Proseguire a piedi per via C. Battisti e via San Giovanni; al primo semaforo svoltare a destra per raggiungere via Pignolo 76.

Linea 9 - Fermata P. Oberdan. Proseguire a piedi per via C. Battisti e via San Giovanni; al primo semaforo svoltare a destra per raggiungere via Pignolo 76.

 

La mappa completa dei collegamenti ATB è disponibile a questo link.

La storia di Palazzo Bassi Ratgheb - Museo Bernareggi

Prima ancora di essere un episodio di rilievo nel panorama artistico della Bergamo di primo Cinquecento, la storia della decorazione pittorica e scultorea di Palazzo Bassi è innanzitutto la vicenda privata di un ramo della famiglia Cassotti, quello proveniente da Mazzoleni, in Valle Imagna, che molto rapidamente aveva fatto fortuna economica nella vendita dei pannilana, intrecciando rapporti commerciali in numerose località italiane e straniere: Pesaro, Bari, Napoli, Trani, Benevento, Alessandria d’Egitto, fino al Cairo.

Il Palazzo è sede del Museo Diocesano Adriano Bernareggi dal 2000. 

Nell’ambito dell’accordo di partenariato tra Fondazione Bernareggi e Università degli studi di Bergamo, siglato nel settembre del 2018, è nato un nuovo allestimento degli spazi del secondo piano di via Pignolo 76.