Brevetti

Cos'è un brevetto?

Il brevetto è un titolo giuridico in cui viene conferito agli inventori l’utilizzo esclusivo di un’invenzione per un tempo limitato. La titolarità di un brevetto consente di sfruttare a livello commerciale e industriale un’invenzione, vietando a terzi la riproduzione della stessa (produzione, uso o vendita) nel territorio in cui è stato concesso.

Chi può brevettare?

L’Università sostiene e incentiva l’attività inventiva di docenti, ricercatori, tecnici, dottorandi e studenti che svolgono attività di ricerca nell’università, garantendo un supporto di natura amministrativa, formativa, tecnica e legale durante il ciclo di vita del brevetto.

Il ruolo dell'Università

il brevetto è lo strumento principale di Trasferimento Tecnologico tra l’Ateneo e il territorio perché consente di formalizzare il know-how e renderlo fruibile al tessuto sociale, industriale e imprenditoriale.

L’Università supporta la propria comunità accademica nei progetti di Trasferimento Tecnologico curando la gestione del portafoglio brevetti, offrendo formazione dedicata e identificando opportuni strumenti di fund-raising.
 

Tecnologie e soluzioni sviluppate

L’Università offre ad enti e imprese la possibilità di valorizzare i trovati della ricerca scientifica attraverso la licenza e la cessione dei titoli brevettuali.

L’Università degli studi di Bergamo vanta la titolarità esclusiva di brevetti con estensione nazionale e internazionale nei campi della meccanica, dell’energetica e nelle tecnologie per la salute.