Mobilità docenti e staff

Erasmus+ per docenti

Il programma comunitario Erasmus+ permette ai docenti di svolgere un periodo di attività didattica presso un Istituto di istruzione superiore straniero che abbia già stipulato un accordo bilaterale con l'Università di Bergamo. Permette inoltre di ospitare, per attività di docenza, esperti provenienti da imprese estere.
Ai docenti in mobilità e agli esperti di imprese, verrà riconosciuto il periodo di docenza all'estero.

Chi può partecipare
Possono partecipare al programma il personale degli istituti di istruzione superiore titolari dell'European Charter for Higher Education (ECHE) e il personale proveniente da imprese di uno dei Paesi partecipanti. In particolare, i docenti autorizzati sono:

  • professori ordinari;
  • professori associati;
  • professori a contratto;
  • ricercatori;
  • esperti provenienti da imprese estere.

Al momento dell'attuazione della mobilità, il docente deve essere in possesso di un contratto attivo con l'Università degli studi di Bergamo, mentre il personale docente proveniente da impresa deve risultare in servizio presso l'impresa di appartenenza.

Durata
Minimo: 2 giorni e 8 ore di docenza. Massimo: 2 mesi.

Contributo comunitario
Sono previsti un contributo per il viaggio e un contributo per il soggiorno (vitto, alloggio e trasporti locali). Il contributo per il viaggio è calcolato sulla base di scale di costi unitari per fasce di distanza. Il contributo per il soggiorno è determinato tenendo conto del Paese di destinazione.

Per i docenti disabili sono previsti specifici contributi comunitari aggiuntivi.

Candidatura
In considerazione delle scadenze imposte dall'Agenzia nazionale Erasmus+ Italia, le candidature da parte dei docenti devono essere inoltrate all'Ufficio Programmi internazionali nella primavera dell'anno accademico precedente. Prima della partenza il docente dovrà definire il Programma di docenza (Teaching Programme).

Gli esperti da impresa invece saranno contattati su invito da parte dell'Università di Bergamo.

Prima della partenza
Prima di partire, il docente dovrà definire il Programma di docenza (Teaching Programme) o docenza/formazione. Il documento verrà trasmesso via mail direttamente ai docenti interessati.

A fine mobilità
A fine mobilità, il docente dovrà farsi rilasciare un certificato di presenza con l'indicazione delle lezioni svolte, dei giorni di presenza e delle ore totali di insegnamento. Chi svolge una parte di formazione, dovrà anche farsi rilasciare il certificato di partecipazione al corso di formazione con l'indicazione dei giorni, delle ore e degli argomenti seguiti.

Per maggiori informazioni sul programma Erasmus+ riservato a esperienze di docenza internazionali, consulta la documentazione allegata.

Erasmus+ per staff

L'Università degli studi di Bergamo, tramite i contributi offerti dal programma Erasmus+, promuove anche la mobilità del personale tecnico-amministrativo, che può così usufruire di un periodo di formazione all’estero presso un Istituto di Istruzione Superiore.

Chi può partecipare
Il dipendente interessato deve consultare la lista delle Università di destinazione e prendere autonomamente contatti con l’Ente straniero presso il quale ha scelto di effettuare il periodo di formazione.
Per poter ricevere il contributo, deve presentare un piano di lavoro che sia stato già concordato tra l'Università degli studi di Bergamo e l’Istituto di accoglienza. Il piano di lavoro deve essere redatto secondo lo schema proposto nella domanda di candidatura.

Durata
Minimo:2 giorni lavorativi. Massimo: 2 mesi. In aggiunta, devono essere calcolati 2 giorni di viaggio andata e ritorno.
L’Unversià finanzierà fino a un massimo di 5 giorni di mobilità (3/4 di attività più 1/2 di viaggio A/R) indipendentemente dalla durata della missione.

Contributo comunitario
Sono previsti un contributo per il viaggio e un contributo per il soggiorno (vitto, alloggio e trasporti locali).l contributo per il viaggio è calcolato sulla base di scale di costi unitari per fasce di distanza. Il contributo per il soggiorno è determinato tenendo conto del Paese di destinazione.

Candidatura
Il candidato deve presentare la domanda di partecipazione (modello allegato al bando) sottoscritta e firmata anche dal proprio responsabile di riferimento. Deve inolte allegare , Alla domanda, il cui format è scaricabile in allegato al presente bando, sottoscritta dal candidato e, per autorizzazione, dal Responsabile di riferimento, occorre allegare:

  • curriculum vitae, con indicazione di eventuali esperienze di mobilità già effettuate;
  • lettera di motivazione a effettuare una mobilità verso l’Istituzione individuata, in cui si segnalano anche i dati relativi all’Istituzione, il riferimento al piano di lavoro proposto e il periodo in cui si intende svolgere la mobilità;
  • se disponibile, la lettera di accettazione da parte dell’Istituzione ospitante.

La domanda, compilata in tutte le sue parti, con l'indicazione di una sola destinazione e con il piano di lavoro, deve essere presentata all’Ufficio programmi Internazionali entro la scadenza prevista dal bando.